Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Reception

 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>
Recensione
24-11-2020 : DIORAMA
Dopo le tante gemme inanellate in una discografia da incorniciare, viene da chiedersi cosa mai i Diorama potrebbero sbagliare per ritrovarsi a realizzare un lavoro di tono minore, o comunque non meritevole della massima attenzione... Ed è arduo anche solo ipotizzarlo, poiché la band di Torben Wendt è approdata da molto tempo e da molti album ad un livello di sicurezza dei propri mezzi, di personalità e di capacità realizzativa così superiore alla media della concorrenza, che tentare di trovare un difetto in un lavoro artistico così curato in ogni dettaglio equivarrebbe al cercare un ago in un...
 
Recensione
24-11-2020 : DISMAL
Con una line-up ormai consolidata attorno alle figure del fondatore e mastermind Bradac (tastiere ed elettronica), di Rossana Landi (voce, contrabbasso) e Daniele Porfido (chitarre), i Dismal hanno imboccato la strada della definitiva maturità di un sound che, da 25 anni a questa parte, ha seguito un percorso coerente che ha dato i suoi frutti. Un suono che ha attraversato il gothic metal per inebriarsi di quegli orpelli sinfonici e sognanti che hanno dato vita ad un mondo fiabesco ed onirico, per poi trovare col background della Landi nuove e fruttuose strade, divenendo via via sempre più ricco nel suo profondere melodie ed...
 
Recensione
24-11-2020 : AGENT SIDE GRINDER
Niente è mai banale o scontato in una release fermata ASG, neppure quando si tratta di un remix-album, ossia di un'uscita sostanzialmente dedicata ai fans più fedeli. Sarebbe stato relativamente facile traslare i pezzi dell'eccellente ultimo album "A/X" in chiavi completamente diverse, magari dando in pasto ai club la gran parte del materiale, ma i remixer intervenuti hanno saggiamente scelto di non lanciarsi in meri stravolgimenti fini a sé stessi, preferendo lavorare spesso e volentieri di sottrazione per evidenziare l'assoluta bontà delle song al loro stato originario. In tal modo, tutti e 12 i remix...
 
Recensione
24-11-2020 : GIANLUCA BECUZZI
Muovendosi sempre nello sperimentalismo più marcato, Gianluca Becuzzi (storico nome dell'underground italiano, noto ai più col progetto di Limbo, ma anche nelle vesti di Kinetix o in appoggio ad altri progetti) mette in piedi un album ambizioso e stuzzicante in cui la ricerca riesce a fondersi perfettamente con un fascino sonoro che conquista al primo ascolto. Nel dettaglio, "Voices" (edito ormai lo scorso marzo) consta di 6 tracce di fatto senza titolo, costruite solo con l'utilizzo della voce sapientemente trattata con un minimo di effetti, al fine di ricreare un mood tribale che gli sciamani erano soliti produrre...
 
Recensione
24-11-2020 : TWIST OF FATE
Affiancato dalla moglie Daniela Gherardi, Giuseppe Verticchio (Nimh, Maribor, etc.) torna ad esplorare le sonorità placide e legate alla Natura di Twist Of Fate, progetto interamente strumentale che giunge con "Where The Dusk..." al terzo album, quattro anni dopo il boschivo "September Winds". Anche stavolta è il titolo stesso dell'opera a suggerirne il fulcro emozionale, che nel caso specifico è quel crepuscolo inteso quale momento da musicare, crocevia fra luce e buio che tanta arte in ogni sua forma ha ispirato, "senza fine" nella suggestiva visione artistica del duo nostrano. Gli intrecci...
 
Recensione
24-11-2020 : VV.AA.
Sulla scorta di una serie di poemi creati dalla torinese Lory Fayer, nati da un sogno all'ombra di quel faro che campeggia in copertina, prende vita questa speciale compilation tematica in cui i 14 brani inclusi vengono legati fra loro dallo sciabordio delle onde del mare. Una release insolita per la russa ScentAir, di norma impegnata in produzioni di stampo electro, giacché le sonorità di questa "saga del faro" spaziano fra darkwave ed ethereal, coinvolgendo nomi magari meno noti al pubblico nostrano, ma tutti più che meritevoli per impegno e qualità della proposta. Nell'ora abbondante di durata, da...
 
Recensione
24-11-2020 : ROSI
Lavoro dopo lavoro, la Cold Transmission sembra essere ormai diventata una realtà piuttosto solida sul versante dark e post-punk; molteplici sono difatti le loro uscite di qualità, merito non solo di un'accurata selezione musicale, ma soprattutto di un'attenzione particolare verso i fans del settore. Ecco così che l'etichetta decide ristampare "Grey City Life", debutto datato 2016 - originariamente stampato in LP dalla In A Bad Mood e in digitale dalla Alternate Audio - dei tedeschi Rosi, duo musicale formato da Sven Rosenkötter (voce) e Mirco Rappsilber (chitarra, basso, synth e drum-machine) il cui sound...
 
Recensione
24-11-2020 : INEXISTENCE
Da un'idea del francese Psycho, membro dei black metallers atmosferico/malinconici Suicidal Madness, nasce Inexistence, solo-project interamente strumentale dedito a sonorità fra l'ambientale e la dungeon synth. Un act particolarmente attivo, con ben sette uscite digitali da gennaio 2019 ad aprile di quest'anno, la cui musica approda finalmente anche al formato fisico con questo nuovo album autoprodotto, adornato dalla ben nota illustrazione di Gustave Doré. Laddove le molte uscite digitali apparivano ancora acerbe ed a tratti elementari tanto nei suoni come nei ritmi, questa nuova fatica si presenta invece più ricca e...
 
Recensione
24-11-2020 : ENKIL
Giovane progetto italiano collegato al monicker Black Lava, Enkil ha già visto i suoi natali presso l'etichetta Luce Sia pochi anni or sono con lo split-tape edito in compagnia de La Furnasetta, per approdare ora ad un full-length proprio ed ambizioso. L'"Airgun" del titolo è un marchingegno che spara aria compressa nelle profondità marine al fine di scandagliarne i fondali, creando così un contrasto stridente tra frastuono e silenzio, un irrompere deciso di qualcosa di estraneo in un mondo immacolato. Tale è l'effetto dei suoni inclusi nelle 7 tracce (tutte rigorosamente senza titolo, quasi...
 
Recensione
24-11-2020 : SCATTERFACE
Il tedesco Chris Techritz non è certo uno sprovveduto, avendo iniziato a comporre musica sin dai 16 anni d'età ed essendo già stato coinvolto in una band prima d'ora (i =fudge=), ma questo suo primo lavoro a nome Scatterface denota un grosso problema di fondo: qual è la direzione che il progetto intende seguire? Perché un conto è avere ampie e disparate influenze, ma ben altra cosa è saperle convogliare all'interno di un preciso sound, altrimenti il rischio è quello di saltare da un genere all'altro senza che vi sia una linea rossa che leghi ed attraversi le composizioni. Che a Chris...
 
 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>