Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Room 108

 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>  
Recensione
21-04-2017 : OFFICINE SCHWARTZ
OFFICINE SCHWARTZ
Usciva lo scorso ottobre una ristampa più che necessaria del cosiddetto "Remanium", debut album della seminale band italiana Officine Schwartz uscito in LP nel 1988, ed ora arricchito dalla coppia di brani "Fräulein"/"Rambo" edita in origine su 7" nell'86, nonché dai brani registrati live nel 1989 al Centro Sociale El Paso di Torino, precedentemente pubblicati solo su nastro. "Remanium", formato da 6 tracce, rappresenta una sorta di opera totale in cui dovevano interagire vari media con alla base il concetto del lavoro in fabbrica, coi suoi turni e le sue scansioni....
 
Recensione
21-04-2017 : GIOVANNI LEONARDI
GIOVANNI LEONARDI
Il sassolese Giovanni 'Leo' Leonardi è una figura di spicco della scena nazionale a tinte scure che negli anni abbiamo imparato a conoscere bene, dapprima nei Siegfried, poi con l'eccellente side-project Carnera e, di recente, nel nuovo progetto Divisione Sehnsucht. Volti differenti di una personalità musicale poliedrica, in un percorso che ha infine portato il Nostro a presentarsi anche in solitaria col proprio nome e cognome, accompagnato solo da quei macchinari analogici che da sempre lo hanno appassionato. Completamente libero a tutti i livelli, Giovanni dà vita alle dodici tracce di questo suo esordio solista, nel....
 
Recensione
05-04-2017 : DIVISIONE SEHNSUCHT
DIVISIONE SEHNSUCHT
Il progetto Divisione Sehnsucht è a tutti gli effetti quello che si può definire l'alter ego dei sassolesi Siegfried, tant'è che il team che lo compone è praticamente il medesimo, inclusi Yvan Battaglia e Simone Poletti, sodali di lunga data per quanto concerne mastering e veste grafica. Se Siegfried è impeto battagliero ed il side-project del frontman Giovanni 'Leo' Leonardi, Carnera, è strategia applicata con acume e risolutezza, Divisione Sehnsucht è invece malinconica riflessione sulle realtà che più toccano l'immaginario di quello che sta diventando un vero e proprio....
 
Recensione
18-03-2017 : SIMON BALESTRAZZI
SIMON BALESTRAZZI
Simon Balestrazzi recupera i suoi primi lavori, rinvenuti in quel di Parma ancora intatti, e ne appronta un'uscita ufficiale a distanza di circa quarant'anni dalla composizione originaria. L'opera è divisa in due tranches: la prima, di cinque brani, andava a costituire un virtuale disco dal titolo "Album Nero" derivato dalla copertina completamente nera che aveva, mentre la seconda parte è formata da quattro pezzi registrati nello stesso periodo ma rielaborati negli anni a seguire fino al 1982. Si tratta di un'elettronica minimale, tanto sperimentale quanto figlia di quei tempi e all'altezza di alcune sperimentazioni....
 
Recensione
18-03-2017 : SUCTION MELENA/MADEMOISELLE BISTOURI
SUCTION MELENA/MADEMOISELLE BISTOURI
Split-album tra Suction Melena, interessante progetto parallelo di L.C.B. gestito da Giò Mori, e il torbido act italico Mademoiselle Bistouri capitanato da Claudio Frassine. I due autori sono in ottima sintonia sia sul piano sonoro, grazie alla passione per l'elettronica noise più estrema, sia su quello tematico, giocato su riferimenti al mondo della pornografia ripercorsa in maniera cupa e ironica. Ed è proprio l'accostamento tra le immagini 'x rated' evocate dai titoli ed il marasma audio a creare un effetto di analogie e contrasti che si susseguono senza tregua, unendo brutalità e piaceri, immagini disturbate e....
 
Recensione
18-03-2017 : MINGLE & THE LAND OF THE SNOW
MINGLE & THE LAND OF THE SNOW
Mini-album scritto a quattro mani da due giovani leve italiane: Mingle (act guidato da Andrea Gastaldello) e The Land Of The Snow (sotto cui si cela Joel Gilardini), entrambi attivi con i rispettivi progetti da circa cinque anni. "Vuoto/Leere" prende vita dal tema della Grande Guerra ed in particolare da una rivisitazione sonora di quel che fu il fronte italo-austriaco. Come trapela dai titoli, presentati per par condicio in entrambe le lingue, i cinque brani prendono la forma di altrettante fotografie scattate su un fronte gelido e nebbioso di cui vengono recuperati solitudine e senso della dispersione, quasi alla ricerca del lato....
 
Recensione
08-03-2017 : PORTA VITTORIA
PORTA VITTORIA
Torna con l'atteso secondo full-length il duo formato da Christian Ryder (TourdeForce, Consenso) e Lisa P. Duse, tre anni e mezzo dopo i positivi riscontri seguiti alla pubblicazione di un debut riuscito e ricco di spunti come "Summer Of Our Discomfort". Anche stavolta confezionato in un pregiato digipack completo di booklet, il ritorno dei PV riprende ed amplia il discorso avviato col debut, intrecciando sapientemente stilemi che vanno dal pop elettronico al jazz, dal neoclassico al trip-hop, dalla downtempo al blues e via dicendo, in un canovaccio sempre prodigo di piacevoli sorprese. Cresciuto sia sul piano qualitativo (a partire....
 
Recensione
08-03-2017 : AENDLEX
AENDLEX
Il progetto di Alex Boscarino sembra aver approfittato bene della pausa di due anni che separa quest'ultima uscita (rilasciata nell'ottobre dello scorso anno) dal precedente "To Maire", ancora legato al nuovo filone acustico-cantautoriale che l'artista inaugurò con "Pre Rup Stairs" nel 2012, dopo tre album contenenti invece un approccio musicale combinante minimalismi elettronici, ambient e psych-folk. La musica di Aendlex, nome che deriva dalla combinazione di Alex + Endless, cioè l'individuo legato all'infinito, è sempre stata molto potente e sentita seppur racchiusa in una veste semplice e....
 
Recensione
18-02-2017 : ESTETICA NOIR
ESTETICA NOIR
L'esperienza Estetica Noir nasce quattro anni fa a Torino, grazie alla passione di Silvio Oreste (chitarra, voce) e Riccardo Guido (basso). In poco meno di un anno giunge l'omonimo EP d'esordio che li mette in evidenza soprattutto con il brano "I Will Kill You", inserito nella compilation "For The Bat - Vol. 1". Adesso il duo, allargato a quattro elementi con l'inserimento di Paolo Accossato alla batteria e Guido Pancani come seconda chitarra, esordisce sulla lunga distanza con questo "Purity". In esso si ritrovano gli elementi che avevano caratterizzato l'EP di esordio, ovvero un sound new wave-oriented....
 
Recensione
18-02-2017 : BEHEAT GORUM DE MENTHEURD
BEHEAT GORUM DE MENTHEURD
Progetto ingiustamente misconosciuto fondato dal milanese Riccardo Zanella (Zr19.84, Forests And Communism, Thee Void...), col suo nome così attraente e misterioso senza un significato vero e proprio ma che incuriosisce non poco, vede il suo ritorno nel giugno del 2016 con il terzo lavoro sulla lunga distanza, preceduto da due album di tutto rispetto come "The Frostibitten Path" (che ha visto diverse ristampe nel tempo, l'ultima delle quali lo scorso dicembre per Kristallblut Records, ma originariamente rilasciato su tape nel 2012 e su CD nel 2013) e, soprattutto, un capolavoro atmosferico come il mini-album....
 
 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>