Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Reception

Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>
Recensione
29-07-2021 : CULT WITH NO NAME
I più fini cultori delle forme più eleganti della cosiddetta "musica oscura" saranno indubbiamente legati al duo britannico formato dal cantante/tastierista Erik Stein e dal tastierista/pianista Jon Boux, che esordì nel lontano 2007 e che giunge ora al suo decimo album, a circa due anni dal precedente "Mediaburn". Realizzato dai due anche stavolta attraverso il proprio marchio e confezionato in un bel cartoncino fustellato comprendente poster coi testi, kit per costruirsi il jewel-case e link per ulteriore materiale in download, il nuovo lavoro del "culto senza nome" prosegue nel solco di...
 
Recensione
29-07-2021 : AUGUSTINE
Chiunque abbia prestato la giusta attenzione ed i dovuti ascolti a "Grief And Desire", primo album firmato dalla cantante e polistrumentista Sara Baggini col nome d'arte Augustine nel 2018, si sarà di certo accorto delle evidenti potenzialità dell'artista e compositrice nostrana, espletate in un lavoro dal taglio etereo, intimo e dream-pop. Era chiaro che, con simili capacità compositive e vocali, il fatidico cambio di passo avrebbe potuto significare per Sara uno scatto decisivo verso l'eccellenza, e senza dubbio l'apporto di un vero e proprio studio, di abili musicisti e di un adeguato team tecnico - laddove...
 
Recensione
29-07-2021 : NEIL CHANEY
Di quando in quando l'inglese Cold Spring ama pubblicare colonne sonore, buona ultima quella in esame relativa alla pellicola "Aura" (o "The Exorcism Of Karen Walker", horror soprannaturale che purtroppo non è stato possibile visionare qui da noi, ma che su Imdb ha preso valutazioni piuttosto basse), in cui una coppia scopre una macchina per la fotografia Kirlian (quella che si dice sia in grado di fotografare l'aura delle persone), liberando accidentalmente un antico Male durante il suo utilizzo. Ad occuparsi delle musiche per il film diretto da Steve Lawson è il britannico Neil Chaney, compositore di...
 
Recensione
29-07-2021 : MAJDANEK WALTZ
Con la russa COD e la sua divisione Noizes torniamo a poco più di un anno fa, allorquando il progetto Majdanek Waltz, ormai di ventennale esperienza, pubblicava "Her", ennesimo e sin qui ultimo album di un monicker che ha apposto la propria firma su una trentina di uscite. Quattro anni dopo "Die Blinden Schützen", l'act russo mette da parte sia l'afflato ambient che certi esperimenti di natura industriale - sfoderati anche nelle recenti collaborazioni con altri nomi - per recuperare canzoni scritte una decina di anni prima, nel pieno del periodo in cui il proprio folk incontrava la musica da camera, riscoprendo...
 
Recensione
29-07-2021 : ECLIPSED
La seconda uscita della giovane e promettente Electrofrequent è rappresentata dalla terza fatica degli Eclipsed, progetto di electro-industrial analogica dall'impostazione old-school formato da membri di note realtà slovacche come Last Influence Of Brain, Samhain e Kneel In Front Of The Executioner. Dopo un lontano ed isolato esordio datato 2008 per la compianta Vendetta Music e l'apprezzabile "The Probabilistic Mind" d'inizio 2018 per la Aliens Production, il quartetto torna con la terza prova - pubblicata in un essenziale digipack dalla label slovacca - a base di elettronica di scuola 90s venata di rumore...
 
Recensione
29-07-2021 : PARANOIA INDUCTA
Un anno dopo il valido "Viri Probi", torniamo a parlare del progetto polacco Paranoia Inducta, nome che si è conquistato il giusto rispetto nella scena dark ambient grazie ad una quindicina di buone release pubblicate dal 2004 ad oggi. Il nuovo lavoro "Into Eternal Darkness", rilasciato in un bel digipack formato A5, è nelle intenzioni di Anthony Armageddon Destroyer "uno studio sulla solitudine, sul fraintendimento e sulla disperazione silenziosa, accettando il fato e la mancanza di qualsiasi speranza", il cui titolo è preso dalla citazione di Plinio il Giovane riportata all'interno della...
 
Recensione
29-07-2021 : HIEMIS
Stavolta ispirato dall'opera dell'esoterista francese del sedicesimo secolo Martinès De Pasqually, massone, studioso di teurgia e fra gli ispiratori del Martinismo, lo spagnolo Juan Carlos Toledo torna con la quinta uscita complessiva della sua creatura Hiemis, un anno dopo il buon "Radix". Per musicare questo vero e proprio viaggio iniziatico alla scoperta dell'"invisibile" sondato dall'ordine di De Pasqually e dei suoi adepti, il musicista di Siviglia accompagna la propria sottile e rifinita dark ambient a strutture sinfoniche dettate dal piano e dagli archi, intrecciando le due soluzioni nei quindici brani che...
 
Recensione
29-07-2021 : EGOIST
Le tracce che compongono il debut album di Egoist, act polacco condotto da Kuba Wlodarski, ci portano a ritroso nel tempo non soltanto per l'inequivocabile richiamo a certa EBM/electro-industrial di scuola canadese (Front Line Assembly in primis) anni '90, ma anche perché risalenti a parecchio tempo fa, tant'è che alcune di esse facevano parte dell'unico demo-CDr rilasciato dal progetto nel 2004. Grazie al sapiente lavoro di mastering firmato dal solito Anatoly TOKEE Grinberg, sempre al lavoro sulle uscite dell'ottima Aliens Production, quei brani trovano ora la giusta collocazione in questo primo album ufficiale, rilasciato in...
 
Recensione
29-07-2021 : VERNEBLUNG
La sempre stimolante Blackjack Illuminist tira fuori dal cilindro questo duo tedesco di Neuwied, composto dalla singer Nadine Klein assieme allo strumentista Adnan Abbas e con all'attivo un solo EP digitale uscito nel 2019. Pubblicato sia nel classico CDr con confezione apribile dal taglio artigianale che nelle 15 copie della limitatissima versione in cassetta, questo primo lavoro del duo si muove a cavallo fra coldwave, downtempo e dark-electro, svelando passo dopo passo tentazioni e retrogusti indie/pop (la lenta opener "Ich Sehe Nichts" e quella "Zeit Zu Staub" dal groove educato) come intriganti venature industriali...
 
Recensione
29-07-2021 : EDNA FRAU
Nato per volere di membri dei The Doormen e dei Postvorta, il progetto ravennate a nome Edna Frau si colloca a metà strada tra il post-punk di derivazione moderna ed il rock alternativo animato da diversi accenni di natura onirica e sognante: da questo nasce quindi il loro debutto discografico, "My Ego Is Bigger Than Yours". L' album, caratterizzato da nove canzoni, offre un sound fatto su misura per coloro che amano le sonorità di cui sopra, con conseguente ausilio di filtri vocali riverberati come appoggio sul cantato principale, ravvisabile ad esempio nell'eterea e sospesa "Day One", o accordi di chitarra...
 
Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>