Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Room 103

Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>  
Recensione
15-10-2020 : THE SEARCH
THE SEARCH
La prolificità dell'act svedese è cosa nota a chi ne ha seguito le vicissitudini discografiche dal 2004 in poi, ma stavolta Razmig Tekeyan, solo al comando da un triennio, si è superato, tornando sul mercato con un nuovo album a soli sei mesi dal secondo e conclusivo capitolo di un viaggio sonoro alla riscoperta del synthpop dei dorati 80s. Riportata la chitarra al centro dell'attenzione, il Nostro torna con un dodicesimo full-length - racchiuso nelle 200 copie dell'edizione digipack a sei pannelli - contenente ben 18 brani per quasi 75 minuti, segno evidente di come l'ispirazione non manchi mai ad un artista che ha....
 
Recensione
15-10-2020 : VV.AA.
VV.AA.
Dopo la nutrita serie di compilation digitali divulgative "Zeitgeist", arriva per la Cold Transmission il momento di mettere in vetrina i propri gioielli col primo sampler realizzato in formato fisico, segnatamente in un elegante doppio digipack completo di booklet con foto e link per ognuno dei 27 act coinvolti. Un approdo logico, dal momento che la label tedesca ha riunito in soli due anni e mezzo molti fra i migliori esponenti odierni delle sonorità post-punk, shoegaze, darkwave, coldwave e relative derive electro, pescando letteralmente da tutto il mondo, fra parecchi nomi d'oltreoceano ed altrettanti dalla vecchia....
 
Recensione
29-09-2020 : ELZ AND THE CULT
ELZ AND THE CULT
Da una scena musicale non certo fervente come quella turca arriva l'act più eclettico del roster dell'ottima Cold Transmission, ossia Elz And The Cult, trio di Istanbul nato nel 2016 ed approdato alla corte della label tedesca per il suo terzo full-length (includendo anche la prima uscita in digitale "Polycephaly"), un anno e mezzo dopo i buoni riscontri ottenuti con l'apprezzabile "Psychodrama". Dopo dei primi vagiti dalle dinamiche synthpop notturne e vellutate, il frontman Elz ed i suoi sodali avevano implementato col secondo album un certo eclettismo a tinte scure che, oggi, trova maggior sfogo nel nuovo lavoro,....
 
Recensione
08-09-2020 : VLIMMER
VLIMMER
L'ambiziosa impresa dei 18 EP - che narrano la storia di un giovane uomo intento a scoprire il perché egli sia una persona così danneggiata - intrapresa nel novembre del 2015 dal progetto di Alexander Leonard Donat si avvia alla conclusione, in attesa dell'ultimissimo capitolo. Editi singolarmente in CDr o nelle 15 copie delle rispettive edizioni in cassetta (con le consuete confezioni artigianali di pregio), oppure assieme nei 35 esemplari del box in legno, i due nuovi EP del solo-project tedesco - che vedono il protagonista diventare un omicida e finire poi in carcere - tengono fede alle aspettative legittimamente maturate....
 
Recensione
09-07-2020 : PARADISE COVE
PARADISE COVE
Presentato nella pregevole confezione digipack a sei pannelli e patrocinato dall'attivissima Cold Transmission, "Dead End" è l'album d'esordio dei Paradise Cove, duo francese di La Ciotat formato da Nicolas Auquier (voce, chitarra, drum-machine) e Stephane Kehyayan (basso e synth). Quello dei due musicisti transalpini è un sound giostrato in egual misura tra darkwave e post-punk in cui si ritrovano tutti gli stilemi tipici del genere: dalle chitarre "ululanti" ai ritmi lineari, passando per un basso sempre prominente ed un'apprezzabile vocalità in linea con gli standard di settore. Seppur privi di....
 
Recensione
19-06-2020 : XTR HUMAN
XTR HUMAN
Ci sono voluti ben sei anni alla band berlinese per replicare al positivo album d'esordio "Atavism", interrotti in maniera significativa dal solo EP del 2018 "Reflections", ma infine Johannes Stabel ed i suoi sodali hanno trovato l'ispirazione necessaria per tornare come si conviene sulle scene. Il nuovo full-length, realizzato dal tandem di etichette No Emb Blanc/Blackjack Illuminist in tutti i formati (CD digifile apribile in 100 copie, cassetta in 30 esemplari, vinile in sole 20 unità ed ovviamente download), sprizza infatti una freschezza tutta nuova in virtù delle maggiori contaminazioni in senso....
 
Recensione
29-03-2020 : BLACKIEBLUEBIRD
BLACKIEBLUEBIRD
Sedici mesi dopo il mirabile esordio "Ghost River", il duo danese BlackieBlueBird torna ad incantarci con la sua formula a base di intimo ed appassionato dream-pop col nuovissimo "Goodbye In July", racchiuso in un elegante digipack a sei pannelli (300 le copie prodotte) e disponibile anche nei 200 esemplari dell'edizione in vinile. Una formula che non muta nell'assetto, con Heidi Lindhal protagonista dietro al microfono e Nils Lassen impegnato con basso, mandolino e chitarre (acustica, elettrica e lap steel, oltre che compositore unico e produttore dell'album), coadiuvati da un paio di ospiti per i pochi ma significativi....
 
Recensione
02-03-2020 : WHITE MANSION
WHITE MANSION
Prova intelligentemente a mescolare le carte in tavola ed a metterci del suo questo quintetto di Fayetteville (Arkansas), che esordisce per la tedesca Cold Transmission con "Human", opera prima racchiusa in un elegante digipack a sei pannelli. Uno sforzo ripagato dai risultati, giacché i cinque, pur mantenendo una chiara aderenza a stilemi darkwave e post-punk, riescono a rendere più attuale e trasversalmente fruibile la propria formula sfruttando malizie pop molto ben contestualizzate, evidenti già dall'ariosa title-track posta in apertura e ribadite con successo soprattutto da momenti quali "Amos",....
 
Recensione
02-03-2020 : FEU FOLLET
FEU FOLLET
Il francese Alban Blaising è sempre stato un musicista piuttosto prolifico, sia nei suoi progetti d'area martial-industrial che in quelli d'estrazione extreme metal, e non sorprende quindi vederlo tornare con la seconda fatica del suo nuovo act Feu Follet a soli sei mesi dal positivo esordio "Le Champ Des Morts", anche stavolta sotto l'egida della Blackjack Illuminist. Racchiuso in un cartonato apribile dal consueto taglio artigianale, il nuovo album (disponibile sia in download che nelle 15 copie in audiocassetta verde fosforescente, ed a richiesta venduto assieme ad una delle 20 copie del fumetto realizzato da Alban per....
 
Recensione
12-02-2020 : BLACK TAPE FOR A BLUE GIRL
BLACK TAPE FOR A BLUE GIRL
Sfruttando intelligentemente un mezzo come Kickstarter, Sam Rosenthal e la sua storica etichetta sono riusciti a trasformare in realtà questa superba operazione discografica, che ci riconsegna non soltanto lo storico terzo album dei BTFABG "Ashes In The Brittle Air" (1989) interamente rimasterizzato, ma anche un secondo CD (racchiuso anch'esso nel mirabile digipack a sei pannelli completo di ampio booklet) contenente sia tracce demo ed alternative del periodo in esame, sia un intero EP ("The Sound Of Waves") che sarebbe dovuto uscire nell'88, ma che non aveva sin qui mai visto la luce. Al netto dell'opportuna e ben....
 
Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>