Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Room 102

Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>  
Recensione
13-01-2017 : CHAMAELEON
CHAMAELEON
Uscito ormai un anno fa, "Evil Is Good" segna il ritorno del duo greco/russo dopo l'esordio "Sick / Perverted" del 2013. Realizzato in 500 copie numerate a mano nella lussuosa confezione digipack completa di booklet e slipcase (con una veste grafica a sfondo orientale), l'album fa segnare dei piccoli passi in avanti per quanto concerne sia la resa sonora che la costruzione dei brani, tuttavia fisiologici e lungi dal risultare decisivi. La formula, che di base rimane ben ancorata al filone aggrotech/harsh pur sfruttando le più classiche malizie techno/eurodance anni '90, si arricchisce in parte di nuovi elementi, a....
 
Recensione
20-12-2016 : DISHARMONY
DISHARMONY
Giunto alla decima uscita sulla lunga distanza, il duo slovacco - che lascia l'americana Tympanik dopo tre release per tornare a gestire le cose attraverso il proprio marchio Aliens Production - è ormai una delle migliori garanzie per chi si diletta con l'elettronica più raffinata e intelligente. Con una base dark-electro ampiamente consolidata, pescando sempre abilmente e saggiamente da generi quali ambient, industrial, harsh-electro, IDM e downtempo, Ryby ed Headdreamer arrivano a concepire la loro opera emotivamente più intensa, sfoggiando un taglio doloroso che emerge chiaramente dalle trame raffinate e magnificamente....
 
Recensione
20-12-2016 : VV.AA.
VV.AA.
L'agguerrita Insane Records, sorta due anni fa sulle ceneri della Artificial Sun, dà alle stampe il secondo volume della compilation "Terror Night", ideata come concretizzazione fisica del podcast omonimo in onda su joyradio.cc al sabato. Realizzata in 300 esemplari nel bel formato del doppio digipack con slipcase, l'ampia raccolta racchiude ben 30 act per oltre 130 minuti di musica, fornendo un utile spaccato dell'attuale scena harsh-EBM/hellektro. Parliamo di un settore dove da un lato sono andati perduti quei grossi calibri in grado di realizzare grandi album (il :Wumpscut: degli anni ruggenti e i compianti The Retrosic),....
 
Recensione
18-11-2016 : RECFRAG
RECFRAG
Approdato alla corte della slovacca Aliens Production, il progetto del bielorusso Dmitry Nikolaenko torna col secondo full-length a circa un anno e mezzo dal buon debut "Burning Rime" (uscito per la Solanic). La formula IDM/ambient/industrial viene affinata ad ogni livello, dalla produzione più dettagliata ad una scrittura più matura, segno di come il producer di Minsk abbia lavorato al meglio per compiere i dovuti passi avanti. Synth ariosi e ritmi abrasivi s'incontrano/scontrano all'interno di brani dove la componente melodica gioca un ruolo fondamentale, ed in tal senso "Magnetic Spheres" risulta quanto....
 
Recensione
18-11-2016 : BOAR ALARM
BOAR ALARM
Nuova avventura solista per lo svedese Fredrik Djurfeldt, singer dei longevi Severe Illusion la cui inclinazione per i side-project è ormai ben nota (Analfabetism, Instans etc.). Assieme al nuovo act rispunta fuori il marchio Riot Electronics (che due anni fa commercializzò la tape dell'altro progetto parallelo Radiumhospitalet), per un esordio registrato a Vancouver e confezionato in un digipack a sei pannelli elegante e minimale. Sebbene l'act principale di Fredrik, Severe Illusion, si sia sempre mosso nelle aree più distorte e noisy dell'EBM, al musicista svedese non è mai mancata la volontà di cimentarsi....
 
Recensione
08-10-2016 : PHILIPP MÜNCH
PHILIPP M‹NCH
"Nell'antica mitologia il termine 'elysium' indicava un aldilà, un posto felice e benedetto scelto dagli dei per i giusti e gli eroici. Se guardiamo da vicino la vita che viviamo realizzeremo che questo posto è già qui sulla Terra, ma per pochissimi. Un posto dove una minuscola percentuale della popolazione umana spende il proprio tempo in estasi, mentre il resto di noi è condannato permanentemente ad una vita di lotta e conflitto.". Questa la visione, distopica quanto tristemente realistica, dalla quale - come recitano le note ufficiali - il navigato musicista tedesco (già arcinoto per una miriade....
 
Recensione
08-10-2016 : ELASTIK
ELASTIK
Nuovo EP (il terzo dopo i due album "Metalik" e "Critik", rispettivamente del 2009 e 2011) per il solo-project del francese Thomas Prigent, che prosegue nella sua politica dei piccoli passi in vista dell'attesa terza prova sulla lunga distanza. Altri sei nuovi brani, racchiusi nell'artigianale digifile apribile in cartoncino rigido con inserto informativo, nei quali come da copione Thomas si circonda di ospiti per le voci femminili, richiamando a sé collaboratrici storiche e la new entry K-rol Gola. Sempre legato ad un background diviso fra la dark-electro e l'electro-industrial, il Nostro affina le proprie....
 
Recensione
29-09-2016 : POLYGON
POLYGON
Con l'atteso ritorno del 2015 "Sein Lernen", arrivato ad interrompere un silenzio durato ben un decennio, il progetto di Ingo Lindmeier ha trovato nella slovacca Aliens Production la sua nuova e pienamente confacente dimora. Passati pochi mesi "Sein Lernen" è divenuto anche un remix-album, ed ora, a meno di un anno di distanza dal suddetto ritorno, il musicista tedesco è già pronto a tornare sul mercato col nuovo full-length, lasciando verosimilmente intendere come, negli anni del silenzio, egli non sia rimasto inoperoso sul versante compositivo. "Einzelheiten" prosegue sulla scia della....
 
Recensione
02-09-2016 : LUCIFER'S AID
LUCIFERíS AID
Altra nuova scoperta - ovviamente sempre di provenienza svedese - in casa Progress: stavolta ad esordire è Lucifer's Aid, solo-project condotto da quel Carl Nilsson in passato già impegnato con formazioni quali Lithium e The Operating Tracks. Quello di "New To Reality" è un suono che la label scandinava inquadra a dovere nelle note ufficiali, accostandolo ai primordi di act seminali quali Dive e Klinik mescolati con la durezza di progetti come Noisex o le prime cose di casa Ant-Zen. Dunque EBM vecchia scuola, ma con quella glaciale ruvidità che distingueva determinati act rispetto ai muscoli & sudore....
 
Recensione
23-07-2016 : TRANSPONDER
TRANSPONDER
Transponder è un nuovo progetto tedesco nato dall'incontro fra il vocalist Hanz Acid (Werksfront) e Freund 424 (Rhesus Factor), la cui comune passione per i colossi della prima ondata EBM (Front 242, D.A.F., Nitzer Ebb etc.) ha portato - dopo un singolo digitale - alla genesi di un debut album come quello in esame, scarno e diretto proprio come l'amata 'old school' sin dallo spartano jewel-case con artwork a sole due facciate. Coi primi Front 242 quali influenza più prominente (specie per certi passaggi vocali, e persino le copie stampate per l'edizione limitata in CD sono 242!), il duo forgia un sound che si guarda bene dal....
 
Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>