Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Room 103

 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>  
Recensione
26-12-2022 : VLIMMER
VLIMMER
A poco più di un anno dal precedente "Nebenkörper", l'infaticabile Alexander Leonard Donat torna col secondo full-length del suo progetto principale, al solito pubblicato in più formati artigianali di pregio (cassetta, CD e due versioni box con dischetto bonus a cinque tracce più ulteriori inserti grafici) attraverso il proprio marchio Blackjack Illuminist, ben gestito con la medesima sagacia dei molti progetti in cui l'artista tedesco è coinvolto. Con Vlimmer, Alexander ha dimostrato di saper partire da solide fondamenta darkwave/post-punk per poi plasmare ed inglobare, all'interno di un sound....
 
Recensione
11-12-2022 : THE WIDE
THE WIDE
Quattro anni dopo il positivo esordio con l'album "Paramount", il progetto centro/nord-europeo creato da ex-membri di Dead Guitars e 12 Drummers Drumming amplia la propria line-up con l'arrivo dei chitarristi Roo Hobbers e Sebastian Kühl, tornando come quintetto per l'atteso follow-up. Sempre squisitamente in bilico fra un indie-rock particolarmente maturo e suoni più affini alle tinte oscure, l'esperto e ben preparato gruppo torna con dieci tracce che denotano una crescita globale, tanto sul piano strumentale quanto in termini di classe e raffinatezza, frutto di una formazione ora ancor più completa e dalle....
 
Recensione
07-11-2022 : NAIROD YARG
NAIROD YARG
A tre anni dal buon esordio eponimo sulla lunga distanza, il duo francese composto da Sébastien Ficagna (voce, chitarre e basso) e Rudy Centi (chitarre e basso) torna con l'atteso seguito, rilasciato nuovamente in un bel vinile apribile - 150 esemplari con inclusa copia dell'album in CD - attraverso il proprio marchio Pink Narcissus. I buoni segnali lanciati con un debut capace di mescolare con sagacia e buon piglio elementi coldwave, post-punk e noise rock non mentivano, tant'è che ritroviamo il progetto decisamente più maturo e sicuro dei propri mezzi, guidato con estro e carisma da una voce convincente come quella di....
 
Recensione
07-10-2022 : WINTER
WINTER
Dopo l'operazione di rispolvero e revisione del vecchio repertorio "Looking Back" di pochi mesi fa, per la creatura di Markus Winter è già tempo di un nuovo album, previsto in uscita per il 14 ottobre nei formati CD standard, CD digipack in edizione limitata, vinile doppio e download. Riunita attorno a sé la band che già aveva dato vita al precedente "Pale Horse", oltre ad alcune voci ospiti, il cantante e polistrumentista tedesco prosegue spedito nel solco di un rock dal retrogusto gotico e dalle evidenti ambizioni commerciali, di facile presa ma sempre pronto a strizzare l'occhio ad una....
 
Recensione
03-09-2022 : POISONED HESTIA
POISONED HESTIA
Nati nel lontano 1991 e dismessi nel '95 senza praticamente aver pubblicato nulla, i tedeschi PH si sono riformati nel 2019 e, da lì in poi, non hanno perso tempo, dando alle stampe il debut album nello stesso anno. Dopo una manciata di singoli ed un EP rilasciati in download, il trio - che ora pare allargato a quartetto con l'innesto del drummer Brooks Farris - torna col secondo full-length, pubblicato in un essenziale digipack (con annessa cartolina) ed in digitale attraverso il proprio marchio Dawn Boulevard. A differenza del primo album, che riprendeva diversi vecchi pezzi mai pubblicati, "All The Way Down" consta di....
 
Recensione
08-08-2022 : FEU FOLLET
FEU FOLLET
Puntuale nella sua cadenza annuale per la pubblicazione degli album, il francese Alban Blaising torna col quarto album in tre anni, sempre sotto l'egida della Blackjack Illuminist nei formati CDr digifile, cassetta e download, ma stavolta senza un fumetto ad accompagnare il concept grafico. Il musicista di Nancy ha infatti optato per una drastica semplificazione con "IV", non soltanto sul piano concettuale (a partire dal titolo stesso), ma anche a livello di trame strumentali, rendendo più snella ed essenziale la propria proposta anche per lasciare più spazi creativo alle voci coinvolte, che sono più o meno le....
 
Recensione
08-08-2022 : WINTER
WINTER
Come suggerisce il titolo, questa release "guarda indietro" al passato della creatura del singer, compositore e polistrumentista tedesco - attivo da metà anni '90 - Markus Winter, e in particolare ai tre album realizzati fra il 2009 ed il 2019 (oltre a qualcosa di più datato), dai quali vengono ripresi e ri-registrati per l'occasione diversi brani. Uscito in vinile lo scorso maggio, "Looking Back" viene ora stampato anche in CD in 300 esemplari, in confezione digipack e con quattro tracce bonus che erano rimaste fuori dal suddetto formato per ragioni di spazio. Dopo i buoni riscontri ottenuti sul finire del....
 
Recensione
14-07-2022 : SOCIAL UNION
SOCIAL UNION
L'artigianale ed intraprendente etichetta di Alexander Leonard Donat (Vlimmer) scommette ora su questo duo neozelandese, composto dalla singer d'estrazione jazz Vanilla Martin e dal musicista di ampia esperienza punk e post-punk Luke Penrose, per i quali l'EP in esame - rilasciato in download, CDr digisleeve ed in sole 20 copie su nastro - rappresenta l'esordio assoluto col monicker Social Union. Il sound dei due mescola con una certa efficacia tratti synthpop dal sapore vintage/indie ed evidenti influenze post-punk e darkwave, in un impianto dove sia la prova vocale che l'assunto strumentale funzionano bene nella loro simbiosi a tinte....
 
Recensione
13-06-2022 : WARM GRAVES
WARM GRAVES
Nonostante la pur breve carriera, questo secondo lavoro dei tedeschi Warm Graves (il debutto "Ships Will Come" uscì nel 2014, due anni dopo la fondazione della band), blasonato dal contratto con la londinese Fuzz Club, dimostra la grande preparazione e professionalità di un gruppo che molti stavano aspettando, memori di quei tempi in cui il rock sperimentale era solo promessa di grande creatività, e non la monotonia tipica delle radio mainstream contemporanee. La band nasce quindi una decade fa, per mano del frontman e leader indiscusso Jonas Wehner, come un progetto internazionale (con membri dagli USA e....
 
Recensione
25-04-2022 : JESUS LIVES IN VEGAS
JESUS LIVES IN VEGAS
La primissima uscita della francese Masse Noire è il nuovo maxi-singolo - edito in 200 esemplari - dei JLIV, duo di Nancy con all'attivo un 7" a due brani rilasciato ad inizio 2019. Ancora vinile, dunque, per Christophe Lacroix e Régis Beck, ma stavolta i pollici sono 12 ed i brani quattro, tutti sostanzialmente più maturi in ogni senso rispetto a quanto fatto tre anni prima. Siamo sempre al crocevia fra classici stilemi coldwave, darkwave e post-punk, e proprio quest'ultimo anima le trame tesissime della nervosa opener "City Boy", laddove l'ipnotica e groovy darkwave di "Death Eve" brilla per....
 
 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>