Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Reception

Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>
Intervista
30-07-2020 : THE LUST SYNDICATE
Eravamo arrivati tardi già a recensire "Capitalism Is Cannibalism", ed ancor più tardi siamo giunti ad intervistare Simone Salvatori, ben noto leader dei blasonati Spiritual Front e fondatore anche del nuovo progetto The Lust Syndicate. Tuttavia l'importante era arrivare, non soltanto perché l'album di debutto del trio capitolino ha dato un importante scossone alla scena industrial nazionale e internazionale con la bontà dei propri contenuti musicali, ma anche perché, a livello di contenuti lirico/tematici, "Capitalism..." ha rappresentato una profonda sferzata, prendendo le distanze da...
 
Recensione
30-07-2020 : THEODOR BASTARD
Alla band di San Pietroburgo, guidata saldamente dai fondatori, cantanti e polistrumentisti Fedor Svolotch e Yana Veva, sono occorsi ben cinque anni di lavorazione per dar vita al successore di quel "Vetvi" che raccolse ampi e meritatissimi consensi nel 2015. Nel mezzo solamente qualche uscita digitale, qualche ristampa ed una colonna sonora per un videogioco (settore in cui la band è piuttosto attiva), piacevoli digressioni che non hanno distolto l'attenzione del collettivo russo dalla creazione della nuova fatica, l'ennesima in vent'anni di onoratissima carriera. Una lavorazione decisamente lunga, ma evidentemente...
 
Recensione
30-07-2020 : ART OF EMPATHY
Lo abbiamo atteso per dieci lunghi anni, ossia dall'uscita in digitale del secondo album "Posthuman Decadence" (stampato su CD solo due anni dopo, nel 2012, dalla Bunkier Productions), ed infine il belga Jef Janssen è tornato con la sua creatura Art Of Empathy, ripagando le altissime aspettative maturate sulla scorta della qualità dell'ormai datato full-length di cui sopra. Anche stavolta il disco è disponibile in download gratuito (come ha sempre desiderato Jef anche in precedenza, onde far circolare il più possibile la propria musica), ma la Aenaos - nuovo partner commerciale di AOE - ha pensato bene di...
 
Recensione
30-07-2020 : PORTION CONTROL
Gran bel colpo per la Progress Productions, che è riuscita a convincere il leggendario duo inglese (giunto al 40esimo anno di attività) a stampare anche su supporto fisico "Head Buried", release inizialmente pensata per il solo formato digitale, ed infine stampata dalla label svedese in 500 esemplari numerati a mano (cui si aggiungono anche le 50 copie in formato audiocassetta ad opera della greca Kinetik Records). Il colosso britannico condotto da Dean Piavanni e John Whybrew non ha certo bisogno di presentazioni, visto il suo pionieristico lavoro che ha contribuito a dare forma a generi quali EBM ed...
 
Recensione
30-07-2020 : CLONE CULTURE
Debuttano sotto l'ala protettrice della Cold Transmission anche i milanesi Clone Culture, che portano un po' d'italianità in seno all'eccellente roster dell'etichetta tedesca. Stefano, Marco ed Andrea, coadiuvati dal bravo drummer Moreno Ussi, giungono alla loro seconda prova ufficiale (dopo il debut eponimo del 2018 per la Lifeforce Records) con tutte le carte in regola per puntare in alto, forti di un sound che danza agilmente sul confine che divide post-punk e darkwave, piacevolmente maturo e, soprattutto, attento a quelle varianti in grado di rendere realmente stimolante un album. Musicisti ben preparati in ogni senso, i Nostri...
 
Recensione
30-07-2020 : MY LOVE KILLS
Dopo l'antipasto costituito dall'EP "Silent Scream", arriva finalmente il momento del piatto forte per il duo franco/svedese, rappresentato dal doppio album "Imitatio Dei" e, nel caso specifico, anche dall'EP "The Third Circle", incluso nella versione limitata a sole 50 copie autografate e numerate a mano del secondo full-length del progetto. Una mole di materiale importante (27 brani in totale) attraverso la quale il duo consolida il proprio stile fra EBM ed un'elettronica piuttosto trasversale e di ampio respiro, già saggiato sul positivo debut album dello scorso anno "Glitch". Nonostante la...
 
Recensione
30-07-2020 : LYKE WAKE, NOISE CLUSTER
Inedita collaborazione capitolina composta dal veterano Lyke Wake, sperimentatore di vecchia data attivo già nella prima metà degli anni '80, e il nuovo monicker Noise Cluster, fresca creazione del poliedrico Flavio Rivabella (noto anche e soprattutto come il "Trombettista Post-Industriale") assieme ad Arianna Degni Lombardo. Il combo è al debutto assoluto con un lavoro che unisce sentori space ambient a divagazioni elettroniche, facendo convergere probabilmente passioni musicali che vanno a recuperare un mood astrale di vecchia data e citazioni del passato tramite architetture sintetiche palpitanti o lineari,...
 
Recensione
30-07-2020 : CYNICAL EXISTENCE
Uscito negli ultimi giorni del 2019, il quinto full-length firmato Cynical Existence fa segnare un punto di svolta nella carriera degli svedesi, che abbandonano ogni velleità in ambito harsh-electro per divenire a tutti gli effetti una industrial metal band. Il combo, capitanato dal singer Fredrik Croona, sposta infatti il baricentro verso un sound decisamente guitar-driven (laddove in passato la chitarra era decisamente meno sfruttata), ed anche il drumming di Anders Ström applica dinamiche tipicamente metal con tanto di doppia cassa che ben si sposano ad un cantato scream che non disdegna momenti di puro growl. Circa tre anni...
 
Recensione
30-07-2020 : XDZVØNX
Già autore di un album su cassetta ("TAPE_01") nel 2018 e di un EP digitale ("MAYKO") l'anno seguente, il duo polacco approda al secondo full-length, trovando in breve tempo la strada per rendere più efficace un impianto witch house decisamente eclettico. Bora (voce principale, synth e mandolino) e Snufkin (synth, programming e voce), "nascosti" dietro un curioso artwork vintage e stralunato, confezionano 14 brani di durata piuttosto breve in cui uno stile più compiuto prende forma tra le varie divagazioni electro, sfiorando anche lidi industriali ed evocando spesso e volentieri lo spettro di...
 
Recensione
30-07-2020 : ODRCHESTRA
Progetto estemporaneo formato da otto membri, parte dei quali già apparsi in progetti come Icydawn e ODRZ, ODRchestra si pone a metà tra la sperimentazione, l'improvvisazione e le partiture sinfoniche. Nato nel 2019, vede l'unione di strumenti classici, nuove creazioni preparate e partiture elettroniche, fatto che rende il disco un crocevia stilistico accostabile ai mélanges di gente come Nurse With Wound, sebbene qui siamo dinnanzi a musica e rumori suonati e solo in minima parte "recuperati" da fonti esterne. L'intreccio vede un andamento in parte lineare e in parte ritmico, arricchito da ripetizioni cadenzate...
 
Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>