Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Room 108

Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>  
Recensione
18-11-2016 : CANDOR CHASMA
CANDOR CHASMA
Per il loro quarto lavoro in appena quattro anni di attività il duo Candor Chasma prende le mosse dal romanzo "Il Dipinto Ucciso", datato 1993 e firmato dal romano Paolo D'Orazio. Già noti alle cronache sperimentali per i loro trascorsi illustri, Simon Balestrazzi (decano della scena nonché fondatore del progetto T.A.C.) e Corrado Altieri (meglio conosciuto nelle vesti di Uncodified) vanno a ripercorrere le tappe di un testo con la policromia variegata dell'elettronica, spaziando da atmosfere di sottofondo a pure astrazioni sonore. I nove pezzi del disco alternano passaggi noise, distorsioni furenti sviluppate....
 
Recensione
08-10-2016 : ARTICO CULTO/GERSTEIN
ARTICO CULTO/GERSTEIN
Dopo l'esordio in cassetta risalente allo scorso anno con "Norduljos" il duo italico Artico Culto torna con un altro nastro, stavolta registrato dal vivo. Le due lunghe tracce immortalano un'esibizione al museo della fantascienza, in occasione dell'inaugurazione della struttura avvenuta il 31 ottobre scorso, e un live al Padiglione 14 di Collegno, datato febbraio 2016, rinforzato dalla partecipazione di Gerstein/Maurizio Pustianaz, storica conoscenza dell'underground italico. Il suono di questo giovane progetto risente sia della sperimentazione anni '70 di marca kraut e ambientale, sia delle più recenti derive elettroniche....
 
Recensione
08-10-2016 : DER STURM
DER STURM
Progetto nato dalla mente di uno dei membri dell'act italico Wuornos Aileen, Der Sturm esisteva in nuce da tempo, ma debutta solo ora con questa produzione edita esclusivamente in cassetta. Nichilista e distruttivo, l'album prende corpo da un ipotetico concerto per menti bipolari, suddiviso in movimenti messi a punto (sembra) sotto benzodiazepine (nota classe di psicofarmaci) ed altri realizzati con il suddetto prodotto supportato da vodka. Al di là della carica divisa tra l'ironia e l'autodistruzione, il lavoro è una sequenza di dodici soluzioni sonore di stampo minimal-noise in cui si possono riconoscere tutti i capisaldi del....
 
Recensione
29-09-2016 : WANDA WULZ
WANDA WULZ
Ad un anno di distanza dai minimalismi poetici di ": Manifesto Intrepido :", che collocavano il progetto del polistrumentista Ludovico Padovan in quella cerchia sonora che fa della potenza e predominanza del verbo sul suono le sue principali armi espressive, il progetto Wanda Wulz, ora arricchitosi di un nuovo membro fisso nella figura di Andrea Pozzi ai synth, elettronica e samples, trascende nettamente, nel giugno dell'anno corrente, la sua natura stilistica per farsi creatura sonora altra e più complessa, una vera metamorfosi completa racchiusa nel bozzolo del nuovo lavoro in studio ":Polaris:". Uscito per la....
 
Recensione
29-09-2016 : LYEF
LYEF
Già ampiamente apprezzata per i suoi precedenti progetti, e specialmente in quei Revglow condivisi con Francis M. Gri, la singer milanese Lilium dà vita in questo 2016 ad una nuova avventura sonora che la vede protagonista: LYEF, al debutto con l'album in esame. Pubblicato sia in digitale che in una ristretta tiratura in CDr, il disco viene realizzato dalla KrysaliSound dello stesso Francis (nel classico package 'artigianale', completo di stampa fotografica dell'artwork), impegnato anche col mixaggio e col mastering, oltre che con piano e chitarra nei sei brani in scaletta (tutti registrati in diverse sessioni live). Il....
 
Recensione
29-09-2016 : ZOLOFT EVRA/DJINN
ZOLOFT EVRA/DJINN
Split maiuscolo di marca potentemente oscura condiviso da due nomi di peso della scena death industrial italiana. Zoloft Evra, terzetto con un album d'esordio alle spalle che vede, tra gli altri, la partecipazione di Adriano Vincenti di Macelleria Mobile di Mezzanotte, e l'ormai confermato Djinn, solo-project di marcata negatività, perla mancata del defunto roster della Cold Meat Industry sulla breccia da anni. Tra i due già grande affinità stilistica e condivisione di atmosfere tetre e catacombali, con vaghi rimandi di matrice black. Sul piano strettamente tematico i primi insistono sul mood depressivo già messo....
 
Recensione
29-09-2016 : SILENT CARNIVAL/SNEERS.
SILENT CARNIVAL/SNEERS.
Passo indietro per recuperare una delle ultime tape crash edite dalla Old Bicycle Records. La serie di cassette split, chiusa di recente con la quindicesima e ultima uscita, ha visto nel tempo scorrere molti nomi di nicchia e/o alle prime armi. Noi andiamo a parlare della terz'ultima uscita, che vedeva accostati Silent Carnival, progetto connazionale di buona fattura di cui avemmo l'onore di parlare allorché uscì il loro primo lavoro di lunga durata nel 2014, e gli altrettanto giovani Sneers., duo anch'esso italiano che esordì tre anni or sono con un buon LP che rimandava ad un rock sperimentale e aspro con echi di Sonic....
 
Recensione
02-09-2016 : CORDIS CINCTI SERPENTE
CORDIS CINCTI SERPENTE
Oscuro progetto italiano nato oltre vent'anni fa e con all'attivo appena qualche nastro, Cordis Cincti Serpente rimane avvolto ancor'oggi dal mistero più totale, vuoi per l'esilità della sua produzione e della relativa distribuzione, vuoi per un alone di ombra creatagli appositamente attorno ed in piena sintonia col contenuto delle sue uscite. Il qui presente "Noo Yuggoth", rilasciato in una tiratura di appena 31 copie numerate disponibili solo in doppia cassetta, ne segna il ritorno sulla scena - così come quello dell'etichetta Industrial Ölocaust Recordings, la cui ultima produzione risaliva al 1994 -....
 
Recensione
02-09-2016 : GIANLUCA BECUZZI
GIANLUCA BECUZZI
All'interno della seconda stagione artistica dell'ex Limbo Gianluca Becuzzi questo nuovo lavoro si inserisce come uno dei più fruibili, sebbene percorso da quella profonda vena sperimentale che ha segnato le uscite del musicista toscano dai tempi di Kinetix ad oggi. "Faraway From Light" consta di tre tracce, con la prima e la terza a funzione introduttiva e la centrale, della durata di oltre mezz'ora, a rappresentare il cuore pulsante dell'opera. L'avvio si pone come un'evoluzione della moderna scena oscura ormai al limite del mainstream, rivista con un taglio ricercato ed un esito enigmatico in grado di fornire sensazioni....
 
Recensione
03-08-2016 : SATANISMO CALIBRO 9
SATANISMO CALIBRO 9
Con questo lavoro Satanismo Calibro 9 chiude la cosiddetta "Rising Trilogy", iniziata nel 2012 con "Isis Rising" e continuata nell'anno seguente con "Typhon Rising". Lo stile di Doctor Pery e soci si riallaccia alla grande stagione death-industrial e dark ambient mitteleuropea senza temere il confronto con i decani del genere (da Brighter Death Now a Mz.412), cercando anzi di portare avanti il discorso variando le architetture di partenza con efficaci iniezioni di industrial rituale. A fare da supporto è la tematica magica sottolineata dall'artwork simbolico e dai titoli, vera e propria anticamera ad un....
 
Pagina precedente 
<< 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>