Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Reception

Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>
Intervista
21-02-2019 : ATARAXIA
Un nuovo lavoro firmato Ataraxia è sempre un evento, poiché nella loro storia ultratrentennale, i Cavalieri Erranti dell'Emilia hanno confermato il valore della propria Arte ad ogni tappa di un viaggio sonoro che non ha mai mancato di emozionare nel profondo. Ritrovarli così desiderosi di spingersi oltre i propri limiti e di esplorare nuove vie, dopo tanta strada percorsa, ci conferma una volta in più come questo lungo tragitto sia valso ogni singolo sforzo, ed il recente "Synchronicity Embraced" è la migliore testimonianza di tale volontà artistica. Un lavoro che ha meritatamente raccolto...
 
Recensione
21-02-2019 : VV.AA.
Lo scorso 31 ottobre la blasonata Black Widow ha pubblicato un mastodontico tributo alla storica band horror metal fiorentina, nata in quel di Pesaro nell'ormai lontanissimo 1977 e giustamente celebrata per i suoi 40 anni di onorata carriera. Ovviamente, però, a noi di Darkroom interessa maggiormente l'altro tributo alla creatura di Steve Sylvester, ovvero quello approntato dal buon Christian Ryder dei TourdeForce per conto della EK Product, orientato verso sonorità electro e folk-oriented. È fuori discussione il fatto che le cover migliori arrivino quando a rendere omaggio sono artisti di differente estrazione rispetto...
 
Recensione
21-02-2019 : SHE SPREAD SORROW
Come promesso in occasione della precedente recensione (la stampa su CD del secondo album "Mine"), recuperiamo con piacere in questa sede il terzo album del progetto di Alice Kundalini, la quale, col supporto di un marchio d'eccellenza come la britannica Cold Spring, sta letteralmente tenendo alto il buon nome dell'Italia nel panorama industrial e dark ambient con la sua creatura She Spread Sorrow. Uscito lo scorso marzo e confezionato in un pregevole digipack a sei pannelli completo dei testi, "Midori" racconta - come specificano le note ufficiali - "una storia di fuga da una dura realtà che diviene una eco di...
 
Recensione
21-02-2019 : EMPTY CHALICE
Dopo l'uscita su Industrial Ölocaust datata 2017, il progetto di Antonine A. - anche mastermind di Gopota - torna con un concept molto interessante legato alla cosiddetta "Malattia di Ondine", un raro disturbo del sonno che causa ipoventilazione alveolare, convulsioni, cianosi e perfino disturbi della personalità. Come narra la mitologia, la ninfa Ondine scoprì l'adulterio del marito e lo condannò ad un'esistenza maledetta durante la quale, semmai si fosse addormentato, avrebbe categoricamente smesso di respirare, avendo egli stesso promesso alla ninfa di dedicare ogni singolo respiro a lei. Partendo da...
 
Recensione
21-02-2019 : GIANLUCA BECUZZI/MASSIMO OLLA
Dopo aver già realizzato nel 2017 l'album collaborativo "RedruM", il veterano Gianluca Becuzzi (creatore degli storici Limbo e di altri act di assoluto rilievo, come l'ancora attivo Kinetix) e Massimo Olla (Noisedelik) tornano insieme per un'altra release curata dal tandem di etichette svizzere Luce Sia/Show Me Your Wounds, come la volta scorsa racchiusa in un essenziale jewel-case per un'edizione di 190 esemplari. Stavolta, però, l'operazione appare ancor più ambiziosa: non una serie di cover sparse (le "murder ballads" riprese nel primo lavoro a quattro mani), bensì la rilettura integrale...
 
Recensione
21-02-2019 : MAYUKO HINO
Salto di qualità per la noisier giapponese Mayuko Hino (già in C.C.C.C., Transparentz, Mne-Mic e DFH-M3), passata sotto l'egida della veterana Cold Spring per questo nuovo lavoro che segue di quattro anni l'esordio per la conterranea Shrine.jp. "Lunisolar" si compone di due lunghe suite rumoristico-ambientali: la prima, "Faintainhead", dilaga su stratificazioni di rumore ondulate ed inesorabili, come un vento via via sempre più prorompente ed impetuoso tra il quale si insinuano in contrasto lucide e gentili campane tibetane e fluttuazioni space ambient. La seconda, "Astral Travelling",...
 
Recensione
21-02-2019 : ANTIKATECHON
Uscito lo scorso giugno a due anni di distanza dal precedente "I Feel Nothing But Repulsion", "The Sanctum Of Saturation" è la sesta fatica sulla lunga distanza del progetto di Davide Del Col, se si include nel conteggio anche il lavoro realizzato nel 2013 assieme all'act Nimh dell'amico e collega Giuseppe Verticchio, quest'ultimo firmatario di artwork e mastering per l'opera in esame. Sempre sotto l'egida di quella Rage In Eden che ne segue le sorti sin dal secondo album (e che ultimamente aveva messo in pausa a tempo indeterminato le proprie attività, ma che fortunatamente sembra in procinto di ripartire),...
 
Recensione
21-02-2019 : RUNES ORDER
L'intraprendente Luce Sia appronta questa nuova stampa in CD - realizzata in un essenziale digipack limitato a 190 esemplari - per "Murders", lavoro originariamente pubblicato nel 1995 in cassetta dalla nostrana Allegorical Tapes in tre edizioni differenti per colore (verde, rosa e bianca). Un titolo importante nella corposa discografia dello storico progetto creato nel lontano 1988 dal genovese Claudio Dondo, recuperato da quel primo periodo in cui l'act ligure (del quale era parte integrante anche Daniele Magarelli) aveva pubblicato molto materiale, principalmente proprio su nastro. Non soltanto una mera operazione di remastering,...
 
Recensione
21-02-2019 : PETROLIO / MADEMOISELLE BISTOURI
Split su tape che vede coinvolti l'astro nascente del noise-industrial italiano Petrolio ed il veterano Claudio Frassine aka Mademoiselle Bistouri, rilasciato dalla svizzera Luce Sia in due differenti edizioni che vedono una versione a cassetta bianca con copertina a nome del primo ed un'altra di colore rosa a nome del secondo, entrambe limitate a 30 esemplari. Il lato dedicato al progetto di Enrico Cerrato contiene quattro tracce piuttosto polivalenti, che aprono con un pezzo gravemente cadenzato e ribollente impreziosito dalle vocals di Daniele Santagiuliana ("Unsane") per poi gettarci tra elucubrazioni ritmico-elettrostatiche...
 
Recensione
21-02-2019 : STEFANO DE PONTI
Uscita in digipak a tre pannelli limitata a 190 copie che riporta estratti ed "architetture del suono" a nome Stefano De Ponti dello spettacolo teatrale "Malagrazia", messo in scena dalla compagnia milanese Phoebe Zeitgeist per la regia di Giuseppe Isgrò. La pièce ha come protagonisti due fratelli rinchiusi assieme in uno spazio non ben definito sia fisicamente che temporalmente, dentro al quale assistiamo alle loro varie discussioni su ciò che potrebbe esserci in un ipotetico esterno, ma anche alla costante reinvenzione e ridefinizione di tutto ciò con cui vengono in contatto, in un flusso...
 
Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>