Il trash italiano

Lo spazio dove discutere del cinema di ogni epoca, dai suoi primordi fino all’ultima uscita cinematografica del momento, ma anche di quella televisione che riveste un ruolo tutt’altro che marginale nella società in cui viviamo…

Moderatori: lovelorn, The Director, Telemaco33, RainDog

Il trash italiano

Messaggioda dave » ven feb 06, 2009 1:38 pm

Propongo come tema di discussione questo articolo apparso su L'Espresso:

Il trash italiano: è ora di smetterla?

La provocazione di Edmondo Berselli: da 'Natale a Rio' a Fabio Fazio, da 'Italians' a Moccia, il nostro paese è diventato una fabbrica continua di cultura stupida, conformista e autoindulgente. L'abbiamo sdoganata? Beh, adesso bisogna "ridoganarla". Siete d'accordo? E pensare che è stato riconosciuto come film "d'interesse culturale nazionale" dal Ministero della Cultura. "Italians", uscito nelle sale il 29 gennaio, racconta in due episodi i lati peggiori del nostro carattere, esportati tra gli Emirati Arabi e la Russia. Interpreti, i vari e italianissimi Castellitto, Scamarcio, Verdone. Di sfondo, non solo una buona dose di autoindulgenza, ma addirittura il culto dell'italianità a prescindere, dell'arte di arrangiarsi che sconfina facilmente nella mascalzonaggine.

Ecco, l'italianità che si compiace di sé: quella di Alberto Sordi, di Giulio Andreotti, dei cinepanettoni in stile Christian De Sica, ma anche delle interviste sempre complici di Fabio Fazio, del "volemose bene", di Maurizio Costanzo. Tutto un ammiccamento, una strizzatina d'occhio, una sgomitatina, un "anvedi" e un "vaffa", un peto e una risata.

E' il trash all'italiana, l'epopea dei Neri Parenti e dei Moccia, che probabilmente affonda le sue radici in Alvaro Vitali e che è stato sdoganato dalla battute di Berlusconi, dalle sue notti al Billionaire, dai suoi corteggiamenti alle soubrette, dalle sue corna ai vertici Ue.

Che sia il caso di "ridoganarlo" un po', di prendere una volta per tutti le distanze da quel modello di Italia, di provare a uscire dalle autoindulgenze dell'adolescenza collettiva per diventare un popolo un po' più civile e moderno?

Cosa ne pensate?
dave
 
Messaggi: 2196
Iscritto il: sab mar 31, 2007 6:00 pm
Località: Torino

Re: Il trash italiano

Messaggioda ForgottenTear » ven feb 06, 2009 2:09 pm

Dico che questo cinema all' amatriciana fa veramente schifo, ma guardandomi attorno mi rendo conto quanto sia apprezzato da molte persone, anche da me conosciute. Purtroppo questo vuole il pubblico italiano ( e non solo ahimè adolescenziale): il volemose bene, il burino, il cumenda, il terrone, i luoghi comuni, la "saggezza dell'ignoranza", il belloccio, il motorino, il "siamo italiani, siamo gigioni, ma simpatici"etc., magari con qualche difensore culturale che chiama in causa il Decameron e la cultura della farsa, facendo paragoni a sproposito.
Comunque anche quando si prova ad essere impegnati, si vedano le varie Fiction Mediaset e Rai, non è che la situazione migliori.
Avatar utente
ForgottenTear
 
Messaggi: 1369
Iscritto il: ven mag 11, 2007 3:22 am
Località: Prov Varese

Re: Il trash italiano

Messaggioda The Director » ven feb 06, 2009 2:14 pm

Premesso che la solita storiella della cultura e dell'intelligenza che starebbero esclusivamente a sinistra (suggerita nemmeno troppo sottilmente dall'autore dell'articolo) è un clichè logoro e pretestuoso, sono d'accordissimo con l'articolo in questione. Fermo restando che ci sono settori molto più infestati dal trash, come la nostra amata musica, ad esempio. E lì la questione è mondiale, non solo italiana... Le cose elencate nell'articolo sono nè più e nè meno quello che il popolino si merita, in quanto felice di sguazzare nella propria mediocrità; altrove non è che stiano messi tanto meglio... gli 'altri', quelli che cultura e qualità le vogliono, sanno benissimo cosa evitare e dove cercare, credo. Aspettarsi che i grandi media promuovano VERA cultura e roba di qualità è ormai pura utopia... :|
"Si chiama sogno americano perchè bisogna essere addormentati, per crederci" (George Carlin)
Avatar utente
The Director
 
Messaggi: 4627
Iscritto il: lun mar 19, 2007 10:49 am
Località: prov. di Torino

Re: Il trash italiano

Messaggioda lovelorn » ven feb 06, 2009 3:22 pm

Il trash italiano?
Basta non seguirlo e sistematicamente non ne farete più parte. Non accendo la tv da almeno due anni, su internet trovo tutto ciò che mi serve... Ergo, tutto quello citato qua sopra mi sfiora solo superficialmente. Io sto bene così.
Immagine Immagine Immagine
Avatar utente
lovelorn
 
Messaggi: 1459
Iscritto il: mer ago 15, 2007 10:16 am
Località: Provincia di Brescia

Re: Il trash italiano

Messaggioda MAXLINE » ven feb 06, 2009 10:38 pm

L'ultimo decennio del cinema italico ha siglato l'inizio della fine della filmografia di qualità.
Pochissima ispirazione, volgarità a go go ed una tale scarsità di contenuti che fa rabbrividire.
Per non parlare poi del meccanismo di sovvenzione pubblica che foraggia film inutili, effimeri quanto costosi e tutti indistintamente filiosinistroidi diretti da registi cosidetti "progressisti".
Su questo, non c'è che dire, i fondi si trovano sempre, anzi ;-)
La pochezza stilistica delle pellicole è scandalosa, la critica, tranne quella "amica" delle labels, sostiene e promuove ma lo spettatore meno goliardico esce dal cinema con un vago senso di sconforto ed un altro di cocente delusione e disgusto.

Anche sul settore cinema, tranne rare, rarissime eccezioni, siamo clamorosamente fottuti.
www.voxempirea.com

"La amministrazione della sopravvivenza soccombe all'attacco della nostra pigrizia" (Lupo di Ghiaccio)
Avatar utente
MAXLINE
 
Messaggi: 1052
Iscritto il: mar giu 12, 2007 7:40 pm
Località: The Northern Territories

Re: Il trash italiano

Messaggioda enry » sab feb 07, 2009 9:18 am

Mai visto un cinepanettone, ma visto che fanno sempre record di incassi vuol dire che questo è quello che ci meritiamo.
Non sarei così tragico sul cinema italiano, esempi di grande cinema ci sono anche oggi ( Il divo, Gomorra, La ragazza del lago, Le conseguenze dell'amore ) se poi incassano 1/5 dei cinepanettoni la colpa è degli italiani non dei registi.
Detto questo, ridatemi Mario Bava, Lucio Fulci, Sergio Leone e il primo Argento. Amen.
Avatar utente
enry
 
Messaggi: 1161
Iscritto il: sab gen 03, 2009 8:49 pm

Re: Il trash italiano

Messaggioda Didimo Chierico » sab feb 07, 2009 3:16 pm

Perché, i vari "Scary Movie" made in USA non sono volgari? Lo sono altrettanto, però hanno una veste più patinata
e sono esportabili, mentre i film italiani sono provinciali e divertono solo chi capisce le inflessioni dialettali. :-D
Didimo Chierico
 
Messaggi: 243
Iscritto il: ven giu 15, 2007 11:56 am

Re: Il trash italiano

Messaggioda MAXLINE » sab feb 07, 2009 9:28 pm

Didimo Chierico ha scritto:Perché, i vari "Scary Movie" made in USA non sono volgari? Lo sono altrettanto, però hanno una veste più patinata
e sono esportabili, mentre i film italiani sono provinciali e divertono solo chi capisce le inflessioni dialettali. :-D


Questa è un'ottima osservazione. :wink:
www.voxempirea.com

"La amministrazione della sopravvivenza soccombe all'attacco della nostra pigrizia" (Lupo di Ghiaccio)
Avatar utente
MAXLINE
 
Messaggi: 1052
Iscritto il: mar giu 12, 2007 7:40 pm
Località: The Northern Territories


Torna a FORUM 110: CINEMA & VISIONS

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron