Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Room 102

Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>  
Recensione
12-06-2014 : SEVERE ILLUSION
SEVERE ILLUSION
Uscito sul finire dello scorso anno in CD e due mesi dopo anche in vinile (limitato a 200 copie con versione CD annessa), "Deliberate..." è il secondo album della band svedese per la connazionale Complete Control Productions, nonché il quinto full-length complessivo in 14 anni di attività. Avevamo lasciato il combo in piena forma con l'EP "Psychosurgery" dello scorso anno, ed ora ritroviamo il nucleo fondatore (Fredrik Djurfeldt ed Ulf Lundblad, anche insieme in validi side-project come Instans e Vanvård) attorniato anche da Anders Karlsson (The Pain Machinery, Celldöd) e da Janina Danes,....
 
Recensione
31-05-2014 : DETRITUS
DETRITUS
Due anni e mezzo dopo "Everyday Explanations", il progetto principale dell'inglese David Dando-Moore (anche noto per l'altro suo act A Wake A Week) torna sulle scene col sesto full-length, come sempre sotto l'egida di quella Ad Noiseam che prese il Nostro sotto la propria ala protettrice all'indomani del primissimo CDr-split con Antigen Shift del 2002. La stessa etichetta berlinese tiene a puntualizzare che sarebbe troppo semplice definire la nuova opera di Detritus come una summa della ruvidità di "Fractured", delle armonie di "Things Gone Wrong" o come una rifinitura delle abilità produttive....
 
Recensione
14-05-2014 : OBERER TOTPUNKT
OBERER TOTPUNKT
Quattro anni dopo il terzo album "Stiller Zoo", e sempre rigorosamente sotto l'egida della Danse Macabre, tornano gli Oberer Totpunkt, duo di Amburgo che si è imposto nella scena con un'algida ed eclettica mistura di EBM/electro minimale e vocals istrioniche decisamente più originale della media. Bettina Bormann (voce e testi, attiva anche come solista con già due lavori alle spalle) e Michael Krüger (batteria e musiche) realizzano con "Desiderat" - edito in confezione digipack - il loro album più compatto, efficace e scuro, perfezionando lo stile freddo e carismatico che li....
 
Recensione
09-04-2014 : VV.AA.
VV.AA.
Se potessimo premiare le etichette più propositive sulla piazza, di sicuro la russa Artificial Sun salirebbe sul podio, e questa importante release ne è la prova inconfutabile. I Die Krupps di Jürgen Engler non necessitano di presentazioni. Basti sapere che nella sempre attiva Germania, scavando sotto il successo planetario dei Rammstein, forse il gruppo di Düsseldorf è quello più rappresentativo per l'industrial-metal/rock contemporaneo. L'etichetta russa ha pensato bene di celebrare questa grande realtà, purtroppo schivata dai media e sottovalutata (o così almeno in casa nostra), con un....
 
Recensione
21-03-2014 : MOBTHROW
MOBTHROW
La Grecia è fucina di eccelsi sound designer (Subheim, Abstractive Noise e Stavros Gasparatos, solo per citare alcuni nomi), ed Angelos Liaros rientra appieno in tale elite, sia per quanto espresso nei panni di Mobthrow, sia per essere divenuto un punto fermo nella scena di riferimento quando si tratta di mastering per lavori di spessore. Spostatosi definitivamente a Berlino dopo un precedente soggiorno in terra olandese, Liaros torna finalmente con l'atteso secondo album di Mobthrow, che arriva a tre anni esatti dall'ottimo debut eponimo. Se per Angelos stili come dubstep e drum'n'bass sono stati solo un punto di partenza per....
 
Recensione
27-02-2014 : ELECTRO SYNTHETIC REBELLION
ELECTRO SYNTHETIC REBELLION
Uscito la scorsa estate nell'elegante confezione digifile apribile, "Time Of Fear" è il sesto album della carriera ormai ultradecennale del progetto del francese Vincent Pujol, approdato alla corte della Advoxya nel 2011 in occasione dei dieci anni di attività discografica (degnamente celebrati con la raccolta "A Passage In Time V2"). In questo primo album di inediti targato Advoxya, che giunge ad oltre quattro anni dal precedente full-length "Post-Industrial" (nel mezzo solo l'EP "Distorted Memories" del 2010, oltre alla già citata raccolta), Vincent prosegue nel suo percorso a....
 
Recensione
19-02-2014 : SCHYZZO.COM
SCHYZZO.COM
Nato sul finire del 2004, questo duo di Budapest dal bizzarro monicker ha esordito nel 2006 per la Advoxya con l'album "Interfear's Network", e da allora non ha mai abbandonato la corte della label ungherese. Un sodalizio che giunge ora alla terza tappa, ancora una volta con un full-length, dopo l'ottimo "Sexshop" del 2009. Ciò che ancor oggi colpisce è constatare come questo duo non venga pubblicamente riconosciuto come uno dei migliori act del roster della Advoxya, perché questo è ciò di cui gli Schyzzo.com hanno dato prova attraverso due album maturi, evoluti, coraggiosi, moderni ed....
 
Recensione
12-02-2014 : EMBRYOID
EMBRYOID
Da quando nel 2010 ha posto definitivamente fine all'avventura degli Skoyz ed ha separato il proprio cammino da quello del collega Nicolas Ussel, il francese Stéphane Ayas ha dato ampio sfogo alla propria creatività dando vita a due act già piuttosto noti nel panorama martial-industrial come Auswalht e Liyr, entrambi con tre release ciascuno alle spalle. Ma quello verso le sonorità marziali e industriali non è stato un viaggio senza ritorno per il Nostro, che infatti già dal 2010 ha lavorato anche nelle vesti di Embryoid, nuovo progetto col quale torna sui passi compiuti dagli Skoyz, riprendendo....
 
Recensione
04-02-2014 : DOLLS OF PAIN
DOLLS OF PAIN
Si dice che la speranza sia l'ultima a morire, ma dopo l'avvilente "The Last Conflict" di primavera 2011, per questo trio francese l'avevamo definitivamente persa... E invece il combo d'oltralpe, giunto ad un'attività discografica ormai decennale, si risolleva inaspettatamente con questo quinto album, rilasciato lo scorso autunno in concomitanza con altre due uscite correlate (un singolo in vinile 7", comprendente due pezzi non inclusi nel full-length, ed un remix-album). Restando ben ancorati ad un'EBM moderna e melodica dalle venature harsh, e senza mai stravolgere gli schemi più tipici del genere, i Nostri....
 
Recensione
25-01-2014 : TRI-STATE
TRI-STATE
Gli appassionati dell'elettronica old-school, sia essa dark-electro o EBM, dovrebbero avere nella mastodontica compilation a quattro CD "Old School Electrology Vol. 1" di fine 2011 un vero e proprio vademecum per muoversi alla ricerca di quei nomi nuovi o più longevi che, spesso lontano dai riflettori, tengono vivo lo spirito e l'eredità degli anni '80 e '90. Quella imprescindibile raccolta di brani e gruppi venne messa a punto con un lavoro certosino dalla Electro Aggression Records (che coadiuva anche l'uscita dell'attuale comeback discografico), e proprio in quell'occasione i tedeschi Tri-State tornarono a dare....
 
Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>