Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Room 108

 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>  
Recensione
07-10-2022 : THEY DIE
THEY DIE
Un anno e mezzo dopo il valido album d'esordio "Deviant Love", il trio nato dalle ceneri dei First Black Pope torna con l'atteso follow-up, stavolta sotto l'egida della Swiss Dark Night, che rilascia la nuova fatica nelle 500 copie dell'essenziale digipack (disponibile in due diversi artwork, uno a tema scuro e l'altro a base bianca). Col loro sound a cavallo fra goth, post-punk e batcave, i Nostri incarnano appieno - soprattutto nella vocalità di Simone e nella chitarra di Massimiliano - l'ortodossia di scuola 80s anche in questo secondo capitolo, affermando quindi la chiara volontà di non stravolgere tali stilemi, al....
 
Recensione
07-10-2022 : L'AMARA
L’AMARA
Una decina di mesi dopo il bel mini-album "Nostra Signora Delle Galere", per l'Osteria neofolk de L'Amara è già tempo di riaprire i battenti, ma stavolta non in senso figurato: l'occasione per l'uscita di questo breve dischetto a tre brani (pubblicato in un essenziale cardboard in soli 100 esemplari e già esaurito, ma sempre disponibile in download) è stata infatti il concerto-evento "Kali Yuga Festival" dello scorso 23 settembre a Vienna, presso il Viper Room, dove gran parte delle copie sono state vendute. Buon per chi ha potuto assistere alla serata, che ha visto il "supergruppo"....
 
Recensione
07-10-2022 : EMPTY CHALICE / CACTUS DILDO
EMPTY CHALICE / CACTUS DILDO
La Industrial Ölocaust Recordings unisce i due monicker Empty Chalice (già presente nel ridotto circuito industrial underground con una manciata di release a tiratura ultra-limitata) e il curioso ed esordiente Cactus Dildo, dietro cui si cela anche il nome di Gianluca Martucci (Urna). Lo split album, uscito lo scorso marzo, ha una caratura sonora prettamente industriale che vede i due pezzi a firma Empty Chalice dotati di una poderosa spinta oscura di matrice dark ambientale ("Schisma"), corretta con movimenti silenziosi e vagamente melodici dalla successiva "The Field". Nettamente più dissonanti le....
 
Recensione
03-09-2022 : AB UNO
AB UNO
Residenti a Berlino, Eugenio Petrarca e Roberto Di Ciaccio hanno fondato gli Ab Uno proprio nella capitale tedesca più di un lustro fa. Dopo due umili quanto già promettenti pubblicazioni in cassetta - "Lost World" nel 2017 e "Metaforma" l'anno dopo - ed un CDr nel 2020 ("La Linea Negra"), adesso freschi di una vivace collaborazione con l'indipendente Dornwald Records, realtà ascolana dedita all'underground sperimentale, questo entusiasmante duo è un fulmine a ciel sereno, in quanto a nuove idee, alla personale ricerca artistica interiore, culturale, metafisica, antropologica, etc.....
 
Recensione
08-08-2022 : LUCA FUCCI
LUCA FUCCI
Senza ombra di dubbio questo nuovo lavoro dell'orgogliosamente nostro conterraneo Luca Fucci è da considerarsi una vera opera d'arte sotto ogni aspetto. Luca Fucci è un compositore fiorentino con un'invidiabile esperienza nell'underground toscano, avendo, ad esempio, condiviso il palco nientemeno che con un certo Antonio Aiazzi (durante il "Linea Gialla Tour", nel 2017), ex Litfiba. Dopo però molte militanze in formazioni del sottobosco fiorentino, dal 2015 Luca intraprende il proprio percorso solista, dove poter amalgamare e plasmare al meglio la propria dimensione di compositore, artista visivo, produttore,....
 
Recensione
08-08-2022 : SONOLOGYST
SONOLOGYST
Avevamo lasciato il progetto di Raffaele Pezzella nel marzo del 2020, in occasione della seconda pubblicazione targata Cold Spring "Ancient Death Cults And Beliefs", e dopo un ulteriore lavoro rilasciato attraverso la propria etichetta Eight Tower ("Dust Of Human Race"), l'act italiano torna alla corte della blasonata label inglese per il nuovo "Interdimensional", sedicesima release firmata Sonologyst. Il rinnovato sodalizio col marchio britannico è la testimonianza diretta del rispetto e della credibilità guadagnati sul campo dal monicker nostrano, che in questa nuova fatica - edita in un....
 
Recensione
14-07-2022 : ALBIREON
ALBIREON
L'ultimo lavoro della band italiana Albireon si aggancia all'omonimo album uscito nel 2018, ma con uno stile velatamente diverso. "A Mirror For..." è innanzitutto un'antologia di figure umane decedute prematuramente e più o meno note, con in comune la capacità di scuotere gli animi con la loro storia personale densa di significati, in grado di superare quell'alone di anonimato che avvolge tante vite e di essere immagine di un'esistenza particolare a suo modo superiore e malinconica, impressa nella mente di un "pubblico" attonito. 13 tracce per 13 vite strappate tra cui menziono, per pura emozione....
 
Recensione
14-07-2022 : SOKUSHINBUTSU PROJECT
SOKUSHINBUTSU PROJECT
"Patto Generazionale" accorpa sei rivisitazioni di brani usciti originariamente negli anni di nascita dei due autori del progetto, Massimo Mascheroni ed Enrico Ponzoni, ed esattamente il 1959 ed il 1980. Le prime tre cover, generate da brani decisamente datati e basati su jingle semplici e orecchiabili, appaiono ricostruite con uno stile rozzo e lo fi, in parte nettamente debitore della scena industriale, in parte ancorato a toni rock polverosi e approssimativi. I pezzi derivanti da originali del 1980, in cui svetta la matrice della disco dance, vengono percorsi con un piglio rugginoso e rumoristico che annulla, ancor di più....
 
Recensione
13-06-2022 : CAVERNA DELLE ROSE
CAVERNA DELLE ROSE
Dopo l'eccellente "Music For Certain Rituals", realizzato assieme a The Illusion Of Silence, l'apprezzata singer Aima Lichtblau (Allerseelen, Les Jumeaux Discordants, iNsCissorS) realizza un altro lavoro basato su alcuni degli "Inni Orfici" del tardo Ellenismo, stavolta sotto il suggestivo monicker Caverna Delle Rose, affiancata dal ben noto Trevor/Evor Ameisie (Northgate, Camerata Mediolanense) e dal musicista/artista visuale Diego Cinquegrana. E si tratta peraltro del ritorno in grande stile di una label estremamente interessante come la francese Slaughter In Art, al palo dal 2009, tornata sul finire dello scorso anno....
 
Intervista
31-05-2022 : ESTETICA NOIR
ESTETICA NOIR
Una vera e propria pioggia di meritati consensi unanimi, sia dal pubblico che dagli addetti ai lavori, ha premiato il netto e indiscutibile salto di qualità messo in campo dai torinesi Estetica Noir col secondo ed a lungo atteso album "This Dream In Monochrome", lavoro di portata internazionale giunto a cinque anni dal valido esordio sulla lunga distanza "Purity". Con un prezioso innesto nella line-up e con l'esperienza maturata in quest'ultimo lustro, il quartetto piemontese ha imboccato la strada giusta verso quell'eccellenza che non è esattamente alla portata di chiunque, dimostrando di avere quel qualcosa....
 
 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>