Giovanardi e Santanché

Lo spazio dove discutere di qualsiasi argomento che non sia riconducibile agli altri forum, dalla politica alla società, dai libri allo sport e qualsiasi altra cosa vi sembri meritevole di un pubblico approfondimento…

Moderatori: lovelorn, The Director, Telemaco33, RainDog

Giovanardi e Santanché

Messaggioda dave » mar nov 10, 2009 1:03 pm

Sono due facce della stessa medaglia: mancanza di rispetto, cinismo, rancore.

Uno insulta e offende un ragazzo morto probabilmente perché brutalmente pestato in carcere: nessun pensiero alla famiglia che soffre per la perdita, nessun rispetto per chi non c'è più. Io sono tutt'altro che tollerante con l'uso di sostanze stupefacenti, ma non mi passerebbe nemmeno nell'anticamera del cervello dire quello che ha detto Giovanardi in Radio.
Comunque, il presente articolo di Repubblica espone meglio di chiunque altro il mio pensiero su Giovanardi: http://www.repubblica.it/2009/11/sezion ... eroce.html

La Santanché sbraita in Tv, gridando "Maometto pedofilo": http://www.youtube.com/watch?v=gMhiksdEgec

un video angosciante, privo anche qui di qualsivoglia rispetto per chi ha altri principi religiosi.

Ma davvero Giovanardi e Santanché sono dei modelli di cattolicesimo? Io vedo solo odio, rancore e una gigantesca e incolmabile ignoranza!
dave
 
Messaggi: 2196
Iscritto il: sab mar 31, 2007 6:00 pm
Località: Torino

Re: Giovanardi e Santanché

Messaggioda Diòscuro » mer nov 11, 2009 8:19 am

non sono un particolare fan nè di Giovanardi nè della Santanchè. Sicuramente quello non è il modo.
Sui concetti: su Cucchi le cose ancora non sono chiare, e comunque non doveva morire in carcere (anche se anoressico, spacciatore, sieropositivo & co), questo è il minimo.

Sulla Santanchè quando si esagita non mi esprimo. Non è la maniera. Sul concetto però qualcosa si può dire.
Maometto circa 50enne sposò Aisha quando lei aveva 9 anni, dopo 3 anni di "fidanzamento".
E non c'è Henry Corbin che tenga.
La "terminologia" la lasciamo ai lessicologi.
I qualsivoglia che invece hanno altri principi religiosi in "quei" paesi non possono nemmeno vivere, o sopravvivere.
E non si parla solo di cristiani professanti in paesi islamici, ma anche di occidentali in genere in alcuni, parecchi, paesi islamici.

il tipo che ha messo il video su youtube con la sagomina del "che" si autodefinisce "farabutto comunista" e spiega "Pensate se un musulmano avesse detto che Cristo andava con le escort quale finimondo sarebbe accaduto."
In realtà dicono anche di peggio: Adel Smith (a proposito di agitati in tv) disse che Cristo è un cadavere sopra un legno. Nell'ottica cristiana se è un cadavere sarebbe messa in dubbio la resurrezione. Invece l'occupazione del suolo pubblico a Milano, Roma, Parigi, Viale jenner & co... da orde islamiche adoranti (che pur hanno già moschee dedicate) è un rispettare un diritto degli altri italiani?

In realtà il punto è che in alcuni paesi islamici un occidentale non può nemmeno mangiare una salsiccia.
Oppure in certi casi può venire crocifisso, nel 2009.

http://www.corriere.it/esteri/09_ottobr ... aabc.shtml
"Sunt lacrimae rerum, et mentem mortalia tangunt" (Verg., Aen., I, 462)
Avatar utente
Diòscuro
 
Messaggi: 442
Iscritto il: ven lug 24, 2009 4:20 pm

Re: Giovanardi e Santanché

Messaggioda Diòscuro » mer nov 11, 2009 3:20 pm

p.s.
Approfondiamo comunque il caso Santanchè:
prima di tutto servirebbe il video completo. Comunque:
_lei dice: "“Maometto per noi era poligamo e pedofilo, perché aveva nove mogli e l’ultima di nove anni” e
“La Corte europea si preoccupi del fatto che in Arabia Saudita danno le bambine agli sceicchi”

_replica “educata” Ali Abu Schwaima, presidente del Centro Islamico di Milano e Lombardia;
“Ma sta zitta con le sue falsità. Sta zitta”
“lei vuole parlare di schifezze come lei”
“Noi vogliamo parlare di cose serie, non delle sue schifezze”,
“Qui l’ignoranza, quando uno parla di un argomento che non c’entra niente”
“Lei è il simbolo dell’ignoranza maggiore”
“E’ ignorante lei e tutti quelli come lei”
“Ecco l'ignoranza sua e di tutti quelli come lei, che non hanno altri argomenti per controbattere quel che dico”.

al di là dei toni il punto è: la Santanchè ha detto una cosa vera o ha detto una balla?

Maometto consuma il matrimonio con Aisha quando lei ha 9 anni, ma è già fidanzata /sposata quando lei ne ha 6.

Non lo dice la Santanchè, ma le hadith:
Sahih di Bukhari, Vol. 5, Libro 58, numeri 234 e 236
34 Volume 7; Libro 62, Numeri 64, 65 e 88;
64 Sahih Muslim Libro 8, Numeri 3309, 3310 e 3311
Sunan di Abu Dawud al-Sijistani, Vol. 2, n. 2116, Libro 41, n. 4915, 4916 e 4917

e cioè http://www.usc.edu/schools/college/crcc ... #005.058.2

e http://www.usc.edu/schools/college/crcc ... #007.062.0

http://www.usc.edu/schools/college/crcc ... l#008.3309

http://www.usc.edu/schools/college/crcc ... l#041.4915

Si potrebbe aggiungere come questione antropologica: forse ai tempi di Maometto era normale sposare bambine di 6,7,8,9, anni.
Oggi è reato. E si potrebbe dire: oggi non accade più?
E invece accade ancora: il RAPPORTO ONU sulle spose bambine del 2008 parla di 51 milioni di spose bambine.

http://www.wuz.it/news/70728/onu-milioni-spose.html

e non solo in Arabia Saudita. L'anno scorso in Marocco un teologo islamico (cheikh Mohamed ben Abderrahm) ha legittimato questo tipo di matrimonio citando Sahih Bukhari 5:58: 234, 5:58: 236, 7:62: 64, 7:62: 65, 7:62: 88, Sahih Muslim 8:3309, 8:3310, 8:3311, Sunna Abu Dawud 41:4915, 41:4917.

Qui al link invece una bimba "fortunata" nello Yemen è riuscita a chiedere il divorzio al marito. Lei ha 8 anni, il marito 22 anni di più.

http://www.pupia.tv/mondo/notizie/0002682.html
"Sunt lacrimae rerum, et mentem mortalia tangunt" (Verg., Aen., I, 462)
Avatar utente
Diòscuro
 
Messaggi: 442
Iscritto il: ven lug 24, 2009 4:20 pm

Re: Giovanardi e Santanché

Messaggioda dave » mer nov 11, 2009 3:40 pm

Ma il discorso non ha senso!
Allora, visto che ci siamo:

- Socrate e la sua cricca erano pederasti e praticamente pedofili, visto che avevano rapporti sessuali con i loro allievi molto giovani
- Novalis era pedofilo, perché Sophie quando si fidanzò con lui aveva 11 anni.
- e così via

Se poi dobbiamo entrare nei discorsi dei singoli monoteismi, che cosa dovremmo, per esempio, pensare di Dio che accetta la scommessa di Satana e toglie tutti gli averi a Giobbe, gli uccide tutta la famiglia e lo riduce a una larva umana, solo per vedere se alla fine Giobbe si rivolta contro di lui? Esempi di questo tipo abbondano in ogni modo nei nostri testi sacri...
Mi sembrano discorsi campati per aria...
dave
 
Messaggi: 2196
Iscritto il: sab mar 31, 2007 6:00 pm
Località: Torino

Re: Giovanardi e Santanché

Messaggioda Diòscuro » mer nov 11, 2009 3:48 pm

eh no il discorso ha senso. NON sono Campati per ARia.

Socrate non c'è PIU', ci teniamo la sua filosofia, non ha creato un...'sistema di pedofilia', e un 'maestro' pedofilo oggi va in galera.
Novalis non c'è più. In certe cose ottimo. Ma non ha creato un 'sistema' in quel senso. Ma se lo faceva oggi, andava in galera. E giustamente.
Invece il matrimonio con le bambine di 6,7,8,9 anni in base ad alcune interpretazioni dell'islam c'è ancora OGGI in quei paesi, NELLA REALTA',
come chiaro dal rapporto ONU sui 51 milioni di spose bambine.
E come chiaro dalla bambina di 8 anni che ha chiesto di divorziare dall'uomo di 22 anni più di lei in YEMEN, impostole da tutta la famiglia.

Nessun problema a entrare nel discorso dei singoli monoteismi. Ho ben presente il libro di Giobbe. Se vuoi in lingua originale. Ma è anche una storia per il lettore, una FIGURA di YHWH che mette alla prova la fede dell'uomo, e basta.
(Nell'AT e NT non è consigliato il matrimonio con minori cfr. Mt 18:6 "Ma chi avrà scandalizzato uno di questi piccoli che credono in me, meglio per lui sarebbe che gli fosse appesa al collo una macina da mulino e fosse gettato in fondo al mare" etc)

Invece il matrimonio con le minori in parte del mondo islamico c'è ancora nella realtà adesso, e, ribadisco, come da dossier ONU e come dal caso della bimba di 8 anni che per prima si è ribellata in Yemen.
Non c'è niente di campato per aria.
Ultima modifica di Diòscuro il sab nov 14, 2009 10:14 pm, modificato 1 volta in totale.
"Sunt lacrimae rerum, et mentem mortalia tangunt" (Verg., Aen., I, 462)
Avatar utente
Diòscuro
 
Messaggi: 442
Iscritto il: ven lug 24, 2009 4:20 pm

Re: Giovanardi e Santanché

Messaggioda dave » mer nov 11, 2009 3:53 pm

Diòscuro ha scritto:Nessun problema a entrare nel discorso dei singoli monoteismi. Ho ben presente il libro di Giobbe. Se vuoi in lingua originale. Ma è anche una storia per il lettore, una FIGURA di YHWH che mette alla prova la fede dell'uomo, e basta.



aaah, le storie bibliche sono allegoriche o non allegoriche a piacimento...ho capito!
dave
 
Messaggi: 2196
Iscritto il: sab mar 31, 2007 6:00 pm
Località: Torino

Re: Giovanardi e Santanché

Messaggioda Diòscuro » mer nov 11, 2009 3:57 pm

ah, fate questo tipo di ricerca a filosofia delle religioni? interessante :-D

Non ha importanza alcuna che le storie bibliche siano allegoriche o non allegoriche a piacimento.
Per un cristiano 'osservante' magari evangelico la Bibbia è tutta vera Parola ispirata in maniera plenaria, per un evangelico 'modernista' no, per un cattolico si e no a seconda della mediazione dell'autorità della Chiesa e della Tradizione. Il punto è che già nel NT stesso, Paolo cita un principio per l'interpretazione del testo "secondo lo spirito e non secondo la lettera". Questo apre la via alla possibilità dell'interpretazione, che è sempre stata possibile nei cristianesimi.
Nell'islam c'è un forte letteralismo, se proprio dobbiamo fare differenze. E stati interi con leggi cogenti tra il fondamentalista e il ...letteralista. Già la possibilità occidentale di vedere un testo sacro "secondo lo spirito e non secondo la lettera" iniziava alla libertà di pensiero.

Su Giobbe: la differenza è che il libro tratta solo del rapporto di un uomo con Dio. Una cosa interiore. Che ci piaccia o no, il libro di Giobbe, che ci sia accettevole o meno :-D , non ha avuto e non ha nessun influsso sul presente. C'è solo un Giobbe, o immagine di ognuno, che contende con Dio. Dio lo priva di tutto per metterlo alla prova nella fede. Alla fine lo premia, ma non prima che G. abbia detto "I know that my Redeemer lives" come nel Messiah di Haendel. Intendo: può piacere o no questa idea veterotestamentaria. Ma non ha creato un "sistema" che configura un reato, nella fattispecie la pedofilia, nel mondo, attivo ancora oggi.

le hadith sono allegoriche o non allegoriche a piacimento pure quelle? può essere. Piuttosto in quel mondo vige un letteralismo.

il punto è che, nello specifico, la cronaca documentata afferma che il matrimonio con minori è:
-sia nelle hadith (allegoriche o NON allegoriche)
-sia nella realtà, OGGI.

punto.
"Sunt lacrimae rerum, et mentem mortalia tangunt" (Verg., Aen., I, 462)
Avatar utente
Diòscuro
 
Messaggi: 442
Iscritto il: ven lug 24, 2009 4:20 pm


Torna a FORUM 111: ALTRE DISCUSSIONI

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron