Ordo Rosarius Equilibrio - nuovo album a Settembre.

Lo spazio dove discutere di tutte le sonorità più delicate, acustiche, neoclassiche, ancestrali e legate alla Tradizione, dai Dead Can Dance a Sieben, dai Cocteau Twins agli Autumn's Grey Solace, dai Sol Invictus a Louisa John-Krol, dai Forseti agli Ataraxia, dai Chandeen ai Caprice, dagli Helium Vola ai Collection D’Arnell Andréa etc…

Moderatori: lovelorn, The Director, Telemaco33, RainDog

Messaggioda Monochrome » ven lug 11, 2008 3:04 pm

La mia era un'osservazione piu' che una critica e non aveva bersagli particolari. Per quanto riguarda le interviste che ho letto qui su Darkroom, le trovo buone, semmai (per i miei gusti) sin troppo lunghe :-D
Spesso si è criticato le interviste di Ritual, ma anche lì non si può generalizzare: ne ho lette di interessanti ed altre meno (sopratutto non capisco il senso di pubblicare un'intervista di sole quattro domande); sarà scarsa fantasia dell'intervistatore o scarsa vena e malavoglia dell'intervistato? Comunque ribadisco, la mia non era una critica rivolta a qualcuno in particolare ma solo un'osservazione; come lettore poi sono molto piu' attratto da una recensione che da un'intervista.
Avatar utente
Monochrome
 
Messaggi: 2712
Iscritto il: gio mar 22, 2007 11:25 am

Messaggioda saetia » ven lug 11, 2008 3:12 pm

Monochrome ha scritto:La mia era un'osservazione piu' che una critica e non aveva bersagli particolari. Per quanto riguarda le interviste che ho letto qui su Darkroom, le trovo buone, semmai (per i miei gusti) sin troppo lunghe :-D
Spesso si è criticato le interviste di Ritual, ma anche lì non si può generalizzare: ne ho lette di interessanti ed altre meno (sopratutto non capisco il senso di pubblicare un'intervista di sole quattro domande); sarà scarsa fantasia dell'intervistatore o scarsa vena e malavoglia dell'intervistato? Comunque ribadisco, la mia non era una critica rivolta a qualcuno in particolare ma solo un'osservazione; come lettore poi sono molto piu' attratto da una recensione che da un'intervista.


..ecco quando dicevo dell intervista su Apocalips dove Petterson parlava della moglie sbattuta da altri e altre amenità... l'ho letta su Ritual.. :-D
...non tutti possono tendendo le braccia afferrare la sorte e schiaffeggiarle la faccia...

www.myspace.com/saetiadj
Avatar utente
saetia
 
Messaggi: 226
Iscritto il: lun mar 10, 2008 4:18 pm
Località: roma

Messaggioda Monochrome » ven nov 21, 2008 2:41 pm

ONANI [Practice makes Perfect] uscirà il 17 Gennaio 2009. Tracklist:

Glory to Thee, my Beloved Masturbator - 03:36
[Remember] What you sow is what you reap - 04:27
Can you hear the Devils laughing? (or is it just Me) - 04:26
The Love and Defiance of being Alive - 05:30
Let me show you, all the Secrets of the Torture Garden - 03:38
Too late for Innocence, too late for Regret (Four Hands please better
than Two) - 04:55
Forgive me, I am not Satan; I am Mary just like You - 03:40
C U M, and let me lead you far astray - 04:13
Amore Rosso, Amore Marrone, Amore Nero (Il Waltzer del Lupo Mannaro)
- 03:56
I W I L L; Even after the Flowers are gone - 05:00
Confessions of a Sinflower - 04:39
Avatar utente
Monochrome
 
Messaggi: 2712
Iscritto il: gio mar 22, 2007 11:25 am

Re: Ordo Rosarius Equilibrio - nuovo album a Settembre.

Messaggioda lovelorn » sab gen 10, 2009 4:53 pm

O N A N I - [Practice Makes Perfect] digipak CD

Exclusive digipak-CD version with 28-pages booklet - all lyrics!

Immagine

Imagine the force of countless orgasms focused into a single purpose, a single vision made flesh- and you have Ordo Rosarius Equilibrio's 8th full-length album: O N A N I - [Practice makes Perfect].

This release, two years in the making, inspired partly by la petit mort, the little death achieved by one's own hands or by the hands of others (as four hands please better than two) continues in the O.R.E. tradition of opulent depravity and decadent beauty as an unrestrained aural and aesthetic opus to the drives of man, sealed with apocalips kisses.

The music is in the ever-evolving sound of O.R.E., seductive and somber ? this time possibly with a more "pop" orientation, which makes the songs all the more poignant. Lush guitars, pounding percussions, humming organs and pianos, church choirs, subtle moans and female vocals by muse and mistress Rose-Marie Larsen, and the added new element of a softly throbbing drummachine creates the evocative, ravenous soundtrack. And yet above all hovers the most dominant element- the stern and yet alluring voice of the visionary behind O.R.E., Tomas Pettersson, singing, speaking, inviting us to cum with him.

There is a sensible melancholy for what has been lost and for what will never be, mixed with wanton visceral visions and fullfilment ? carnal love and hate, joy and grief. Tinged with subtle black humor, like a movie of Tinto Brass put into a musical score ? and there's even a song in italian. All the dreamlike masturbatory images in the album-artwork are derived from the lustrous and willing ranks of the Army of Roses and Equilibrium, and yet this is not mere porn or cheap erotica, but divine and infernal eroticism unrestrained. A fire of unhinged desire kindled to a raging flame that ignites and consumes, and that in the end, we are consumed by ? the fire of life.

Sexual magic made manifest, or merely dandy decadence for the an erotic eschatology, or both - you decide. And be that as it may, in the end, this will leave you on the floor to plead and beg for more.
Immagine Immagine Immagine
Avatar utente
lovelorn
 
Messaggi: 1459
Iscritto il: mer ago 15, 2007 10:16 am
Località: Provincia di Brescia

Precedente

Torna a FORUM 105: TRADITIONAL & ETHEREAL SOUNDS

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite

cron