Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Room 109

Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>  
Recensione
02-12-2014 : HERCYNIA SILVA
HERCYNIA SILVA
Un lavoro certosino da tutti i punti di vista quello del duo Hercynia Silva, proveniente dalla Lorena e composto da Fabrice Bernardin (batteria) ed Alban Blaising (synth, basso, chitarra, voce): in primis per quanto riguarda lo stupendo packaging, realizzato con la tecnica della linografia su di un digisleeve in cartone ondulato (operazione ripetuta per ognuno dei 50 esemplari numerati a mano, prodotti direttamente dallo stesso Blaising), ed in secondo luogo per quanto riguarda la proposta musicale contenuta all'interno di questo prezioso scrigno artigianale. Una proposta inaspettata visti gli indizi che si potevano estrapolare dalle....
 
Recensione
02-12-2014 : AUBE L
AUBE L
Circa due anni fa, avevamo lasciato Aube L (al secolo Aube Lalvee) alle prese con i suoni ostici e cerebrali dell'album "I Am". A distanza di circa due anni, Aube torna con un lavoro (il sesto in totale) che, per via della durata ridotta, non può essere definito come nuovo full-length, ma piuttosto come una raccolta di pezzi che dovrebbero fotografare il momento attuale della vita artistica della protagonista. Sempre rigorosamente autoprodotto, "Time For The Happiness" è formato da 8 pezzi tutti composti e suonati dall'artista francese. Come nel precedente lavoro, anche qui i suoni digitali la fanno da....
 
Recensione
22-10-2014 : VOGON POETRY
VOGON POETRY
Dopo un paio di EP digitali datati novembre 2012 e luglio 2013, il simpatico trio di Götheborg ha esordito nel formato fisico lo scorso 30 aprile con l'album "Don't Panic", il quale, così come il monicker stesso della band svedese, cita direttamente il celeberrimo libro di fantascienza umoristica del '79 firmato da Douglas Adams "Guida Galattica Per Gli Autostoppisti", divenuto poi una fresca ed esilarante pellicola nel 2005 per mano del regista Garth Jennings. Il nuovo EP, confezionato in una bustina cartonata decisamente essenziale in soli 100 esemplari (e disponibile anche in digitale), prosegue nel solco di....
 
Recensione
23-08-2014 : BE MY ENEMY
BE MY ENEMY
A quasi quattro anni dall'esordio del suo nuovo progetto Be My Enemy con l'album "This Is The New Wave", rilasciato via Bitriot Records, il celeberrimo chitarrista ex Cubanate e producer Phil Barry sceglie la via dell'autoproduzione per proseguire nel suo cammino. Se il debut era stato ben accolto in virtù di un electro-rock solido, energico, accattivante e tagliente, con la nuova fatica Barry spinge verso un suono più duro e freddo, a partire da una voce ora più rabbiosa e veemente, infarcendo i brani con acidi synth vorticosi e bordate ritmiche spesso debitrici di certa drum'n'bass, sullo sfondo di un....
 
Recensione
26-07-2014 : ACCOLADE
ACCOLADE
Secondo full-lenght della band di Seattle (dopo il CD d'esordio "Festivalia" del 2012), quest'opera favolistica dalle tinte medioevali e progressive trasuda leggende arturiane in ogni sua parte, a partire dal titolo e dal bell'artwork che accompagna il vinile a tiratura limitata (unica alternativa fisica alla versione in download), raffigurante il Graal con al suo interno le rosse acque del Chalice Well di Glastonbury, luogo ispiratore di questa bella prova musicale risalente a dicembre dello scorso anno. La proposta musicale non sfugge a queste premesse, donando all'ascoltatore la rara occasione di immergersi in un mondo fatato....
 
Recensione
22-05-2014 : CAPRICORN 12
CAPRICORN 12
Capricorn 12 è il progetto solista dell'italiano Andrea Girardelli, all'esordio con questo demo autoprodotto. Gli otto brani, realizzati tra il 2012 e il 2013, propongono una musica d'atmosfera generata tramite sintetizzatori, figlia sia del grande mondo post-industriale e oscuro che delle tipiche strutture da soundtrack. È lo stesso autore a spiegarci che le sue radici affondano nella scuola scandinava della Cold Meat Industry (Brighter Death Now, Raison D'Être ed altri ancora), variata dalla passione per sperimentatori come Nurse With Wound e per alcuni compositori di nicchia come Ligeti, Saariaho e Manoury. Ma nel....
 
Recensione
14-05-2014 : VALERIO ORLANDINI
VALERIO ORLANDINI
Avevamo lasciato il fiorentino Valerio Orlandini (già membro di Symbiosis e del recente duo Norv) due anni fa, allorché ci occupammo della presentazione di "Saturno Meccanico", sua ultima uscita ufficiale. Lo ritroviamo adesso con il nuovo album "Annullamento" (edito in concomitanza con il nastro "Luci Accese Alle Soglie Del Mattino"), ancora autoprodotto ma finalmente messo a punto con una maggiore padronanza dei mezzi e con una linearità stilistica che mancava ai lavori precedenti. Il CDr si dipana attraverso otto tracce basate su uno stile post-industriale che accorpa meccaniche lente e....
 
Recensione
31-03-2014 : ALESSANDRO BUCCI
ALESSANDRO BUCCI
Il nome di Alessandro Bucci è legato al progetto musicale Maka Isna dal 2005, quando quest'eclettico artista bolognese era meglio conosciuto per militare dietro al microfono nel gruppo black metal avanguardistico Hell Baron's Wrath. Il progetto ha dato alle stampe fino ad ora tre diverse release: la prima nel 2007 ("Maka Isna - Soundtrack For Your Nightmares"), dove erano ben accentuate le principali influenze del compositore nostrano, vale a dire un connubio tra ambient ed electro, molto filmico e dall'atmosfera orrorifica, a cui facevano da canovaccio le colonne sonore dei film noir e, appunto, horror. Nel 2009 è la....
 
Recensione
21-03-2014 : ANDREA ROMEO
ANDREA ROMEO
Una gradita sorpresa l'esordio di questo ventottenne compositore trevigiano, che con l'emblematico titolo "Need For Expression" ci svela - attraverso le note interne del bel digipack - come sia stata una vera e propria "necessità di esprimersi" quella che lo ha spinto a "fissare un momento nel tempo", come "risultato di un viaggio introspettivo ed esperienze emotive tradotte in suono". Non potremmo essere più d'accordo quando Andrea dichiara di pensare che valesse la pena condividere col mondo questo suo momentum artistico, così come concordiamo in pieno circa l'inutilità di....
 
Recensione
12-02-2014 : JOHNATHAN | CHRISTIAN
JOHNATHAN | CHRISTIAN
Dietro a questo duale monicker si celano due dei più preparati musicisti indipendenti degli ultimi anni, ossia il losangelino Johnathan Mooney e Christian Granquist, di base a Stoccolma. "Beautiful Hideous" è un fulmine a ciel sereno, all'avanguardia nel dark-rock sinfonico. Il disco segna anche il debutto dei due in coppia, preparati al meglio per l'importante appuntamento. Dieci tracce sotto la superba supervisione della leggenda dell'industrial Martin Bowes (Attrition) e dell'artista newyorkese Bryin Dall (4th Sign Of The Apocalypse, A Murder Of Angels, Dream Into Dust etc...). I due sono musicisti decisamente....
 
Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>