Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Room 109

 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>  
Recensione
26-09-2021 : INEXISTENCE
INEXISTENCE
Sebbene esista solo dal 2019, il solo-project del francese Psycho approda già alla terza uscita nel formato fisico del CD (il precedente "A Journey Through Ancient Times" usciva solamente lo scorso marzo), dopo le prime acerbe pubblicazioni digitali. Il musicista, che nel suo progetto solista si lascia alle spalle il black metal atmosferico dei Suicidal Madness in cui milita, prosegue nel solco tracciato coi precedenti due lavori, continuando ad alternare il pathos para-sinfonico ad un'elettronica filmica non più così legata a quell'approccio tra dungeon synth e dark ambient dei primi esperimenti sonori. Ai....
 
Recensione
26-09-2021 : HIDDEN HOUSE
HIDDEN HOUSE
Il duo milanese degli Hidden House arriva finalmente al debutto sulla lunga distanza con "Inside The House", disco composto da una dozzina di canzoni (le quattro - rimasterizzate - del primo EP "Hidden House", le quattro del secondo EP "Diamonds" e quattro inediti) nelle quali i due musicisti si prodigano in un goth-rock vecchio stile ma dalle sfaccettature elettroniche e moderne. Ascoltando l'opera si percepisce in maniera inequivocabile l'intento di Fran Cesco (chitarra, voce) e Giò (basso e programmazione, tastiere, voce), ovvero omaggiare modelli già ampiamente collaudati in modo sincero e....
 
Recensione
31-08-2021 : SIS FELIX
SIS FELIX
È una storia che parte da lontano quella dei foggiani Sis Felix, che si formarono nel lontano 1985 e che nell'87 rilasciarono una demo capace di raccogliere buoni responsi, ma che sfortunatamente si sciolsero poco dopo. Riformatosi nel 2012 attorno alle figure del singer Roberto Pellicano e del bassista Alessandro Brescia, il rinnovato quintetto ha poi rilasciato nel 2016 il singolo "Motionless Thinking" e nel 2019 l'EP "Figures", uscite che hanno testimoniato del buono stato di salute del combo pugliese. Due anni dopo "Figures", tocca al nuovo EP "Rebirth" - pubblicato sia in digitale che....
 
Recensione
14-05-2021 : MEMORY OF SHO
MEMORY OF SHO
Sara Cappai (voce, loop, effetti, synth) e Gianmarco Cireddu (chitarra, archetto e D-ronin) non sono una coppia nuova, artisticamente parlando, giacché avevamo potuto precedentemente apprezzare la loro simbiosi nell'act Diverting Duo. Dopo la parentesi solista di Sara con Ramplingg, il duo sardo si ricompone per questo nuovo progetto, che esordisce con un EP a quattro tracce rilasciato sia in digitale (dalla Tiny Drones For Lovers) che su CD (50 copie commercializzate dalla band stessa) e in cassetta (20 copie pubblicate da Moka Produzioni). Senza scordare quanto fatto sia coi Diverting Duo che con Ramplingg, Sara e Gianmarco spingono....
 
Recensione
27-04-2021 : DEV-I-ANT
DEV-I-ANT
Uscita come autoproduzione nelle 100 copie dell'essenziale digipack negli ultimi giorni del 2020 e poi pubblicata lo scorso gennaio in digitale da EK4T3, collettivo composto da decine di artisti da tutto il mondo con base operativa in Italia (come riporta la pagina Bandcamp), "Progression Of The Wolf" è l'interessante prima release del progetto canadese composto da Ant e Dev. Supportata da una resa audio eccellente, grazie anche al mastering firmato dall'esperto Simon Heath, la dark ambient del duo si muove in un'oscurità permanente, lasciando che penetranti spoken words guidino l'ascoltatore in un viaggio dai contorni....
 
Recensione
27-04-2021 : VESSSNA
VESSSNA
Nato nel 2016, Vesssna è il progetto delle russe Marianna Lukianova (voce e chitarre) e Marina Scherba (tastiere), che qualcuno ricorderà per aver militato nella scorsa decade in formazioni quali Fright Night e Mea Vita. Le due, attorniate da un gruppo di ospiti per le altre parti strumentali, hanno già pubblicato l'EP "The Smile Of Freedom" (in download) nel 2017 e l'album "Just About Saintlike" (in download e su USB) l'anno successivo, ed ora entrambe le uscite vengono accorpate in questa ristampa su CD, pubblicata in soli 100 esemplari e confezionata in un elegante digipack a sei pannelli. Quello....
 
Recensione
16-04-2021 : MORGUE ENSEMBLE
MORGUE ENSEMBLE
Dopo essersi creato con The Lust Syndicate la necessaria ed inderogabile "piattaforma" per dare voce alle proprie invettive sociopolitiche, mostrando fino in fondo il coraggio delle proprie idee mentre tutti fanno a gara per belare col coro, Simone Salvatori, personaggio di spicco della scena internazionale e leader degli Spiritual Front, esplora ora gli aspetti legati alla morte col nuovo progetto Morgue Ensemble, che esordisce con un album autoprodotto nelle 100 copie del CDr in confezione digi-wallet e commercializzato dalla Tesco USA in altrettanti esemplari nel formato audiocassetta, quest'ultimo fornito di un artwork....
 
Recensione
01-04-2021 : TROBAR DE MORTE
TROBAR DE MORTE
Uscito lo scorso ottobre, "The Book Of Shadows" è il settimo studio-album (l'ottavo, se contiamo anche il disco di versioni acustiche "Beyond The Woods" del 2011) del combo di Barcellona, nato nell'ormai lontano 1999 per volere della sacerdotessa e cerimoniera Lady Morte, affascinante leader e mente principale di un collettivo che si allarga a ben otto elementi (una formazione "classica" con in più flauti, viola, violini e ghironda), col chitarrista Daimoniel quale fidato braccio destro. Una carriera di tutto rispetto quella dell'act iberico, che col tempo e le pubblicazioni ha affinato un fiabesco....
 
Recensione
01-04-2021 : IGNOTO MILITI
IGNOTO MILITI
Dopo aver iniziato a farsi conoscere dal 2019 con alcune cover di nomi altisonanti (Cure, Ultravox, Death In June) rilasciate attraverso la pagina Bandcamp, il duo di Udine composto da Simone Spadarotto (voce) e Matteo De Damiani (musiche) giunge al debutto sulla lunga distanza, autoprodotto in una pregevole confezione digipack completa di poster A4 coi testi e due cartoline. Ispirati dalle gesta in battaglia, dalle storie d'eroismo e dall'immaginario legato alla Grande Guerra, i due friulani realizzano un'opera concisa nel minutaggio e piuttosto variegata fra le pieghe di un suono in prevalenza sinfonico/marziale (la bellicosa "XXIV....
 
Recensione
19-03-2021 : EDENYA
EDENYA
Nato nel 2010 per mano del chitarrista e tastierista Marco ed originariamente inteso come progetto strumentale, l'act francese si è completato con la voce della camerunense Ida Rose, la quale ha poi abbandonato dopo l'uscita dell'EP eponimo di debutto datato gennaio 2017. Subito dopo Marco è riuscito a trovare i giusti rimpiazzi, ingaggiando ben due voci - quelle di Elena e di Rémi - per dare vita alle nuove tracce, concretizzate nell'aprile dello scorso anno in questo primo lavoro sulla lunga distanza. Un nuovo assetto che porta con sé una crescita tangibile rispetto ad una precedente prova ancora acerba, segno....
 
 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>