Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Room 101

 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>  
Recensione
24-11-2020 : DIORAMA
DIORAMA
Dopo le tante gemme inanellate in una discografia da incorniciare, viene da chiedersi cosa mai i Diorama potrebbero sbagliare per ritrovarsi a realizzare un lavoro di tono minore, o comunque non meritevole della massima attenzione... Ed è arduo anche solo ipotizzarlo, poiché la band di Torben Wendt è approdata da molto tempo e da molti album ad un livello di sicurezza dei propri mezzi, di personalità e di capacità realizzativa così superiore alla media della concorrenza, che tentare di trovare un difetto in un lavoro artistico così curato in ogni dettaglio equivarrebbe al cercare un ago in un....
 
Recensione
24-11-2020 : AGENT SIDE GRINDER
AGENT SIDE GRINDER
Niente è mai banale o scontato in una release fermata ASG, neppure quando si tratta di un remix-album, ossia di un'uscita sostanzialmente dedicata ai fans più fedeli. Sarebbe stato relativamente facile traslare i pezzi dell'eccellente ultimo album "A/X" in chiavi completamente diverse, magari dando in pasto ai club la gran parte del materiale, ma i remixer intervenuti hanno saggiamente scelto di non lanciarsi in meri stravolgimenti fini a sé stessi, preferendo lavorare spesso e volentieri di sottrazione per evidenziare l'assoluta bontà delle song al loro stato originario. In tal modo, tutti e 12 i remix....
 
Recensione
10-11-2020 : EMPIRE STATE HUMAN
EMPIRE STATE HUMAN
È un tuffo nel passato quello che gli ESH ci propongono con questo spartano dischetto (uscito negli ultimi giorni dello scorso anno), che immortala il progetto - all'epoca ancora un duo, laddove recentemente il frontman Aidan Casserly è rimasto solo al comando - in un concerto tenuto nel lontano 2003 nella loro Dublino. All'epoca l'act irlandese aveva all'attivo solo tre uscite per la statunitense Ninthwave (un full-length, una raccolta di brani vari ed un maxi-CD, tutti datati 2002), e quindi un repertorio limitato a cui attingere, tant'è che la scaletta verte principalmente sul debut album "Pop Robot", con....
 
Recensione
15-10-2020 : VV.AA.
VV.AA.
Ci è voluto quasi un anno per portare a compimento l'intera operazione, ma dopo tanto lavoro la Progress ed i 45 act coinvolti sono riusciti a finalizzare il triplo CD - limitato a mille esemplari numerati a mano - che celebra la centesima uscita per l'importante label svedese, autentico faro per le sonorità elettroniche che vanno dal synthpop più melodico ed orecchiabile alla ruvidità della electro-industrial, passando per i muscoli dell'EBM e per il fascino oscuro della dark-electro. Ben 45 brani per oltre tre ore di musica sono quanto viene messo sul piatto in questa mastodontica operazione, che vanta....
 
Recensione
30-07-2020 : XDZVØNX
XDZVNX
Già autore di un album su cassetta ("TAPE_01") nel 2018 e di un EP digitale ("MAYKO") l'anno seguente, il duo polacco approda al secondo full-length, trovando in breve tempo la strada per rendere più efficace un impianto witch house decisamente eclettico. Bora (voce principale, synth e mandolino) e Snufkin (synth, programming e voce), "nascosti" dietro un curioso artwork vintage e stralunato, confezionano 14 brani di durata piuttosto breve in cui uno stile più compiuto prende forma tra le varie divagazioni electro, sfiorando anche lidi industriali ed evocando spesso e volentieri lo spettro di....
 
Recensione
09-07-2020 : APOPTYGMA BERZERK
APOPTYGMA BERZERK
C'è fermento in casa APB: dopo la massiva celebrazione del debut "Soli Deo Gloria" a cavallo fra il 2018 ed il 2019, lo storico act norvegese ha rilasciato un paio di compilation digitali di B-sides e rarità (cui ne seguiranno altre due, prima che l'operazione sfoci anche in una o due uscite similari in formato fisico), ed ora, in vista del prossimo album, anche questo nuovissimo EP che, stando alle note ufficiali, ci fornisce indicazioni utili a capire quale sarà la direzione intrapresa dalla band di Stephan Groth. Una direzione che ci viene suggerita già dall'artwork di copertina, che reca a chiari....
 
Recensione
19-06-2020 : ALPHAMAY
ALPHAMAY
Solo pochi mesi fa parlavamo di "Retrographie", doppia raccolta che riassumeva la già intensa carriera del duo Alphamay (formatosi nel 2012), soprattutto a favore di quel pubblico russo (non a caso l'etichetta produttrice era la ScentAir) che l'act tedesco si preparava ad incontrare per una serie di concerti. Cris Frickenschmidt (musiche e voce) ed Henning Hammoor (voce) tornano ora con la sesta prova complessiva sulla lunga distanza, abbandonando la Timezone in favore della Battersea Electric e confermandosi ancora una volta quale ideale ponte/crocevia fra synthpop e darkwave. Il piglio electro del duo non si ferma a....
 
Recensione
29-05-2020 : PROMENADE CINEMA
PROMENADE CINEMA
Due anni dopo il positivo e ben accolto debut album "Living Ghosts", il duo di Sheffield composto da Emma Barson e Dorian Cramm torna col nuovo full-length "Exit Guides", lavoro racchiuso in un pregevole box di metallo rotondo col CD che ricalca le fattezze del vinile. A parte la confezione, ciò che spicca immediatamente è la qualità dei contenuti, che fanno registrare un balzo in avanti importante in termini di maturità e qualità a tutti i livelli, ben sottolineato dalla pregiata fattura di ognuno degli otto brani inclusi. L'act britannico riparte da quel synth/electro-pop apprezzato due....
 
Recensione
29-05-2020 : ZOODRAKE
ZOODRAKE
Conclusa ormai definitivamente l'avventura in seno al supergruppo synthpop Seadrake, il cantante/musicista/produttore Hilton Theissen (nato in Sudafrica ma tedesco d'adozione e già noto per i suoi trascorsi in realtà anche molto diverse tra loro, come Akanoid e Dark Millennium) torna sulle scene con quello che è a tutti gli effetti il suo progetto, dalla concezione alla realizzazione. Un nuovo inizio che, nonostante i richiami del nome alla sua precedente e succitata esperienza, è una sorta di tabula rasa per Hilton, ora libero di muoversi in qualunque direzione lo porti l'ispirazione, pur avendo mantenuto una....
 
Recensione
29-05-2020 : THE SEARCH
THE SEARCH
Il progetto svedese, nato come band nel lontano '99 (inizialmente come The Silverslut, prima del cambio di nome nel 2003) ed ormai facente capo dal 2017 al solo Razmig Tekeyan, conclude con questo suo decimo full-length in studio - racchiuso in un essenziale digipack - un piccolo viaggio in due parti a ritroso nel tempo, iniziato col penultimo album "A Wave From The Sidelines" di due anni fa. Dieci canzoni nate dalla chitarra acustica di Razmig nel corso del tempo (alcune anche 20 anni fa) che, come suggeriscono le note ufficiali, sarebbero suonate più vicine alla darkwave ottantiana ed all'indie rock entro i cui confini si....
 
 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>