Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Room 104

Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>  
Recensione
01-12-2016 : DAVE BALL - JON SAVAGE
DAVE BALL - JON SAVAGE
Il ritorno di Dave Ball, ex storica metà dei Soft Cell, si concretizza a distanza di oltre 30 anni in compagnia di Jon Savage per un lavoro ispirato dalla magia della natura (la capacità delle piante di ricavare vita dal sole), opposta ad un'umanità incapace di vivere e sempre più cancro di un pianeta minato dall'interno. I due approntano un lavoro variegato, nato dalla commistione dell'elettronica old-school e da nuovi ritrovati digitali per dar vita ad un'ambient rigogliosa e lisergica come ben illustrato dall'artwork. Si spazia da rumori a melodie, a drones, il tutto gestito su tonalità molteplici e....
 
Recensione
01-12-2016 : AJNA
AJNA
Attivo già da qualche anno e con diverse produzioni alle spalle, l'act americano Ajna debutta su supporto fisico grazie all'interessamento della scandinava Reverse Alignment. Produzione non casuale, visto che questo autore assorbe in modo peculiare la lezione dei maestri nordeuropei senza variare minimamente una ricetta che ha reso celebri tanti act ed etichette dagli anni '90 ad oggi. A fare da apripista al dischetto ci sono un gran numero di release a partire dal 2012, tutte disponibili in formato download, molte frutto di collaborazioni con altri artisti del settore. "Inevitable Mortality" consta di cinque lunghi brani....
 
Recensione
01-12-2016 : GAAP KVLT
GAAP KVLT
Oscuro e giovane progetto di probabile provenienza polacca, Gaap Kvlt prosegue la sua avventura nell'elettronica sperimentale dopo l'esordio sulla lunga distanza di due anni fa segnato da "Void". Nel nuovo lavoro vengono apportate alcune modifiche stilistiche non indifferenti rispetto al debut. Rimane evidente in più punti un approccio compositivo minimale fatto di toni essenziali, a cui vengono aggiunti adesso temi e sfumature sonore di matrice orientale, ricollegabili al Marocco. Non a caso l'album è dedicato a Paul Bowles, scrittore statunitense profondamente legato alle terre del Nord Africa. In varie tracce....
 
Recensione
18-11-2016 : GODLESSTATE
GODLESSTATE
Patrick Leagas, attualmente il più estroso dell'originario terzetto della Morte in Giugno, torna con un nuovo progetto che raccoglie l'eredità tribal e mantrica dei vecchi Mother Destruction continuando anche un discorso aperto almeno in parte con "Headless", uno degli ultimi lavori usciti a nome Sixth Comm. Godlesstate nasce dall'interesse mai nascosto di Patrick per l'archeologia e la storia socio-spirituale del genere umano, questione che si traduce a livello audio in un'esplorazione delle pratiche tribal-religiose che hanno percorso i secoli. Di fatto la passione per le percussioni ritualistiche era evidente....
 
Recensione
18-11-2016 : JARL
JARL
Erik Jarl, svedese già membro del collettivo IRM e di altri interessanti progetti di area, firma il suo ennesimo album solista optando ancora una volta per un'unica grande suite sonora. Stavolta l'attenzione ricade sull'amigdala, parte del cervello che condiziona le emozioni ed in particolar modo la paura. Erik si riallaccia al discorso dark ambient dei suoi connazionali elaborando un mantra sibillino che pulsa per quasi un'ora come un essere vivente, mantenendo però una condizione di stasi costante. L'oscurità e il mistero regnano imperiose in un'architettura semplice, fatta di drones ripetuti e stratificati su cui si....
 
Recensione
08-10-2016 : RASALASAD feat. SMELL & QUIM and IRR. APP. (EXT.)
RASALASAD feat. SMELL & QUIM and IRR. APP. (EXT.)
Fernando Cerqueira, portoghese alla guida dell'etichetta Thisco nonché membro unico e fondatore dell'act Rasalasad, 'assolda' due pezzi da novanta della scena noise e sperimentale europea per un nastro a due tracce in cui il padrone di casa mixa i propri suoni con fonti sonore fornite dai due illustri ospiti. Cerqueira mette in gioco il suo stile di marca ambient e di provenienza vagamente space per accostarlo, in un effetto-contrasto, con i rumori studiati di irr. app. (ext.), al secolo Matthew Waldron, sperimentatore californiano che ha all'attivo anche un'importante collaborazione con Nurse With Wound, e i più rozzi ed....
 
Recensione
29-09-2016 : HENRIK NORDVARGR BJÖRKK / MARGAUX RENAUDIN
HENRIK NORDVARGR BJÖRKK / MARGAUX RENAUDIN
Il prolifico Henrik Nordvargr Björkk, nume tutelare delle sonorità più nere e mente dietro ad act di peculiare importanza come Pouppée Fabrikk e - soprattutto - Mz.412, trova nella misconosciuta Margaux Renaudin la compagna di viaggio ideale per dar vita ad "Anima Nostra", abissale discesa nell'oscurità attraversata dal respiro di una ritualità secolare che affonda le proprie radici in un fitto simbolismo (curato dalla Renaudin e ben illustrato nel magnifico digipack a sei pannelli completo di booklet), con vari riferimenti al più arcaico misticismo egizio. In equilibrio....
 
Recensione
29-09-2016 : MAEROR TRI
MAEROR TRI
Continua la serie di recuperi dei vecchi nastri dei Maeror Tri, il collettivo germanico che ha sviluppato, tra gli anni '80 e i '90, una drone ambient personale in anticipo sulle tante produzioni che invaderanno il mercato nel nuovo millennio. Questa ristampa raccoglie due titoli: "Sensuum Mendacia", uscito in cassetta nel 1991 e finora riproposto solo in CDr nel 2005, e le cinque tracce di "Somnia Et Expergisci", split-tape realizzata con Nostalgie Eternelle, datata 1990 e mai trasferita su supporto digitale. I lavori appaiono in grande sintonia compositiva a prescindere dall'arco temporale che li accomuna. Le radici....
 
Recensione
02-09-2016 : THOROFON
THOROFON
Per celebrare i vent'anni di attività la storica band tedesca Thorofon allestisce un lavoro singolare costituito da tracce ri-registrate, inediti e brani recuperati da vecchie compilation. Non una semplice raccolta ma una rivisitazione del materiale del passato, interpretato con una spinta compositiva nuova. Nato sulla scia dei Genocide Organ più duri, l'attuale duo germanico ha proseguito la carriera lisciando le asperità con un sound che strizzava l'occhio anche ai dancefloor (la cover di "Flesh And Steel" degli SPK ne rimane l'esempio più lampante) per proporre adesso un sound singolare, decisamente....
 
Recensione
02-09-2016 : BLOODSOIL
BLOODSOIL
"Quando una nazione dimentica la sua abilità in guerra, quando la sua religione diventa una beffa, quando l'intera nazione diviene un covo di arraffa-soldi, allora le tribù selvagge, i barbari, vi giungono. Chi saranno i nostri invasori? Da dove arriveranno?". Queste le domande essenziali che l'act spagnolo BloodSoil, da sempre apertamente schierato contro il sedicente 'mondo moderno' e legato a valori fondamentali come Tradizione e Spiritualità, pone a chiare lettere dall'interno dello spartano booklet di "Endtimes", terzo full-lenght che va ad interrompere un silenzio durato circa tre anni. Mai tema....
 
Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>