uao! Siamo un Paese ricco!!!

Lo spazio dove discutere di qualsiasi argomento che non sia riconducibile agli altri forum, dalla politica alla società, dai libri allo sport e qualsiasi altra cosa vi sembri meritevole di un pubblico approfondimento…

Moderatori: lovelorn, The Director, Telemaco33, RainDog

uao! Siamo un Paese ricco!!!

Messaggioda dave » ven nov 06, 2009 5:24 pm

Beh, è una gioia immensa sapere che siamo il 6° paese più ricco: http://www.ilgiornale.it/interni/ocse_s ... mments=3#1

Io, per esempio, sto gongolando per il fatto di avere un dottorato di ricerca e di non trovare lavoro, se non part time ai call center per 500 euro al mese. I 200 assegnisti di ricerca dell'Università di Torino che, da un giorno all'altro, sono stati lasciati a casa senza spiegazioni, perché la CRT non ha i soldi per coprire gli stipendi, stanno gongolando ancora di più. E che dire di quel 30% di torinesi che va alla mensa dei poveri (dati ufficiali)? Questi poi, gongolano come dei matti!
E non dimentichiamoci di tutte le aziende che stanno chiudendo, del numero megagalattico di disoccupati, della repentina fuga all'estero di tantissimi under 30: una gioia indescrivibile!
Ottimismo alle stelle, anzi, consiglio anche al Premier di condividere con tutti i noi i lavori a progetto da 400/500 euro al mese: almeno, potrà gongolare con cognizione di causa!
dave
 
Messaggi: 2196
Iscritto il: sab mar 31, 2007 6:00 pm
Località: Torino

Re: uao! Siamo un Paese ricco!!!

Messaggioda The Director » ven nov 06, 2009 6:15 pm

dave ha scritto:Beh, è una gioia immensa sapere che siamo il 6° paese più ricco: http://www.ilgiornale.it/interni/ocse_s ... mments=3#1

Io, per esempio, sto gongolando per il fatto di avere un dottorato di ricerca e di non trovare lavoro, se non part time ai call center per 500 euro al mese. I 200 assegnisti di ricerca dell'Università di Torino che, da un giorno all'altro, sono stati lasciati a casa senza spiegazioni, perché la CRT non ha i soldi per coprire gli stipendi, stanno gongolando ancora di più. E che dire di quel 30% di torinesi che va alla mensa dei poveri (dati ufficiali)? Questi poi, gongolano come dei matti!
E non dimentichiamoci di tutte le aziende che stanno chiudendo, del numero megagalattico di disoccupati, della repentina fuga all'estero di tantissimi under 30: una gioia indescrivibile!
Ottimismo alle stelle, anzi, consiglio anche al Premier di condividere con tutti i noi i lavori a progetto da 400/500 euro al mese: almeno, potrà gongolare con cognizione di causa!


Sebbene condivida quello che tu dici, nel senso che alle incoraggianti parole non mi sembra corrispondano fatti reali, ci terrei a fare due precisazioni:

1) che alle mense dei poveri vada più gente ok, sono sicuro che è vero, ma ti ricordo che il 30% dei 'torinesi' (virgolette d'obbligo, chi vive a Torino sa bene il perchè) sono 300mila persone... non credo che Torino sarebbe in grado di fronteggiare 300mila pasti al giorno, moltiplicati per 2 con la cena... basta fare 2 conti e andar giù di logica per capire che la cifra non è realistica... il che non significa che ci sia ovunque il benessere, beninteso, ma la matematica non è (ancora) un'opinione.

2) Il Premier gongola... e sti cazzi! Conosci anche solo UN altro politico che al suo posto, o come omologo nella sua rispettiva nazione, di fronte ai dati snocciolati dall'OCSE (non dai sondaggisti di Mediaset, nota), farebbe il contrario??? :shock: Intendo uno che vada in tivvù a dire qualcosa tipo: "l'OCSE ci dà in crescita economica, sono costernato ragazzi, vi chiedo scusa..."... Mettici chi vuoi: Bersani, Casini, Di Pietro, Pincopallino... avrebbero gongolato pure loro a reti unificate, come il Cav. Da che mondo è mondo il politico cavalca successi (quasi sempre non suoi) e consensi vari, nessuno escluso, in Italia come nell'ultimo avamposto siberiano.
"Si chiama sogno americano perchè bisogna essere addormentati, per crederci" (George Carlin)
Avatar utente
The Director
 
Messaggi: 4627
Iscritto il: lun mar 19, 2007 10:49 am
Località: prov. di Torino

Re: uao! Siamo un Paese ricco!!!

Messaggioda Diòscuro » ven nov 06, 2009 6:45 pm

In effetti quoto il Direttore. Quella è la classifica OCSE. E l'Italia è meno in crisi di altri per alcuni parametri:

a)il fatto che gli italiani abbiano una cultura del risparmio (certo più quelli passati dei giovani attuali, dati gli stipendi da fame, abbassati anche dalla globalizzazione e dalla presenza di un esercito di riserva di braccia a buon mercato sfruttate e sottopagate, che si continuano a far arrivare: anche questo abbassa le retribuzioni)
b)il fatto che gli italiani abbiano case di proprietà per la maggior parte (sempre capitale è)
c)il fatto che le nostre banche, pur non sempre...limpide (le altre lo sono ancora meno) abbiano capitale reale versato, non come altre per es. USA & co.
d) il fatto che lo Stato Italiano non sia dovuto intervenire a salvare le banche ricomprandosele come in USA, UK e gran parte dell'Occidente. E aggiungo, ricomprandosele e non risolvendo nulla.

il fatto dei dottorati: nè csx nè cdx hanno mai aiutato più di tanto davvero la ricerca universitaria. E' un fatto.
E' in corso una riforma dell'Università. Non ci sono soldi.
Paghiamo e pagheremo una crisi Mondiale, causata dagli USA e da alcune banche. E continuiamo a far arrivare miriadi di persone da dappertutto con leggi che li favoriscono. Ora con il Trattato di Lisbona non decideremo nemmeno le quote di immigrazione perchè abbiamo ceduto la sovranità legislativa anche in questo.
Gli USA, bontà loro (....) dividono con noi.....il loro debito spalmandocelo addosso. I mercati sono fermi anche se in leggera ripresa.
Ma le fabbriche chiudono e chiuderanno sempre di più: perchè produrre in Italia creando alvoro qui quando tutti possono DISLOCARE le produzioni in Cina, far lavorare persone sottopagate, minori compresi? (e questo va avanti dagli anni 90)

Già le facoltà umanstiche non hanno MAI (sotto nessuno) visto finanziamenti a pioggia, e meno in età di crisi.
I primi finanziamenti alla ricerca, se arrivano, quando arrivano, vanno a medicina (perchè salva le vite...ma anche perchè c'è l'industria del farmaco), e a quelle scientifiche in genere, ingegneria, informatica, nucleare, energie, perchè si interpreta il loro frutto come spendibile nel mondo dell'industria e del mercato.
E' chiaro che in ambito umanistico bisognerà aspettare ancora di più, e pazientare, oltre alla solita gavetta.
Io ho fatto ai tempi miei anche lo sgomberacantine.
Con questo ti faccio i miei in bocca al lupo lo stesso.
"Sunt lacrimae rerum, et mentem mortalia tangunt" (Verg., Aen., I, 462)
Avatar utente
Diòscuro
 
Messaggi: 442
Iscritto il: ven lug 24, 2009 4:20 pm

Re: uao! Siamo un Paese ricco!!!

Messaggioda dave » ven nov 06, 2009 7:32 pm

Condivido appieno i vostri ragionamenti; infatti, le mie osservazioni maliziose erano rivolte al Governante di turno. Le avrei fatte anche se ci fosse Prodi o chiunque della sinistra, più che altro perché vedo con i miei occhi ogni gg che la situazione è tutt'altro che rosea.

A The Director: ho sbagliato terribilmente nel riportare la cosa. Volevo dire che c'è stato un incremento del 30% alle mense dei poveri. Così scriveva La Stampa di ieri o dell'altro ieri. Bisogna ammettere che 300.000 persone alle mense dei poveri è un po' esagerato...speriamo non sia una previsione!

A Dioscuro: il privilegio alle facoltà scientifiche è, in fondo, doveroso. E comunque anch'io mi sto adattando a lavoretti di ogni tipo per non soccombere. Grazie per gli auguri!
dave
 
Messaggi: 2196
Iscritto il: sab mar 31, 2007 6:00 pm
Località: Torino


Torna a FORUM 111: ALTRE DISCUSSIONI

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

cron