Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Reception

 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>
Recensione
12-09-2021 : VLADIMÍR HIRSCH
Con una carriera prossima al traguardo dei 35 anni, svariati progetti alle spalle (Aghiatrias, Skrol, Tiria, Luminar Ax...) ed oltre 40 pubblicazioni firmate col proprio nome, il longevo compositore ceco Vladimír Hirsch continua a tenere altissima la qualità della propria produzione, il cui ultimo tassello è questo "Katagenesis", realizzato nelle 300 copie dell'essenziale ed elegante digipack dal tandem di etichette Zoharum/Old Captain. Col prezioso ausilio del Czech Integrated Ensemble (occasionale associazione di strumentisti, per lo più d'estrazione classica, che collabora con Hirsch sia in studio che...
 
Recensione
12-09-2021 : INSTANS
Dopo un'attesa durata quattro anni e mezzo torna finalmente anche Instans, fra i più attivi side-project dello svedese Fredrik Djurfeldt (Severe Illusion, Boar Alarm) assieme ad Analfabetism. Come sempre è l'ungherese Advoxya ad occuparsi della pubblicazione, stavolta in un essenziale digipack, per quello che è il quarto lavoro sulla lunga distanza di un act da sempre fedele a stilemi dark-electro-industrial, che prosegue spedito nel solco di un'elettronica oscura, ferale, minimale, algida, ruvida e serpeggiante, con quell'inconfondibile sapore analogico proprio del background dell'esperto Fredrik. Le cadenze sono per lo...
 
Recensione
12-09-2021 : SCARLET SOHO
Lo scorso novembre, quale degna celebrazione di vent'anni di carriera, gli inglesi Scarlet Soho hanno dato alle stampe questa corposa raccolta dei loro migliori brani e delle varie rarità sparse nel tempo, trovando nella russa ScentAir - che produce il doppio CD in 300 esemplari - il giusto partner commerciale per l'operazione. Oltre due ore in compagnia dell'ex trio di Southampton (ora un duo, col frontman James Knights e la bassista Amy Brown rimasti a tenere il timone), la cui formula ha sempre saputo coniugare con freschezza e personalità l'electropop e la new wave, legando le varie componenti - le abilità vocali del...
 
Recensione
12-09-2021 : GENETIC VARIATION
Quello avvenuto sul finire dello scorso ottobre con "Fortress Of Solitude" è stato davvero un ritorno inatteso per il progetto del greco Morrigan De Veil, arrivato a distanza di oltre sedici anni dal valido e promettente debut album "Reset.Your.Imagination". Grazie alle attenzioni dell'attivissima ScentAir, che pubblica il disco in 300 esemplari, il polistrumentista e cantante ateniese torna sulle scene mostrando un invidiabile stato di forma, evidente sin dall'iniziale "You Walk Away", che ribadisce come l'elettronica di GV sia tangibilmente influenzata da certo goth-rock di scuola Sisters Of Mercy, al...
 
Recensione
12-09-2021 : SORRY, HEELS
Ci sono voluti oltre sei anni affinché i Sorry, Heels potessero finalmente tornare col successore del debut album "The Accuracy Of Silence", e nel frattempo il progetto fondato dagli ex Chants Of Maldoror Fabiano Gagliano e Davide M. è passato attraverso un dimezzamento dell'organico, con quest'ultimo rimasto solo al comando assieme alla frontwoman Simona. Forti dell'accordo con la brasiliana Wave Records (che pubblica l'album nelle 200 copie dell'elegante ecopack a sei pannelli), i due hanno operato un chiaro cambio di rotta che li vede "sedare" le vibranti derive post-punk e gothic rock dell'esordio,...
 
Recensione
12-09-2021 : LYUDI NA HOLME
Presentato in download lo scorso dicembre, il terzo album del combo russo ha visto lo scorso aprile la pubblicazione anche nel formato CD, stampato dalla COD in 97 copie numerate a mano nella bella confezione apribile simil-vinile. Dopo un esordio apprezzabile come "Nordavind" nel 2016 ed il più maturo "Nocturnus" l'anno seguente, gli otto componenti del progetto tornano con l'atteso terzo album, banco di prova importante che li vede proseguire nel percorso di rifinitura di un dark-folk sempre stretto in un caloroso abbraccio con la musica da camera e la tradizione locale. Un solco chiaro e netto nel quale il...
 
Recensione
12-09-2021 : SYNCORE
Ormai un anno fa questo trio moscovita, formato da membri di Holocoder, Outpost 11 e Purge, esordiva con il singolo in esame, che recuperiamo volentieri in sede di recensione, nonostante la band ne abbia già pubblicato un secondo - "Nobody Lies" - in download lo scorso aprile. L'amore dichiarato dei tre per l'electro-industrial di scuola canadese (Front Line Assembly e Skinny Puppy su tutti) si fa ampiamente sentire in questo esordio, in cui curiosamente la title-track non è il fulcro vero e proprio, giacché è l'altro brano "Ultraviolence" a vantare quattro remix ed una versione differente....
 
Recensione
12-09-2021 : NOZ NAD LESAM
Dopo l'esordio eponimo su nastro del 2016, il solo-project della moscovita Natasha Ilminsky approda alla corte della russa COD, che lo scorso maggio ne ha rilasciato il secondo album nella fatidica confezione simil-vinile apribile e nelle consuete 97 copie (cui si uniscono le 50 in formato audiocassetta realizzate dalla Clips). Le coordinate post-industriali del variegato debut ci avevano lasciati con la curiosità di vedere dove NNL sarebbe andato a parare, peraltro dopo ben cinque anni, e la prima parte di "Homeplace", al netto di un beatwork scandito dai rigidi colpi metallici, sembrerebbe indicare stilemi coldwave sia con...
 
Recensione
12-09-2021 : VALLÉE DES LARMES & CATACOMBES DE PARIS
Split album in sole 100 copie - nella bustina cartonata con inserto informativo - per due progetti ancora poco noti (e a quanto pare entrambi al debutto ufficiale) in seno alla scena dark ambient e industrial: il combo francese Vallée Del Larmes ed il misterioso progetto anonimo Catacombes De Paris, proveniente dalla Germania. Colla peste di medievale memoria quale tema portante, i due act si dividono i dieci brani dell'opera (sei per VDL, quattro per CDP) mostrando prerogative in buona parte differenti, ma non così lontane da cozzare fra loro. L'act francese è più incline a costruire brani caotici nei loro impulsi...
 
Recensione
12-09-2021 : BEAT NOIR DELUXE
A poco più di un anno dal debut album "Crash", il progetto del sudtirolese Sascha Giacomuzzi torna col follow-up, anche stavolta patrocinato dalla tedesca Echozone in confezione digifile a sei pannelli. Qualche spunto apprezzabile suggeriva come BND potesse fare di meglio col tempo e l'esperienza, ma forse la voglia di rimettersi presto in gioco è stata cattiva consigliera, perché "Werk Zwei" non rappresenta affatto quel salto di qualità che ci aspettavamo. Auspicavamo più spazio per la voce femminile, ed invece è ancora Sascha, coi suoi evidenti limiti, a dominare dietro al...
 
 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>