Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Room 108

 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>  
Recensione
30-01-2023 : KILL YOUR BOYFRIEND
KILL YOUR BOYFRIEND
Orfani di un paio di elementi nella line-up, senza che però ciò vada ad intaccare la dimensione compositiva dell'ormai duo, i trevigiani Kill Your Boyfriend si riconfermano come una delle realtà più intriganti e seducenti del panorama italiano post-punk/dark-rock. La band formata da Antonio Angeli e Matteo Scarpa nel 2011 non si è mai fermata, e la collaborazione fin dagli esordi con la veneziana Shyrec ha dimostrato un vincente approccio. "Voodoo" è il quarto album della brillante band, ancora più rafforzato e intimo in fase produttiva, nonostante l'abbandono di Marco Fontolan e....
 
Recensione
08-01-2023 : ANTIKATECHON
ANTIKATECHON
Dopo il lavoro a quattro mani assieme a Day Before Us del 2020, Davide Del Col rinnova il sodalizio con la Heerwegen Tod anche per il nuovo lavoro (l'ottavo, complessivamente) del suo act principale, rilasciato in un essenziale jewel-case nel tipico stile della label polacca. Diviso in due lunghe tracce, come già avvenuto per "The Sanctum Of Saturation" del 2018, "Sublime Ascension" prosegue in un cammino che incrocia sapientemente la materia dark ambient col noise dronico in una tela che si colora - con toni rigorosamente scuri - di melodie drammatiche, vortici intensi, colpi ritmici e tensioni in crescendo, non....
 
Recensione
08-01-2023 : CHRISTABEL DREAMS
CHRISTABEL DREAMS
Dopo un paio di CDr promozionali ed un EP tra il 2007 ed il 2010, dei romani Christabel Dreams sembravano essersi perse le tracce, ed invece il periodo dei tristemente noti lockdown è servito al progetto per ricompattarsi, dopo la decisione di ricominciare senza l'apporto della chitarra. Col nuovo assetto a due, Emmanuele Viola (basso e synth) e Christian Gatti (voce) sono ripartiti con nuovo slancio, rilasciando attraverso la brasiliana Wave Records questo loro primo e lungamente atteso full-length dapprima in download, sul finire del 2021, e poi anche nell'edizione ecopack a sei pannelli, uscita lo scorso maggio. Un ritorno in grande....
 
Recensione
26-12-2022 : DISMAL
DISMAL
Nonostante un significativo cambio di formazione, che ha visto la cantante d'estrazione jazz Caterina Accorsi sostituire Rossana Landi (quest'ultima presente in ben tre album della band), i piemontesi Dismal accorciano stavolta delle tempistiche spesso tutt'altro che brevi in precedenza, tornando col sesto album a poco più di due anni dal ben accolto "Quinta Essentia". Proseguendo nel solco tracciato sin dal lontano 1995, il tastierista e compositore Bradac guida con autorità la propria creatura, alla quale negli anni ha saputo conferire quell'identità ben precisa che ritroviamo in tutta la sua forza espressiva....
 
Recensione
26-12-2022 : AYN & MARLEN UND MARLEN
AYN & MARLEN UND MARLEN
Cinque anni dopo l'album d'esordio "Exquisite Black", il duo italiano composto da Ayn (Christian Nicolao) e Marlen Und Marlen (Simona Boglietti) torna con la nuova fatica sulla lunga distanza, pubblicata in 100 esemplari in un pregevole digipack a sei pannelli ed attesa soprattutto per vedere dove avrebbero condotto quei primi vagiti ufficiali. Laddove il debut, con intimismo e finezza, propendeva per soluzioni quasi esclusivamente strumentali scandite principalmente da certa elettronica più ricercata, i due hanno optato stavolta per un taglio che guarda con favore tanto alla darkwave quanto a certo folk, dando inoltre....
 
Recensione
11-12-2022 : DJINN
DJINN
Ho da sempre considerato Djinn come l'erede morale di Marco Corbelli, non tanto per lo stile e i suoni, quanto per un mood depressivo che in pochi hanno saputo tradurre con tanta intensità. "Apatia", disco che vede anche una piccola apparizione di Himukalt, continua ad esplorare questa tematica in modo peculiare e ossessivo, adottando un approccio compositivo cupo e minimale fatto di piccoli cenni sintetici, ripetizioni di tonalità accennate, strutture lineari su cui vengono posti rumori isolati che rimandano a situazioni univoche e specifiche. Quasi tutti i brani hanno sullo sfondo un tema oscuro ossessivo che si....
 
Recensione
11-12-2022 : NIMH
NIMH
La Zoharum recupera due vecchi lavori inediti di Nimh (al secolo Giuseppe Verticchio, ben noto musicista italiano): si tratta di materiale prodotto col solo supporto dell'elettronica, a differenza di quanto Giuseppe farà poi in seguito, e diverso dal mood vagamente malinconico ed evocativo dei suoi dischi successivi. "Caustic" e "Composite", risalenti alla prima metà degli anni '90, furono registrati dal vivo senza manipolazioni tecniche successive, e vengono ora riproposti nella loro versioni cruda originaria. "Caustic" è composto da tre tracce, due delle quali estremamente lunghe: si tratta....
 
Recensione
11-12-2022 : SVART1
SVART1
Primo capitolo di una trilogia dedicata al mitraismo per il progetto di Raimondo Gaviano, prolifico autore che spazia tra ambient e industrial senza disprezzare puntate in territori più melodici. La trilogia verrà pubblicata esclusivamente su nastro, in tirature estremamente limitate a 50 esemplari. Per l'occasione il nostro si attesta nei meandri di una dark ambient densa e plumbea, fatta di sovrapposizioni tonali battute da andamenti percussivi con puntate verso minimalismi dronici. Ne trapelano sprazzi di ritualità che rimandano non tanto a misteriose credenze pagane, quanto ad un underground moderno ormai....
 
Recensione
07-11-2022 : ATARAXIA
ATARAXIA
Sfogato a dovere il momentaneo bisogno di spingersi oltre determinati confini stilistici con "Synchronicity Embraced" (2018) e "Quasar" (2020), i Cavalieri Erranti dell'Emilia tornano a percorrere i sentieri a loro più cari con la nuova fatica, rilasciata in più formati (CD standard, CD digipack A5 in 1000 copie, box-set in 200 pezzi e vinile in 500 esemplari) dalla greca The Circle Music, che in tempi recenti aveva già ristampato su vinile due grandi classici firmati Ataraxia. Ripreso l'assetto a tre (com'è noto, il percussionista Riccardo Spaggiari non è più parte della band)....
 
Recensione
07-11-2022 : CORAZZATA VALDEMONE
CORAZZATA VALDEMONE
Chi ricorda la nostra intervista alla CV di poco più di un anno fa, ricorderà senz'altro che Gabriele Fagnani, titolare unico del longevo progetto totalitarian industrial, ci aveva promesso un'altra raccolta di canti a carattere divulgativo, dopo l'eccellente lavoro svolto con "Marcia E Canta, Combatti E Taci". Promessa mantenuta, concretizzata lo scorso 28 ottobre - in occasione del Centenario della Marcia su Roma - nelle 100 copie in elegante confezione A5 di "Innodia Del Combattente", collezioni di inni legati prevalentemente al periodo fascista che ha il solo ed unico scopo di rappresentare un'opera di....
 
 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>