Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Room 104

 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>  
Recensione
12-09-2021 : VLADIMÍR HIRSCH
VLADIMÍR HIRSCH
Con una carriera prossima al traguardo dei 35 anni, svariati progetti alle spalle (Aghiatrias, Skrol, Tiria, Luminar Ax...) ed oltre 40 pubblicazioni firmate col proprio nome, il longevo compositore ceco Vladimír Hirsch continua a tenere altissima la qualità della propria produzione, il cui ultimo tassello è questo "Katagenesis", realizzato nelle 300 copie dell'essenziale ed elegante digipack dal tandem di etichette Zoharum/Old Captain. Col prezioso ausilio del Czech Integrated Ensemble (occasionale associazione di strumentisti, per lo più d'estrazione classica, che collabora con Hirsch sia in studio che....
 
Recensione
12-09-2021 : NOZ NAD LESAM
NOZ NAD LESAM
Dopo l'esordio eponimo su nastro del 2016, il solo-project della moscovita Natasha Ilminsky approda alla corte della russa COD, che lo scorso maggio ne ha rilasciato il secondo album nella fatidica confezione simil-vinile apribile e nelle consuete 97 copie (cui si uniscono le 50 in formato audiocassetta realizzate dalla Clips). Le coordinate post-industriali del variegato debut ci avevano lasciati con la curiosità di vedere dove NNL sarebbe andato a parare, peraltro dopo ben cinque anni, e la prima parte di "Homeplace", al netto di un beatwork scandito dai rigidi colpi metallici, sembrerebbe indicare stilemi coldwave sia con....
 
Recensione
12-09-2021 : VALLÉE DES LARMES & CATACOMBES DE PARIS
VALLÉE DES LARMES & CATACOMBES DE PARIS
Split album in sole 100 copie - nella bustina cartonata con inserto informativo - per due progetti ancora poco noti (e a quanto pare entrambi al debutto ufficiale) in seno alla scena dark ambient e industrial: il combo francese Vallée Del Larmes ed il misterioso progetto anonimo Catacombes De Paris, proveniente dalla Germania. Colla peste di medievale memoria quale tema portante, i due act si dividono i dieci brani dell'opera (sei per VDL, quattro per CDP) mostrando prerogative in buona parte differenti, ma non così lontane da cozzare fra loro. L'act francese è più incline a costruire brani caotici nei loro impulsi....
 
Recensione
31-08-2021 : DET KÄTTERSKA FÖRBUND
DET KÄTTERSKA FÖRBUND
I due colossi delle sonorità più nere e mortifere Henrik Nordvargr Björkk (Mz.412, Pouppée Fabrikk, Folkstorm etc...) e Thomas Ekelund (Trepaneringsritualen, Dead Letters Spell Out Dead Words) danno vita a questo sodalizio tutto svedese il cui monicker si traduce in "L'Associazione Eretica", con la fidata Cold Spring a farsi carico della pubblicazione non soltanto nell'essenziale CD digipack, ma anche in due edizioni limitate in vinile verde oliva (250 copie) e nero (500 copie). Un vero e proprio evento che ha acceso l'interesse dei cultori del settore, tradotto in un lavoro conciso - completato nell'arco....
 
Recensione
31-08-2021 : TEHÔM
TEHÔM
Storia particolare quella del quotato act dark/ritual-ambient croato Tehôm, divenuto praticamente il solo-project di Sinisa Ocurscak dal '93 sino alla morte del medesimo nel '97, avvenuta subito dopo aver completato il secondo album "Theriomorphic Spirits" (uscito postumo nel 2000). A quel secondo capitolo collaborò - seppur in minima parte, per sua stessa ammissione - Miljenko Rajakovic, il quale, nel 2010, decise poi di riattivare il progetto in memoria dello scomparso Sinisa. Da allora in poi, Miljenko ha realizzato come Tehôm un paio di nuovi lavori (uno nel 2014 e l'altro lo scorso febbraio), oltre ad un live....
 
Recensione
31-08-2021 : O CULTO DO FOGO NEGRO
O CULTO DO FOGO NEGRO
La sempre attiva label americana Noctivagant tiene a battesimo l'esordio del quartetto O Culto Do Fogo Negro, formato da membri di altri act portoghesi operanti in ambiti dark/ritual/cosmic ambient quali O Clube Da Moca Vermelha, Babalith e Nebullah. Realizzato nella classica confezione in cartoncino apribile e nelle consuete 100 copie, "Cálice" sintetizza appieno le prerogative sonore delle esperienze musicali dei suoi protagonisti, aprendo con la dark ambient misterica di quella "Sendo Como O Cálice" che sfodera un taglio rituale nelle vocalizzazioni, un misurato apporto di beat elettronici ed una tensione....
 
Recensione
29-07-2021 : NEIL CHANEY
NEIL CHANEY
Di quando in quando l'inglese Cold Spring ama pubblicare colonne sonore, buona ultima quella in esame relativa alla pellicola "Aura" (o "The Exorcism Of Karen Walker", horror soprannaturale che purtroppo non è stato possibile visionare qui da noi, ma che su Imdb ha preso valutazioni piuttosto basse), in cui una coppia scopre una macchina per la fotografia Kirlian (quella che si dice sia in grado di fotografare l'aura delle persone), liberando accidentalmente un antico Male durante il suo utilizzo. Ad occuparsi delle musiche per il film diretto da Steve Lawson è il britannico Neil Chaney, compositore di....
 
Recensione
29-07-2021 : PARANOIA INDUCTA
PARANOIA INDUCTA
Un anno dopo il valido "Viri Probi", torniamo a parlare del progetto polacco Paranoia Inducta, nome che si è conquistato il giusto rispetto nella scena dark ambient grazie ad una quindicina di buone release pubblicate dal 2004 ad oggi. Il nuovo lavoro "Into Eternal Darkness", rilasciato in un bel digipack formato A5, è nelle intenzioni di Anthony Armageddon Destroyer "uno studio sulla solitudine, sul fraintendimento e sulla disperazione silenziosa, accettando il fato e la mancanza di qualsiasi speranza", il cui titolo è preso dalla citazione di Plinio il Giovane riportata all'interno della....
 
Recensione
29-07-2021 : HIEMIS
HIEMIS
Stavolta ispirato dall'opera dell'esoterista francese del sedicesimo secolo Martinès De Pasqually, massone, studioso di teurgia e fra gli ispiratori del Martinismo, lo spagnolo Juan Carlos Toledo torna con la quinta uscita complessiva della sua creatura Hiemis, un anno dopo il buon "Radix". Per musicare questo vero e proprio viaggio iniziatico alla scoperta dell'"invisibile" sondato dall'ordine di De Pasqually e dei suoi adepti, il musicista di Siviglia accompagna la propria sottile e rifinita dark ambient a strutture sinfoniche dettate dal piano e dagli archi, intrecciando le due soluzioni nei quindici brani che....
 
Recensione
27-06-2021 : CONJECTURE
CONJECTURE
Il greco Vasilis Angelopoulos, col suo act Conjecture, approda alla corte della sempre attivissima Zoharum dopo quattro album che ne hanno cementato la solida reputazione, buon ultimo quel "V" uscito due anni or sono in vinile per la Amek. Ispirandosi a ben note creature della mitologia greca per ognuna delle nove tracce della nuova fatica (che esce nelle 350 copie del bel digipack a sei pannelli, adornato da una grafica suggestiva e pertinente), Vasilis accantona le ricercatezze ritmiche tipicamente IDM e buona parte del proprio approccio melodico per sviluppare - utilizzando come di consueto principalmente hardware e field....
 
 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>