Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Room 102

Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>  
Recensione
21-03-2014 : MOBTHROW
MOBTHROW
La Grecia è fucina di eccelsi sound designer (Subheim, Abstractive Noise e Stavros Gasparatos, solo per citare alcuni nomi), ed Angelos Liaros rientra appieno in tale elite, sia per quanto espresso nei panni di Mobthrow, sia per essere divenuto un punto fermo nella scena di riferimento quando si tratta di mastering per lavori di spessore. Spostatosi definitivamente a Berlino dopo un precedente soggiorno in terra olandese, Liaros torna finalmente con l'atteso secondo album di Mobthrow, che arriva a tre anni esatti dall'ottimo debut eponimo. Se per Angelos stili come dubstep e drum'n'bass sono stati solo un punto di partenza per....
 
Recensione
27-02-2014 : ELECTRO SYNTHETIC REBELLION
ELECTRO SYNTHETIC REBELLION
Uscito la scorsa estate nell'elegante confezione digifile apribile, "Time Of Fear" è il sesto album della carriera ormai ultradecennale del progetto del francese Vincent Pujol, approdato alla corte della Advoxya nel 2011 in occasione dei dieci anni di attività discografica (degnamente celebrati con la raccolta "A Passage In Time V2"). In questo primo album di inediti targato Advoxya, che giunge ad oltre quattro anni dal precedente full-length "Post-Industrial" (nel mezzo solo l'EP "Distorted Memories" del 2010, oltre alla già citata raccolta), Vincent prosegue nel suo percorso a....
 
Recensione
19-02-2014 : SCHYZZO.COM
SCHYZZO.COM
Nato sul finire del 2004, questo duo di Budapest dal bizzarro monicker ha esordito nel 2006 per la Advoxya con l'album "Interfear's Network", e da allora non ha mai abbandonato la corte della label ungherese. Un sodalizio che giunge ora alla terza tappa, ancora una volta con un full-length, dopo l'ottimo "Sexshop" del 2009. Ciò che ancor oggi colpisce è constatare come questo duo non venga pubblicamente riconosciuto come uno dei migliori act del roster della Advoxya, perché questo è ciò di cui gli Schyzzo.com hanno dato prova attraverso due album maturi, evoluti, coraggiosi, moderni ed....
 
Recensione
12-02-2014 : EMBRYOID
EMBRYOID
Da quando nel 2010 ha posto definitivamente fine all'avventura degli Skoyz ed ha separato il proprio cammino da quello del collega Nicolas Ussel, il francese Stéphane Ayas ha dato ampio sfogo alla propria creatività dando vita a due act già piuttosto noti nel panorama martial-industrial come Auswalht e Liyr, entrambi con tre release ciascuno alle spalle. Ma quello verso le sonorità marziali e industriali non è stato un viaggio senza ritorno per il Nostro, che infatti già dal 2010 ha lavorato anche nelle vesti di Embryoid, nuovo progetto col quale torna sui passi compiuti dagli Skoyz, riprendendo....
 
Recensione
04-02-2014 : DOLLS OF PAIN
DOLLS OF PAIN
Si dice che la speranza sia l'ultima a morire, ma dopo l'avvilente "The Last Conflict" di primavera 2011, per questo trio francese l'avevamo definitivamente persa... E invece il combo d'oltralpe, giunto ad un'attività discografica ormai decennale, si risolleva inaspettatamente con questo quinto album, rilasciato lo scorso autunno in concomitanza con altre due uscite correlate (un singolo in vinile 7", comprendente due pezzi non inclusi nel full-length, ed un remix-album). Restando ben ancorati ad un'EBM moderna e melodica dalle venature harsh, e senza mai stravolgere gli schemi più tipici del genere, i Nostri....
 
Recensione
25-01-2014 : TRI-STATE
TRI-STATE
Gli appassionati dell'elettronica old-school, sia essa dark-electro o EBM, dovrebbero avere nella mastodontica compilation a quattro CD "Old School Electrology Vol. 1" di fine 2011 un vero e proprio vademecum per muoversi alla ricerca di quei nomi nuovi o più longevi che, spesso lontano dai riflettori, tengono vivo lo spirito e l'eredità degli anni '80 e '90. Quella imprescindibile raccolta di brani e gruppi venne messa a punto con un lavoro certosino dalla Electro Aggression Records (che coadiuva anche l'uscita dell'attuale comeback discografico), e proprio in quell'occasione i tedeschi Tri-State tornarono a dare....
 
Recensione
11-01-2014 : LARVA
LARVA
Uscito la scorsa estate, ad un anno dal precedente "Broken Hopes Of A Wasted Youth", "Where The Butteflies..." è il settimo album in studio dell'attivo duo spagnolo composto da InqUesT (voce, testi, sequenze) ed Anoxia (sequenze, live synth), ancora una volta rilasciato dall'ungherese Advoxya. La carriera dei Larva è simile a quella di molti altri act a cavallo fra harsh-EBM e dark-electro: esordi incerti, cui seguono fisiologici miglioramenti a piccoli passi, senza mai strabiliare o sconvolgere gli equilibri della scena, aspettando la svolta decisiva che non è detto arrivi... Tuttavia i Larva hanno....
 
Recensione
11-01-2014 : HYDRA DIVISION V
HYDRA DIVISION V
Dopo un primo EP autoprodotto nel 2010 ("Legion"), il solo-project del greco Vincent Andelmoth (dei rodati iNsCissorS) giunge all'esordio sulla lunga distanza grazie all'interessamento della russa Artificial Sun. In questa sua avventura solista il musicista ateniese sposta il tiro verso sonorità harsh-EBM indirizzate al dancefloor, dure e muscolari, affidandosi per mixaggio e mastering alle esperte mani di Jan/X-Fusion (senza dubbio uno fra i nomi che hanno ispirato Hydra Division V). Il risultato è un disco d'impatto, dove il groove sprigionato dalle possenti ed agili bassline domina da cima a fondo, anche nei momenti....
 
Recensione
16-12-2013 : STEREOMOTION
STEREOMOTION
L'anno della svolta per l'act tedesco è stato senza dubbio il 2009: l'ingresso del tastierista Christian Coburger al fianco del frontman - e sino ad allora unico membro - Florian Jäger, il passaggio dalla E-noxe alla più titolata Danse Macabre e, soprattutto, un terzo album del calibro di "Sehn:Sucht", disco che ha segnato una svolta significativa nella carriera di un progetto ancora acerbo nei primi due lavori sulla lunga distanza. Quattro anni di attesa, intervallati dal remix-album "Stolz Und Demut" nel 2010, sono serviti a rafforzare l'intesa fra i due e a consolidare le buone basi gettate con....
 
Recensione
16-12-2013 : CHAMAELEON
CHAMAELEON
Lavoro d'esordio per questo giovane e indiavolato duo greco/russo con sede operativa a Cipro, nato nel 2009 per mano di Alex (voce) e completato nell'assetto da Azie (tastiere) nel 2011. "Sick / Perverted" viene presentato come album, anche se in realtà sia la sua limitata lunghezza che il modo in cui è strutturato (sette brani più due remix) lo rendono più simile ad un corposo EP, per un sound che lo stesso duo ama definire aggrotech. I riferimenti primari sono Hocico, Alien Vampires e, in generale, tutto il filone harsh più ballabile e feroce: la musica dei Chamaeleon è un furibondo e....
 
Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>