Logo DarkRoom Magazine
Darkroom List menu Room101 Room102 Room103 Room104 Room105 Room106 Room107 Room108 Room109 Reception
SYNTHPOP, FUTURE-POP, TRIP-HOP, CHILLOUT E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ACCESSIBILE E MELODICA
HARSH-ELECTRO, EBM, ELECTRO-INDUSTRIAL, IDM E TUTTA L'ELETTRONICA PIÙ ABRASIVA E DISTORTA
DARKWAVE, GOTHIC, DEATHROCK, POST-PUNK E AFFINI
INDUSTRIAL, AMBIENT, POWER ELECTRONICS E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ NERE ED OPPRIMENTI
NEOFOLK, NEOCLASSICAL, MEDIEVAL, ETHEREAL E TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DELICATE E TRADIZIONALI
TUTTO IL METAL PIÙ GOTICO ED ALTERNATIVO CHE PUÒ INTERESSARE ANCHE IL PUBBLICO 'DARK'
TUTTE LE SONORITÀ PIÙ DIFFICILI DA CLASSIFICARE O MENO RICONDUCIBILI ALLA MUSICA OSCURA
LA STANZA CHE DEDICA LA DOVUTA ATTENZIONE ALLE REALTÀ NOSTRANE, AFFERMATE E/O EMERGENTI
LA STANZA CHE DEDICA SPAZIO ALLE BAND ANCORA SENZA CONTRATTO DISCOGRAFICO

Mailing-List:

Aggiornamenti su pubblicazioni e attività della rivista


 

Cerca nel sito



Reception

 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>
Intervista
07-07-2024 : SEVERE ILLUSION
È una lunga storia, prossima a compiere il quarto di secolo l'anno venturo, quella che ha portato sin qui Fredrik Djurfeldt ed Ulf Lundblad, insieme dal 2000 come Severe Illusion e da lungo tempo divenuti una certezza assoluta per gli amanti dell'EBM più dura, ferale, oscura e profondamente venata di industrial come di dark-electro. Parallelamente, è una lunga storia anche quella che lega il sottoscritto all'act svedese, iniziata allorquando, nel 2003, mi giunse (assieme a parecchio altro materiale, da recensire per il primissimo numero della rubrica "Earth Inferno" che per alcuni anni curai sul mensile Rock...
 
Recensione
07-07-2024 : ÖXXÖ XÖÖX
C'è dell'autentico genio creativo in alcuni artisti francesi i cui destini si sono incrociati in seno alle creazioni più sorprendenti degli ultimi anni, e ci riferiamo tanto a Laurent Lunuoir quanto a Laure Le Prunenec, che non a caso, prima di ritrovarsi sia nel progetto del primo (Öxxö Xööx) che in quello della seconda (Rïcïnn), avevano affiancato quell'altro geniale musicista che è Gautier Serre nei suoi folli Igorrr. Al netto di ulteriori spin-off (Laure condivise con Gautier i Corpo-Mente), il sodalizio fra i due in Öxxö Xööx (che è anche il nome d'arte di...
 
Recensione
07-07-2024 : LACRIMA NOIR
La fiamma di gioventù può ardere ancora, sepolta in profondità sotto la brace, tanto da riaccendere e far divampare il fuoco dopo trent'anni? La storia di Ignazio Mele, che fu fondatore e cantante dei Lacrime Di Cera (quartetto sardo il cui album "La Vanità Del Sangue", autoprodotto su nastro nel lontano 1994, resta l'unico lascito), ci dice che ciò non soltanto è possibile, ma che un così inaspettato ritorno, anche dopo tanto silenzio, può ancora fare la differenza, senza lasciare il minimo dubbio sulla sincera passione che ne guida le sorti. Trent'anni dopo, Ignazio torna da...
 
Recensione
07-07-2024 : IRRADIATED WITH SOUND
Solo due mesi fa, nel nostro lavoro di recupero dei titoli della ScentAir, parlavamo del notevole esordio del 2022 da parte del promettente duo russo IWS a titolo "Confession", segnalando come nel frattempo, nel marzo 2023, fosse già uscito il secondo album "The Haze". Un solo anno dopo aver convinto con un debut di ben 70 minuti, Konstantin Popov (voce) ed Alexander Makarov (musiche) tornano addirittura con un doppio album, per un totale di 14 brani che superano complessivamente l'ora e mezza di durata. Senza dubbio un chiaro segno di quanto il duo creda nel proprio songwriting, che per questa seconda uscita...
 
Recensione
07-07-2024 : POPSYSZE
Ad un paio d'anni dall'ultima prova in studio "Emisja", il trio psychedelic/post-rock polacco torna con un inatteso live, registrato presso gli studi della Radio di Gdansk in occasione dell'evento "Metropolia Jest Okey". Jaroslaw Marciszewski (voce e chitarre), Slawek Dracynski (basso e chitarra) e Kuba Swiatek (batteria, voce, elettronica), affiancati dagli ospiti Aga Tre (voce), Tomasz Gadecki (sassofono) ed Adam Skorczewski (tromba), riprendono per l'occasione una serie di brani dai loro quattro lavori in studio, riarrangiandoli in una veste tutta nuova splendidamente sospesa tra acustico ed elettrico. Complice la...
 
Recensione
07-07-2024 : MEKONG
Da Cracovia, in Polonia, Renato Alves torna col secondo album del suo solo-project Mekong a tre anni di distanza dal full-length d'esordio "End Of The World", anche stavolta sotto l'egida della francese Icy Cold Records, che pubblica l'opera sia nel bel digipack a sei pannelli che in formato LP. Laddove il debut puntava su un post-punk diretto, energico e d'impatto, questa seconda fatica predilige invece un taglio sempre decisamente minimale, ma più intimo, istrionico e variegato nelle soluzioni, e dopo aver scaldato i motori con la ritmata doppietta "Hunger Strike"/"Going Numb", Renato dà il...
 
Recensione
07-07-2024 : NOVOCIBIRSK
Non è un caso che sulla frontcover del bel digisleeve apribile in esame campeggi, tra parentesi sotto al titolo, la dicitura "Excerpts And Experiments", perché con tale titolo uscì, nel lontano 1997 in formato CDr demo, questa release del progetto di Hervé Isar. L'etichetta produttrice era la francese Boredom Product, versione "embrionale" e dedita alle uscite demo di quella che attualmente è la BOREDOMproduct, la cui sussidiaria ProductionB si occupa oggi di quella che è a tutti gli effetti una ristampa di lusso, opportunamente rimasterizzata e pubblicata sia in CD che nel formato...
 
Recensione
07-07-2024 : RNGMNN & KARINA DORIN
Prima collaborazione tra il progetto di Ronny Engmann, aka RNGMNN, e la sperimentatrice Karina Dorin. I due, conosciutisi a Berlino anni fa, hanno messo a punto un album dove Karina provvede alle parti vocali, mentre Ronny si occupa delle parti sonore e strumentali. Il disco, uscito lo scorso novembre, ha strutture ambientali basate su stratificazioni tonali e molteplici varianti, comprese incursioni audio in crescendo dal mood quasi sinfonico. I toni alternano momenti intimisti ad altri imponenti, sfruttando echi vorticosi e magniloquenze orchestral-sintetiche; l'oscurità e il mistero fanno capolino a più riprese senza mai...
 
Recensione
07-07-2024 : THE LIVELONG JUNE
Nel nostro recupero dei titoli della ScentAir Records giungiamo finalmente al 2023, anno in cui la prima uscita dell'etichetta russa è stata rappresentata dal secondo album degli svedesi TLJ, di ritorno dopo il positivo e ben accolto esordio del 2018 "The Art Of Living". Benny Gustavsson (voce e chitarra) e Marcus Rejnevik (synth) restano fedeli ad uno stile electropop dall'impianto retrò non esente da venature new romatic, dimostrandosi anche stavolta abili nella costruzione di canzoni catchy e ben dotate di ritmo, come appare chiaro sin da subito con l'acida title-track e con la più melodica "Not So Good...
 
Recensione
07-07-2024 : JON WATKINS & FAIL
Fuori simultaneamente anche con l'album "Lone Wolf Tavern", Jon Watkins, da Montreal in Québec, fa coppia in questo nuovo EP con Fail, uno dei molti progetti di quel Dan Fox che è anche il titolare della Inner Demons, etichetta DIY della Florida che produce il dischetto in esame nelle consuete 42 copie in formato mini. Di norma, Watkins propone un avanguardismo lo-fi imperniato sulla chitarra che, qui combinato con l'approccio drone/ambient e sperimentale di Fail, risulta più efficace ed interessante, nonostante lo scetticismo iniziale di Dan verso la collaborazione stessa. Le "riflessioni su Arte ed...
 
 
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 >>