Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Reception

Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>
Intervista
10-11-2020 : CLONE CULTURE
Il grande lavoro che l'etichetta tedesca Cold Transmission sta svolgendo è sotto gli occhi di tutti: riunire le attuali eccellenze mondiali dei filoni darkwave/post-punk/coldwave e affini, fra nuove leve e nomi di maggior esperienza, per dare lustro ad una scena che continua a riunire migliaia di appassionati in giro per il globo. Una label che saggiamente non si preclude alcuna zona geografica, e che non ha mancato di puntare il proprio radar anche sul Bel Paese, mettendo sotto contratto non soltanto i validi Iamnoone, ma anche i milanesi Clone Culture, che col recente secondo album "Innocence" ci hanno regalato una prova...
 
Recensione
10-11-2020 : STUPOR MENTIS
Sedici mesi dopo averci incantati con l'eccelso secondo album "V.I.T.R.I.O.L.", il duo francese torna con la terza fatica sulla lunga distanza, racchiusa nei 100 esemplari dell'edizione digipack - che reca in bella vista il pregevole nuovo logo - completa di ampio booklet. Realizzato ancora una volta in proprio, il nuovo album prosegue con successo nel solco di quel magnifico intreccio fra dark ambient e musica sinfonica ricco di sfumature gotiche, oggi ancor più efficace e ricercato nell'ampia gamma di soluzioni messe a punto. Il concept lirico, ripreso ed adattato dal dramma lirico in versi "Prometeo Liberato" di...
 
Recensione
10-11-2020 : SEVERE ILLUSION
Fedeli alla linea intrapresa ormai da vent'anni a questa parte, Fredrik Djurfeldt ed Ulf Lundblad proseguono nel loro personale discorso a base di caustica EBM/electro-industrial dalla forte indole old school, rilasciando in proprio nella pregevole confezione digipack a sei pannelli il nuovo EP in esame. "Crash Test" apre serpeggiante e minacciosa fra suggestioni dark-electro e riflessi industrial, laddove "Humiliation" seduce col suo groove sinuoso e col suo gustoso taglio retrò/analogico, mentre la ruvida, dura ed ossessiva "Neocolonial Spasm" pone l'accento sul lato più industriale della...
 
Recensione
10-11-2020 : ANGELSPIT
Ad un anno di distanza dal precedente "Bang Operative", gli Angelspit di Karl Learmont - nati in Australia ma con base operativa in California - tornano con la nona fatica sulla lunga distanza di una discografia ormai decisamente nutrita. Molto attiva con mezzi di sostentamento/finanziamento come Patreon e Kickstarter, la compagine guidata dal mastermind Learmont - e completata anche stavolta da una nutrita lista di ospiti - prosegue nel suo ben noto discorso electro-cyber-punk che mescola sagacemente ritmiche scattanti, chitarre affilate e synth abrasivi in un contesto moderno nelle sue nevrosi urbane, che attingono dalla breakbeat...
 
Recensione
10-11-2020 : THE JOY OF NATURE
A distanza di cinque anni dall'ultimo lavoro, i Joy Of Nature del portoghese Luís Couto tornano con un lavoro che marca una distanza notevole dallo stile espresso in precedenza, sia risalente agli albori (la trilogia allargata di "The Empty Circle") che alle release più recenti. Se infatti i nostri optavano per un sound globalmente ricco che lasciava spazio a strumenti tradizionali (particolarmente presenti nelle uscite per Ahnstern), come anche ad un aspetto sperimentale che sfocia in sfumature ambientali ed evocative, nell'ultima fatica rimane in piedi solo una spiccata oscurità. Tutto è in pratica...
 
Recensione
10-11-2020 : IAMTHESHADOW
I portoghesi Iamtheshadow non sono gente che ama perder tempo, tant'è che, due anni dopo "Embracing The Fall", pubblicano il loro quarto album dal 2016 ad oggi. La band fondata nel 2015 da Pedro Code (The Dream Collision, Rainy Days Factory) approda alla corte dell'ottima Cold Transmission con "Pitchblack", nuovo album disponibile non soltanto in CD e download, ma anche in una speciale edizione in vinile (comprendente però solo otto delle dodici tracce registrate), segno di come l'etichetta tedesca abbia inteso investire su di un act che ha già dato prova della propria professionalità e...
 
Recensione
10-11-2020 : KLONAVENUS
Ci sono voluti oltre cinque anni, ma alla fine il duo capitolino composto da Paolo Chemnitz (voce, testi e samples) e Saffio (musiche e programming) è riuscito a dare un seguito ad "Angst", che nel 2015 fece registrare un netto salto di qualità per Klonavenus. Proseguendo su quella scia, i Nostri accantonano in buona parte certe tentazioni electro-goth per puntare maggiormente sul groove, come l'incalzante opener "Dies Irae" mette subito in chiaro col suo traino future-pop, e come ribadisce una "We Fly Away" (già presentata sul limitatissimo 7" omonimo di due anni fa) che cede a qualche...
 
Recensione
10-11-2020 : PSYCHO KINDER
Seguendo la fortunata onda delle sue produzioni più recenti - se si esclude quel "Diario Ermetico" di due anni fa in cui imperava una tendenza più asettica e monocromatica -, il progetto di Alessandro Camilletti si fa nuovamente fautore di una collezione di tracce eterogenee - o Tapes, per reiterarne la connotazione analogica - che hanno come filo conduttore i suoi testi lapidari, attorniati dalle proposte soniche di diversi nomi importanti del panorama contemporaneo. Al solito sguardo disilluso e possente della sua presenza vocale, si alternano così approcci di bravura compositiva ed atmosferica di pregiata...
 
Recensione
10-11-2020 : GASPAROTTI
Interessante pubblicazione di un autore ancora poco conosciuto, "Istantanee" è un lavoro altamente sperimentale concepito a partire dall'idea di "fotografare" un breve lasso di tempo sonoro in modalità analogica senza alcun tipo di alterazione, ovvero mantenendone intatti i dettagli originari. La tecnica usata è una sorta di traslazione dalla fotografia ai suoni, col fine di conservare la spontaneità del tono usato immortalandolo in un istante. Nei tredici pezzi del disco vengono usati sia strumenti veri e propri (violino, viola, piano preparato), sia field recordings che macchinari elettronici,...
 
Recensione
10-11-2020 : EMPIRE STATE HUMAN
È un tuffo nel passato quello che gli ESH ci propongono con questo spartano dischetto (uscito negli ultimi giorni dello scorso anno), che immortala il progetto - all'epoca ancora un duo, laddove recentemente il frontman Aidan Casserly è rimasto solo al comando - in un concerto tenuto nel lontano 2003 nella loro Dublino. All'epoca l'act irlandese aveva all'attivo solo tre uscite per la statunitense Ninthwave (un full-length, una raccolta di brani vari ed un maxi-CD, tutti datati 2002), e quindi un repertorio limitato a cui attingere, tant'è che la scaletta verte principalmente sul debut album "Pop Robot", con...
 
Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>