Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Room 103

 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>  
Recensione
17-11-2017 : BLOODY DEAD AND SEXY
BLOODY DEAD AND SEXY
Venti anni di attività sono un traguardo invidiabile per ogni band, soprattutto per quelle nate a fine anni novanta, che spesso sono state fagocitate dalla velocità e dalla voracità con cui si muove il mercato discografico. Accogliamo con piacere quindi questo "Crucifixion Please! (An Incomplete Guide To Psychedelic Deathrock)", nuova release per i tedeschi Bloody Dead And Sexy che celebra appunto i venti anni di carriera. La loro storia è fatta in realtà di poche uscite (almeno in termini di full-lenght), di molta attività live e anche di una serie di cambi di rotta a livello stilistico non....
 
Recensione
30-10-2017 : THE CASCADES
THE CASCADES
Inatteso ritorno in pista per i tedeschi Cascades, fondati nel lontano 1988 e spariti dalle scene per diversi anni dopo il quinto album del 2008 "Something To Happen" (registrato con Ben Richter alla voce), ed ora freschi di reunion col cantante originario M.W. Wild, quest'ultimo riapparso proprio nell'anno in corso col suo primo album solista. Per celebrare il ritorno della longeva band goth-rock la Echozone fa le cose in grande, rilasciando un doppio compendio ricco di inediti e riassuntivo degli anni migliori dei Cascades in un pregevole doppio digipack completo di esaustivo booklet. Oltre 110 minuti per rivivere la storia....
 
Recensione
21-10-2017 : DESCENDANTS OF CAIN
DESCENDANTS OF CAIN
Quando una uscita discografica è marchiata Echozone, è lecito aspettarsi atmosfere elettroniche, EBM e via dicendo. Tuttavia ogni tanto escono delle parziali e piacevoli eccezioni come questo "Conversations With Mirrors" del progetto Descendants Of Cain. Nato quasi venti anni fa per volere di D M Kruger, il combo londinese non ha mai brillato per prolificità. Dal 2000 ad oggi si contano cinque album e una manciata di singoli. È come se i nostri volessero centellinare il proprio talento, stando attenti a far uscire dischi solo quando questi siano pronti al 110%. Se consideriamo che fra questa nuova release....
 
Recensione
21-10-2017 : AN EROTIC END OF TIMES
AN EROTIC END OF TIMES
Giungono al full-lenght di debutto i francesi An Erotic End Of Times, e lo fanno per l'attivissima label Echozone, sempre più sulla cresta dell'onda. Il duo, che ha già avuto esperienze musicali con la rock band francese Porn, azzecca uno dei monicker migliori di questi ultimi anni nonché una cover di ottimo livello sia grafico che di ispirazione. A questo però fa da contraltare un disco che lascia soddisfatti solo a metà. "Chapter One" infatti è un po' la sagra delle buone intenzioni, che però spesso naufragano in brani scontati e poco incisivi. I primi due pezzi sono l'emblema di....
 
Recensione
25-09-2017 : THE LUMES
THE LUMES
Dopo un paio di EP su audiocassetta rilasciati nel 2015, il trio di Rotterdam composto dal chitarrista/cantante Maxime Prins, dal bassista Lennard Van Der Voort e dal batterista Mitchell Quitz approda alla corte della berlinese Crazysane per la pubblicazione del mini-album "Envy", pubblicato sia in CD (in confezione digipack) che in due edizioni in vinile: 200 copie per quello nero, 100 per quello color verde menta. Raccomandati dalla stessa etichetta ai fans di nomi quali Protomartyr, Metz, Die Nerven e Joy Division, i Lumes perfezionano il proprio sound approdando ad una formula post-punk più essenziale, sempre strettamente....
 
Intervista
11-09-2017 : FRIENDS OF ALICE IVY
FRIENDS OF ALICE IVY
Quale dovrebbe essere il compito di un media come il nostro, se non quello di dar voce a quelle realtà a torto definite 'minori'? Progetti ed artisti spesso davvero straordinari che, non avendo alle spalle alcuna etichetta con le disponibilità economiche necessarie per investire in pubblicità (che pare essere l'unico modo per poter comparire sulle esteticamente accattivanti ma sopravvalutate riviste cartacee tedesche), non trovano spazio presso quelle testate che ancora possono vantare numeri rilevanti. Parliamo di musicisti di alto livello che, per liberare le proprie necessità creative, sono costretti giocoforza....
 
Recensione
17-07-2017 : FRIENDS OF ALICE IVY
FRIENDS OF ALICE IVY
A poco meno di tre anni dal primo full-length "The Golden Cage And Its Mirrored Maze" il duo di Melbourne torna con "The Last Days Of Fenwyck", terzo EP firmato Friends Of Alice Ivy dopo "Hereafter Moth" del 2008 ed "In The Gloaming" del 2011. Per l'occasione Kylie ed Amps tornano a lavorare col produttore Adam Calaitzis - già al loro fianco nelle ultime uscite - nei sei brani che compongono la nuova fatica, racchiusa in un elegante digifile e commercializzata dal neonato marchio Meadowlands. Forti della loro lunga esperienza (ricordiamo la loro militanza nella cult band australiana Ostia) e....
 
Recensione
10-07-2017 : FALLING YOU
FALLING YOU
Benché ci siano voluti 17 anni e sei album, quello del progetto di John Michael Zorko alla corte della Projekt era un approdo destinato a compiersi, sia per le affinità di Falling You con le sonorità proposte dalla label americana, sia perché negli anni l'act californiano si è avvalso di diverse voci prese a prestito proprio dal roster dell'etichetta di Sam Rosenthal. "Shine", settimo album della carriera di Zorko (edito in confezione digipack a sei pannelli), giunge a circa tre anni e mezzo dal precedente "Blush", introdotto dalla stessa Projekt poco tempo prima col best of digitale....
 
Recensione
15-06-2017 : M.W. WILD
M.W. WILD
Debutto solista per l'artista tedesco M.W. Wild, ex membro fondatore della storica gothic rock band The Cascades, che 11 anni dopo aver lasciato la formazione torna con un album puramente nelle sue corde sotto l'egida della veterana Echozone. "The Third Decade" si compone di 13 traccie di rock gotico ben inoculate nei classici stilemi del genere: chitarre cadenzate, melodie di piano che colorano il tutto e vocals profonde impegnate in testi a tratti evocativi e a tratti struggenti. Nessun episodio degno di nota che spunta dall'insieme di brani (se si escludono variazioni sul tema come la melodrammatica ballad di piano e voce....
 
Recensione
05-06-2017 : IKON
IKON
Tempi di revival questi: dopo l'uscita di Gitane Demone tocca ai veterani Ikon rimettersi in pista. In realtà questo "Everyone Everything Everywhere Ends" è la ristampa per il mercato europeo della versione uscita in Australia nel 2014, arricchita di alcune bonus-track. Inutile stare a ripetere chi siano gli Ikon, act ormai storico che forse ha pagato il fatto di aver esordito a metà anni '90, quando il mercato musicale aveva ormai sdoganato metal e indie, tenendo però la scena gotica in un nicchia per pochi. Gli Ikon tuttavia hanno sempre tenuto la barra dritta, con il loro mix di gothic rock, darkwave e....
 
 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>