Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Room 108

 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>  
Recensione
22-06-2017 : SOLCO CHIUSO
SOLCO CHIUSO
Dopo il debutto del 2015 col CD "Human Textures", l'act italico Solco Chiuso, guidato da Gabriele Fagnani, sposta le coordinate da un industrial nudo e crudo a tonalità che si avvicinano maggiormente a quelle tipiche delle ultime uscite della Corazzata Valdemone (act principale dell'autore siciliano), rivisitate con riferimenti al Futurismo Marinettiano. "L'Alcova D'acciaio" incrocia sapientemente rumorismi di fondo che possono riagganciarsi anche ad un classico d'epoca come Russolo, con basi possenti e marziali (le percussioni hanno sempre un ruolo centrale) e con una spinta propulsiva giocata costantemente su....
 
Recensione
22-06-2017 : WE PROMISE TO BETRAY
WE PROMISE TO BETRAY
Dietro We Promise To Betray si celano due nomi ben noti dello sperimentalismo italiano: Giuseppe Verticchio (Nimh, Hall Of Mirrors, Maribor e già apprezzatissimo nella sua nuova veste acustica con i Twist Of Fate) e Davide Del Col (Antikatechon, Molnija Aura, Echran, Ornament), qui riunitisi per una prova strumentale decisamente oltre le loro solite proposte tra dark ambient ed industrial. Con "Nothing Is As It Seems", uscito a marzo per l'ottima label di Stefano Gentile Oltrelanebbiailmare (già produttrice dell'altro nuovo progetto di Verticchio Twist Of Fate), il duo propone un lavoro focoso e vivido, ardente ed....
 
Recensione
15-06-2017 : UNCODIFIED - WERTHAM
UNCODIFIED - WERTHAM
Si chiude con questo CD la trilogia "Vindicta", inaugurata col primo volume nel 2013. Altieri e Deplano, cui è cara la terra sarda, imbastiscono un racconto sonoro incentrato sulle vicissitudini di un pastore che, come tanti altri isolani durante il primo dopoguerra, rifiuta l'assorbimento in un nuovo contesto statale e continentale continuando a far valere il vecchio codice d'onore dei suoi avi, questione che porterà all'incarcerazione e quindi all'evasione e alla latitanza in zone inarrivabili per gli "invasori". Dal punto di vista narrativo il tutto viene percorso con intelligente ambivalenza, riuscendo ad....
 
Recensione
15-06-2017 : INNER GLORY
INNER GLORY
Con immenso piacere giunge il recupero di quella che fu la prima emanazione degli italiani Inner Glory, sorta di promo uscito in una manciata di copie nel 2001, in pieno boom neofolk, genere sotto cui nasceva la band di Jonny B., capace di raccoglierne gli stilemi con arguzia, e pagando forse la negatività da sempre insita nell'ambiente italiano che denigra i piccoli frutti di casa in guerre fratricide esaltandosi con progetti derivativi di provenienza estera. I cinque brani del dischetto furono in seguito inclusi in produzioni diverse e in parte arricchiti con nuovi finimenti, mentre qui se ne riprende la versione in nuce....
 
Recensione
15-06-2017 : L'OCÉAN
L’OCÉAN
Band anomala ed estemporanea prodotta dall'italiana Cooperativa Sociale GP2 Servizi, L'Océan è un collettivo di giovani strumentisti disabili nato nel 2006 all'interno di un progetto più ampio che ha alla base il superamento della disuguaglianza e il raggiungimento delle pari opportunità anche laddove ci siano individui che partono svantaggiati. "Primio" è la concretizzazione di idee e teorie che non potevano avere esito migliore, frutto di obiettivi pianificati e coltivati nel tempo. L'album è un mix di improvvisazione e raffinatezze tonali: le melodie si perdono in un flusso perpetuo che....
 
Recensione
19-05-2017 : CARNERA
CARNERA
A cavallo tra la fine del 1989 e l'inizio del 1990, RAI 2 mandò in onda le 18 puntate de "La Notte Della Repubblica", trasmissione di approfondimento giornalistico sugli "anni di piombo" condotta da Sergio Zavoli. Il periodo di riferimento, che andava dalla fine degli anni '60 all'inizio degli anni '80, fu caratterizzato dalla radicalizzazione del confronto politico e sfociò nel terrorismo, nella lotta armata e nelle violenze di piazza, aprendo una ferita profonda e non rimarginabile nella memoria del nostro Paese. Da tali importanti approfondimenti giornalistici, dedicati a tragici accadimenti come la strage....
 
Recensione
11-05-2017 : LORENZO MONTANÀ
LORENZO MONTANÀ
Lorenzo Montanà è un giovane compositore italiano attivo ufficialmente dal 2009, quando ha pubblicato il suo primo lavoro dal titolo "Black Ivy". Dal 2013 Lorenzo comincia a pubblicare dischi su etichette quali Psychonavigation e Carpe Sonum, fondando anche una propria label, la Disco Dada Records, dedita a sonorità elettroniche di progetti prevalentemente italiani. Il primo vero riconoscimento in ambito internazionale si ha nel 2015 grazie alla collaborazione con Alio Die in "Holographic Codex", uscito per la Projekt. Il disco evidentemente convince la label statunitense, tanto che questo nuovo lavoro....
 
Recensione
29-04-2017 : VINZ AQUARIAN
VINZ AQUARIAN
Secondo lavoro personale di Vinz Aquarian, già membro di Calle Della Morte e Ballo Delle Castagne nonché titolare della label SPQR, dopo l'EP "Diavoleide" uscito un paio di anni fa. Come di norma anche questo 7" esce in una tiratura destinata direttamente al collezionismo e agli appassionati più radicali (33 le copie prodotte), sebbene sia disponibile anche la versione scaricabile. Le tre tracce di "The Third Man" prendono corpo grazie alla partecipazione di Dither Craf, ovvero l'avanguardista romano Raffaele Cerroni, meglio noto per il celebre progetto Mushroom's Patience: suo è infatti il....
 
Recensione
29-04-2017 : NECROPHONIX
NECROPHONIX
Progetto avviato nel 2013 grazie alla collaborazione tra Devis Granziera (Teatro Satanico e Lvnvs, giusto per citare due tra i suoi act più noti) e Davide Tozzoli (meglio noto nelle vesti di N.), Necrophonix prosegue sulla scia di Necrophonie e prima ancora di Necrophilia, progetti messi in piedi dallo stesso Granziera insieme al compianto Marco Corbelli, a sua volta mentore di Tozzoli. A dispetto di titolo e artwork, questo "Necrosick" tende a lasciarsi alle spalle i riferimenti lugubri e mortuari per imbastire un discorso ad ampio raggio riguardo le derive stilistiche post-industriali. I nove pezzi del disco passano infatti....
 
Recensione
29-04-2017 : HURZ
HURZ
Esordio risalente all'aprile dell'anno passato, l'album omonimo dei romani Hurz - triade composta da membri di Doomraiser, Tiresia Raptus e Sesta Marconi - si avvale di una veste decisamente ritualistica e misterica, insita sia nella sua esecuzione che nel comunicato stampa ed il libretto che accompagnano il digipak. "Hurz" rimanda ad uno spazio sacro e protetto, in un'ottica soggettiva viene da associarlo al nostro Io intrinseco ed alle vicissitudini al quale è sottoposto nel quotidiano. Questo l'ambiente nel quale viene sciorinato lo sperimentalismo ritualistico del lavoro, un mosaico sonico nero ed ipnoticamente....
 
 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>