Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Room 101

Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>  
Recensione
22-10-2014 : 23rd UNDERPASS
23rd UNDERPASS
Basta lasciar passare pochi secondi dopo aver premuto 'play' per avere la netta impressione di ascoltare un qualche disco poco noto della prima metà degli anni '80, e invece "Real Life" è soltanto il primo lavoro sulla lunga distanza di un progetto praticamente esordiente, se si esclude una breve e fugace uscita in vinile nel 2009... Parliamo di 23rd Underpass, act ellenico guidato dal compositore Costas Andriopoulos e spalleggiato dalla singer/liricista Nadia Vassilopoulou, il cui album d'esordio, oltre ad uscire in tutti i formati più usuali (CD, digitale e anche vinile, seppur con una tracklist diversa),....
 
Recensione
11-10-2014 : HENRIC DE LA COUR
HENRIC DE LA COUR
Tanti artisti nel corso della storia hanno definito in qualche modo 'terapeutico' il loro sforzo creativo, spesso in modo metaforico per 'curare' un'afflizione interiore, ma quando il nemico è una malattia incurabile come la fibrosi cistica, non è certamente più tempo di metafore e/o di patemi esistenziali più o meno legittimi... Henric De La Cour convive con questo male oscuro sin da bambino, e con esso ha fatto i conti "...espellendo oscurità con altra oscurità...", prima con gli Yvonne negli anni '90, poi con gli Strip Music ad inizio del nuovo millennio, e infine come solista attraverso....
 
Recensione
03-09-2014 : SHATOO
SHATOO
Nel maggio dello scorso anno la band norvegese aveva sorpreso tutti, riemergendo dal nulla col favoloso singolo "Nothing That I Wouldn't Do", dopo lo scioglimento all'indomani del secondo album nell'ormai lontanissimo 1988. Se questo primo insperato vagito dopo 25 anni di oblio aveva entusiasmato, lasciando presagire un nuovo corso entusiasmante per i due superstiti della line-up originaria (Dag Brandth e Calle Varfjell) ed i due nuovi membri (Geir Bratland e Per Aksel Lundgreen, entrambi ex Apoptygma Berzerk), questo successivo EP, uscito a metà dicembre 2013 nel formato digipack e limitato a 500 copie numerate a mano,....
 
Recensione
03-09-2014 : DAILY PLANET
DAILY PLANET
È davvero una sorpresa veder tornare sulle scene il duo svedese Daily Planet, sparito dai radar 18 anni or sono dopo l'unico album "The Tide" ed una manciata di singoli. Se nel frattempo il vocalist Jarmo Ollila è andato brillantemente avanti per la propria strada coi Mr. Jones Machine, di Johan Baeckström si erano invece perse le tracce, ma ora il duo si è ricompattato, tornando con l'insperato secondo album simbolicamente intitolato "Two". Gioiscano i seguaci dell'electropop più melodico, easy-listening ed essenziale, poiché lo stile che i Nostri avevano plasmato col succitato....
 
Recensione
07-08-2014 : TAPAGE
TAPAGE
Dal 2005 ad oggi l'olandese Tijs Ham, attraverso cinque album, diversi EP ed una lunga lista di uscite digitali rilasciate con la sua etichetta personale Tapeface (fra cui molte collaborazioni), si è rivelato 'solo' un nome credibile nel panorama IDM/glitch, specialmente coi primi quattro lavori per l'americana Tympanik Audio. Già il precedente album "Seven", uscito per la Raumklang circa tre anni e mezzo fa, aveva evidenziato una maggiore raffinatezza nella costruzione, anche a livello melodico, ma ciò era inevitabile se si pensa che esso rappresentava il primo di una serie di 'lavori programmatici', con....
 
Recensione
07-07-2014 : XENTURION PRIME
XENTURION PRIME
Nato dalle ceneri dei disciolti Code 64, il progetto Xenturion Prime si compone di Bjørn Marius Borg (voce) e di Hans-Olof Mattsson (suoni), decisi a continuare l'avventura nel mondo della musica electro dopo i tre album e la manciata di EP realizzati con la precedente incarnazione. Rispetto al future/synthpop dei Code 64 il suono di Xenturion Prime appare nettamente più vario, pur facendo tesoro dell'esperienza maturata negli oltre dieci anni di attività precedenti, peraltro celebrati da più parti, nonostante non fossero in pochi a tacciare di scarsa incisività il progetto originario. Incisività che....
 
Recensione
21-06-2014 : ARI MASON
ARI MASON
Al debutto assoluto con l'album in esame, la bella artista americana vanta un background non da poco, essendo proveniente dal conservatorio Oberlin, dove i suoi studi classici l'hanno portata a specializzarsi con la viola da gamba. Tuttavia la passione per la musica elettronica si è rivelata più forte che mai nella Mason, tanto che lo stile da lei scelto per cimentarsi come solista (curatrice non solo di testi e musiche, ma anche della produzione) è l'electropop, anche se le note ufficiali paiono propendere maggiormente per il synthpop. Due scuole vicinissime per le quali sarebbe arduo tracciare un confine che delimiti....
 
Recensione
12-06-2014 : VV.AA.
VV.AA.
L'immancabile appuntamento con la serie "Minimal Baby", caratterizzata dal trionfo unilaterale della minimal-wave e del synthpop di era moderna, giunge al suo settimo capitolo. Come tradizione vuole, la label tedesca SkullLine ne appronta la classica versione standard in jewel-case e la limited edition confezionata in busta colorata, contenente CDr aggiuntivo e conchiglia marina! A tenere a battesimo molti nomi nuovi e semi-sconosciuti ci sono due grandi act del genere: lo storico Echo West, con un brano da brivido, e The Rorschach Garden, noto anche sotto le spoglie industriali di Synapscape. Attorno ai pilastri trovano posto una....
 
Recensione
12-06-2014 : ANNA ALIENA
ANNA ALIENA
Puntualissima nella sua cadenza annuale (sempre più o meno in questo periodo), la singer tedesca torna col quarto EP di fila dal 2011 ad oggi, anche stavolta disponibile nel formato CD attraverso la solita Go!Diva messa in piedi dalla stessa Anna, e subito abbagliante nell'impatto con un artwork smaccatamente kitsch. Le qualità spiccatamente teatrali e operistiche della voce di Anna sono ben note, finanche dai tempi del duo ShirayasDream per chi ne aveva ascoltato gli album, ed anche il lavoro svolto a livello vocale per questo EP si rivela ricco di buone varianti dal sapore istrionico, come da copione. Anna, autrice di testi e....
 
Recensione
31-05-2014 : NO:CARRIER
NO:CARRIER
Dopo il buon antipasto rappresentato dal singolo "Last Scene" lo scorso autunno, il duo tedesco torna sul mercato con l'annunciato terzo album "Wisdom & Failure", commercializzato via Sonic Revolution (divisione collegata al gruppo Echozone/BOB Media). Nonostante il lavoro a distanza (Chris Wirsig, autore di testi e musiche, risiede stabilmente negli States), il duo trova strada facendo un affiatamento sempre maggiore, come dimostrato pienamente da un terzo album che porta con sé la giusta maturazione nel songwriting. Sulle ali della versatile voce di Cynthia Wechselberger (abile nel donare ai brani le giuste....
 
Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>